Seleziona una pagina

In questa guida imparerai come utilizzare Facebook Marketplace per vendere i tuoi prodotti su facebook sfruttando questa funzione delle grandi potenzialità.

Ti dispiace vedere un vecchio oggetto che non usi più prendere polvere su un davanzale o in garage, e preferiresti venderlo a qualcuno che potrebbe apprezzarlo maggiormente? Niente di più facile, vendilo su Facebook! Ora puoi farlo in una sezione apposita del social network, il Marketplace, arrivato in italia il 14 agosto, dopo aver fatto un anno di rodaggio nei paesi anglofoni, come gli Stati Uniti e l'Inghilterra!

Sono Luca Oropallo, webmaster di scontilampo.com il nuovo portale dedicato all'informatica e all'elettronica, e in questo articolo ti spiego come cominciare a vendere un prodotto su Facebook, e quali sono le migliori tecniche da utilizzare per attirare più persone possibili sul tuo annuncio. Se quindi sei già un abile navigatore e non hai bisogno di una guida passo passo su come inserire una vendita sul marketplace, salta tranquillamente al prossimo paragrafo in cui ti svelo pratici consigli che raramente si vedono applicati in store nuovi come questo.

Come vendere qualcosa su Facebook Marketplace

È possibile inserire un annuncio su Facebook Marketplace sia da computer che da cellulare, perciò di seguito vedremo entrambi i modi, e in un paio di click sarai già riuscito ad aggiungere il tuo primo prodotto su Facebook.

Molto probabilmente avrai notato la nuova icona del mercato che è comparsa con il recente aggiornamento, la trovi nella parte alta del social network. Su pc è meno visibile, ma comunque a portata di mouse in qualsiasi momento. Qui sotto trovi le immagini che spiegano dove cliccare per cominciare con la vendita.

facebook marketpalce

cerca su marketplace

Da qui in poi i due metodi si assomigliano molto, tranne per il fatto che su smartphone ti venga chiesto di scegliere le foto immediatamente dalla galleria del telefono, benché sia comunque possibile modificare la scelta anche in seguito.

Non mi dilungo troppo su come compilare la scheda del prodotto, perché decisamente intuitiva e semplice, e soprattutto perché vedremo in dettaglio nel prossimo paragrafo come perfezionare il più possibile l'annuncio.

vendi su marketplace

I consigli per una vendita assicurata

Il primo consiglio che vale oro ed ha la priorità su tutto, è quello di prenderti il tuo tempo per inserire l'annuncio. Sembra una cosa scontata, ma non lo è, soprattutto su Facebook Marketplace, che in Italia è ancora una piattaforma immatura e piena di venditori improvvisati che compilano la descrizione del prodotto come se fosse la schedina del SuperEnalotto, a caso.

Non farlo, se pensi di avere poco tempo per inserire l'annuncio, aspetta, comincia quando sarai sicuro di finire. Non fraintendermi, non ci vuole molto, ma se non ti prendi almeno 10 minuti per curare tutti i dettagli, il tuo annuncio sarà amalgamato alla massa, e non riuscirai a vendere.

Messo in chiaro che non bisogna essere frettolosi, possiamo davvero cominciare con una piccola serie di consigli pratici che faranno la differenza tra la vendita e i centimetri di polvere sul tuo oggetto.

1. Inserisci delle foto chiare

Sembra banale, ma la gran parte degli annunci che si trovano scorrendo la bacheca del Marketplace di Facebook sono composti da fotografie sfuocate, scarsamente illuminate e soprattutto poco chiare.

Non bisogna essere dei fotografi professionisti per creare delle belle immagini, e con gli smartphone di adesso il lavoro è molto più facile. Prendi esempio dai migliori, guarda gli annunci su eBay, o dai un occhio a siti come PicsArt e cerca l'articolo che stai cercando di vendere, troverai decine di foto che possono darti ispirazione su come scattare le tue. Prova ad inserire un oggetto in un contesto specifico, se vuoi vendere un iphone non posizionarlo tra l'erba del giardino, pensa piuttosto ad appoggiarlo sopra un portatile magari con il piano di una bella scrivania in legno come sfondo, e poi scatta la foto in modo da mostrare a pieno il cellulare e lasciar vedere solo un angolo degli oggetti che lo circondano.

In questo modo il cliente avrà un'immagine chiara e ordinata di ciò che sta andando ad acquistare. Se invece vuoi vendere una bicicletta, una fotografia all'interno del garage potrebbe far intendere agli acquirenti il fatto che sia stata abbandonata per mesi, mentre sarebbe meglio inquadrarla in un parco appoggiata ad un albero. Sono piccole cose che però fanno una differenza enorme.

Ora capisci perché all'inizio del paragrafo ho sottolineato quanto sia importante prendersi il proprio tempo per inserire un annuncio di questo tipo.

È impensabile credere di riuscire a scattare una bella fotografia nel giro di qualche minuto, e ti assicuro che una bella immagine attira le persone più di qualsiasi altra cosa. Se ci pensi bene è la prima cosa che gli utenti vedono, per poi passare al prezzo e infine al titolo, e se questa triade li convince, apriranno l'annuncio per vedere le altre fotografie e leggere la descrizione.

Non a caso nel titolo di questo primo punto ho parlato di “foto” e non di “immagini” in senso più generale, Il motivo è presto detto. Può sembrare logico utilizzare le immagini che troviamo su Google per avere una rappresentazione chiara del prodotto che andiamo a vendere ma, benché questo possa funzionare su siti come Amazon, in questi casi risulta addirittura controproducente.

Una classica immagine a sfondo bianco di un prodotto nuovo può creare delle incomprensioni con gli utenti che sono portati a non fidarsi, e che potrebbero razionalmente pensare che noi in realtà non siamo in possesso di quel prodotto. Una fotografia scattata da noi ha quindi la duplice funzionalità di descrivere visivamente l'oggetto e di trasmettere fiducia nel cliente. Infine non indugiare a utilizzare applicazioni per la modifica delle foto, aggiustare e modificare la luminosità e il contrasto è più che lecito!

Alla prima ricerca sul Marketplace di Facebook sono incappato in un perfetto esempio che ti lascio qui sotto che mostra la differenza tra un'ottima fotografia e una pessima.

facebook marketplace sempio

2. Scrivi una descrizione esaustiva e onesta

Un altro punto in cui la regola del prendersi il proprio tempo ritorna fondamentale. Anche in questo caso essere troppo frettolosi è un errore fatale. Non dare per scontato ciò che stai vendendo, e cerca di informare gli utenti di tutte le fantastiche qualità di cui il tuo oggetto gode, ma senza esagerare, perché ricorda che l'onestà deve essere un punto chiave nella compravendita tra privati.

Perciò dopo aver elencato tutti gli aspetti positivi, concentra anche un paragrafo su quelli negativi, come piccoli graffi o qualche malfunzionamento, perché non c'è niente di peggio che concludere una vendita, e doverla poi annullare perché il cliente si accorge di qualche difetto che non era stato chiarito sin da subito. Cerca perciò di essere il più chiaro possibile, magari inserendo anche qualche specifica tecnica sul prodotto senza esagerare, e fidati che troverai qualcuno disposto ad acquistare il tuo prodotto.

Ancora più importante della descrizione è il titolo, ma mi sembra inutile specificarlo in un punto a parte, in quanto le regole sono le stesse: chiarezza e onesta. Hai la possibilità di inserire fino a 100 caratteri nel titolo, perciò cerca di sfruttarli al massimo. Per il resto ti lascio un'altro esempio qui sotto che mostra in modo chiaro come va scritta una descrizione. I prodotto sono praticamente gli stessi, ma tu quale compreresti?

prodotti fb marketplace

3. Valuta un prezzo adeguato

Sembra una scelta facile, ma in realtà bisogna pensarci bene prima di inserire il prezzo. Prima di tutto cerca su Marketplace se l'oggetto che vuoi vendere è già presente nelle vicinanze della tua città, e se sì, valuta se puoi fare un prezzo concorrenziale. Condizioni migliori, una buona fotografia e una descrizione esaustiva possono comunque permetterti di alzare un po' il prezzo. Se invece ciò che stai vendendo non esiste ancora su Marketplace, cercalo su Google Shopping o su Amazon, per avere un'idea chiara su quale sia il prezzo dell'articolo nuovo.

Dopo aver fissato il valore dell'oggetto, ti consiglio di gonfiarlo di circa un 10%, perché su Facebook la contrattazione verrà fatta via messaggio, e perciò è probabile che qualche utente ti chieda uno sconticino, che sarai pronto ad offrire senza perderci nulla.

Un'altra tecnica che va di moda nel mercato di Facebook, e che a me non piace assolutamente, consiste nell‘impostare il costo come gratuito, per poi in realtà parlare del prezzo nella descrizione o via messaggio privato. Questa tecnica teoricamente funziona perché sul Marketplace è presente un pulsante che permette la ricerca di solo gli oggetti gratuiti, e perciò consente al tuo annuncio di far parte di una cerchia più ristretta di prodotti, aumentando quindi la possibilità di vendita. Nella pratica non mi sembra funzionare molto, soprattutto perché la gente non è scema e non crederà mai ad un iPhone regalato, e anche perché in questo modo si mina la fiducia con i clienti. Come esempio torna utile l'immagine precedente che, se osservi bene, puoi notare la somiglianza nel conteggio delle visualizzazioni negli annunci, nonostante uno venga venduto come “gratuito” mentre l'altro a 299€.

4. Pubblica l'annuncio a pranzo

Mai come su Facebook Marketplace l'orario di pubblicazione è così importante. Apri la bacheca del mercato e facci caso, vedi solo gli annunci più recenti e tutti si concentrano intorno ad un orario particolare… la sera.

E allora perché nel titolo ho scritto di pubblicare intorno all'ora di pranzo?

Semplice, perché TUTTI non sono NOI, e noi all'importanza dell'orario di pubblicazione ci pensiamo. Il perché la gente inserisce gli annunci sul Marketplace la sera è presto detto, è il momento della giornata in cui in media si ha più tempo per sedersi al computer e fare una cosa del genere. Ma in questo modo si finisce nella marea di prodotti che vengono inseriti ogni minuto, e soprattutto nelle grandi città come Roma o Milano questo può essere micidiale.

È sufficiente cercare qualche studio online a riguardo per scoprire immediatamente che il momento migliore per condividere qualcosa su Facebook è nell'orario di pranzo, da mezzogiorno fino alle 15:00. In quest’orario Facebook registra il picco più alto di utenti attivi e il motivo è facilmente immaginabile, la gente comincia la pausa pranzo e i ragazzi escono da scuola. Questo ragionamento potrebbe scontrarsi con la prima regola riguardo al prendersi il proprio tempo, ma in realtà è sufficiente preparare l'annuncio quando è possibile, tenerlo salvato in un documento di Word, e copiarlo poi su Facebook durante l'ora di pranzo.

Un'altra tecnica poco lecita consiste nel ripubblicare la vendita dopo qualche settimana. Se l'articolo che hai intenzione di vendere riguarda solo una piccola nicchia di persone, oppure il prezzo che hai fissato è troppo alto, può succedere che l'oggetto rimanga invenduto, e che perciò scivoli in fondo alla bacheca del Marketplace, azzerando quindi le possibilità di essere visto. Per rimediare a questa eventualità, forse ti conviene cancellare l'annuncio e ripubblicare l'articolo, magari cambiando l'immagine di anteprima e abbassando un po' il prezzo.

Ti consiglio anche di riscrivere in parte la descrizione, perché Facebook potrebbe punire questi copia e incolla, e perciò cancellarti l'annuncio se lo ritiene opportuno. Ecco perché considero questa tecnica poco lecita, ma comunque necessaria per le vendite più difficili.

miglior orario pubblicazione facebook marketplace

5. Utilizza diverse parole chiave

Se non ti sei mai avvicinato al mondo della SEO, questo consiglio potrebbe essere nuovo per te, ma la ricerca nel Marketplace di Facebook funziona proprio come quella su Google, attraverso le parole chiave.

È perciò importante comparire in più ricerche possibili, se ad esempio vuoi vendere un iPhone 7, non vorrai comparire solo nelle ricerche attraverso la parola chiave “iPhone”, ma anche per quelle che utilizzano “smartphone”, “cellulare”, e “apple”. Non c'è nulla di complesso, ed è possibile utilizzare l'algoritmo dei motori di ricerca a nostro vantaggio attraverso l'uso dei sinonimi.

Ti faccio un altro esempio: se voglio vendere una mia vecchia macchina fotografica Nikon, nel titolo scriverò “Nikon [modello] macchina fotografica relfex + obiettivo 18-70mm”. In questo modo verrò trovato da più persone che usano come parole chiave “Nikon”, “macchina fotografica”, “reflex” e in più mi aggiudicherò anche gli utenti che semplicemente stanno cercando un obiettivo. Attenzione, Facebook non guarda solo al titolo dell'annuncio, ma legge anche la descrizione, ed è perciò importante inserire ulteriori sinonimi anche in questa, allungando un po' il brodo per finire nelle ricerche di più persone.Occhio però a non esagerare e a non finire fuori contesto perché sennò non serve a nulla.

Con questo ultimo punto terminano i miei consigli su come vendere qualcosa su Facebook Marketplace, ma ricorda i punti più importanti: non essere frettoloso, inserisci immagini di qualità e d'impatto, scrivi una descrizione chiara e onesta.

Luca Oropallo

Share This