Seleziona una pagina

In questo articolo cercherò di spiegarti come realizzare una strategia “multimediale” efficace e cosa devi tenere in considerazione prima di avventurarti nella produzione di contenuti multimediali.
Negli ultimi 5 anni, l’utilizzo dei video è diventato un must per chi vuole promuoversi in maniera efficace.

Utilizzare-video-per-promuoversi-pro-e-contro-web

Con l’avvento di YouTube e dei più recenti Facebook Video, SnapChat e Periscope, il video sembra aver assunto una sostanziale efficacia nella promozione della propria attività, marchio o prodotto.

Ma è un mezzo adatto a tutti? In questo articolo vediamo dei consigli pratici per iniziare a costruire la tua strategia di video marketing.

Strumenti per realizzare di un video promozionale

Gli strumenti per realizzare un video di qualità più che discreta, per non dire semi-professionale, sono ormai alla portata di tutti. È sufficiente uno smartphone di ultima generazione o un’economica videocamera HD per ottenere risultati più che accettabili.

Se invece vuoi fare il salto di qualità, basta acquistare un economico cavalletto ed un paio di luci di riempimento: il risultato sarà di alto livello.
Il problema del formato video non è la realizzazione pratica dello stesso, ma tutto quello che ci gravita intorno.

La pianificazione prima di tutto

Ogni volta che viene aggiunto un componente al piano pubblicitario, aumenta il grado di difficoltà di realizzazione del progetto, ed i video non fanno eccezione.

Utilizzare-video-per-promuoversi-pro-e-contro-2-web

A seconda del format che decidi di utilizzare, dovrai predisporre di conseguenza sia la parte tecnica (ovvero gli strumenti) sia la parte di contenuti (tematiche ed esposizione delle stesse).

Il motore di tutto il progetto saranno i contenuti, dovrai quindi decidere accuratamente come esporli; saranno complementari, ovvero un approfondimento, dei canali pubblicitari che già utilizzi o saranno un diverso modo di comunicare le medesime informazioni? Li utilizzerai esclusivamente per convincere i tuoi clienti ad acquistare un prodotto?

Costanza

Il vero scoglio nell’aggiunta di un canale al proprio piano pubblicitario è che dopo bisogna utilizzarlo, curarlo e popolarlo.

Non basta produrre i primi contenuti video e poi abbandonare tutto. È necessario essere costanti e programmare con anticipo tutti gli argomenti.

Cerca di avere anche dei video di emergenza da pubblicare nei periodi in cui sei oberato di lavoro o non riesci a produrre nuovi contenuti.

Valore aggiunto

Quali sono, quindi, i vantaggi nell’utilizzo della piattaforma video per promuoversi?

Prima di tutto, instauri un contatto più intimo con il tuo pubblico che finalmente ti vedrà non come un insieme di parole su una pagina bianca ma come una persona.

Soprattutto noi italiani, meno avvezzi alla tecnologia, abbiamo bisogno di percepire che dall’altra parte dello schermo c’è una “persona reale” e non una macchina da scrivere elettronica. Non per niente siamo famosi per la nostra gestualità.

In secondo luogo, potrai esprimere e far provare ai tuoi utenti un insieme di emozioni che difficilmente emergono dalle parole “stampate”.

La forza delle emozioni che esprimerai attraverso il video sarà maggiore di quella trasmessa mediate parole scritte.

Anche le aziende hanno un anima

Utilizzare-video-per-promuoversi-pro-e-contro-3-web

Lo strumento video è potentissimo anche se rappresenti un’azienda.

Si potrebbe dire che con esso puoi finalmente dare un’anima alla tua attività.

La cosa importante è che il pubblico percepisca la tua azienda come un’entità con cui è possibile dialogare e di cui ci si può fidare.

Ovviamente, la struttura aziendale e le modalità di interazione con l’utente dovranno essere coerenti col l’immagine che vuoi dare della tua realtà.

Due ottimi esempi di questo tipo di promozione sono SiteGround e LinkedIn che hanno periodiche interazioni video con i loro utenti.

Webinar come ultima frontiera

L’ultima frontiera nell’utilizzo della piattaforma video sono i Webinar, ovvero delle sessioni video informative, realizzate in diretta e poi ripubblicate, che spaziano dalla spiegazione di specifiche funzionalità di un prodotto alle videointerviste. Possiamo vederli come delle video call allargate.

Ricordati che anche i webinar prevedono una continuativa produzione di contenuti, perciò pensa bene a come utilizzarli.

Ostacoli nella realizzazione video

Se vuoi realizzare un video “on the go” in cui parli mentre corri oppure mentre ti stai facendo un giro in macchina, non ci sono grossi problemi.
Se invece vuoi un taglio più professionale, dovrai organizzare e sistemare la location (e la persona) ogni volta che ne vorrai realizzare uno; per questo di solito consiglio di farne più per volta.

Inoltre, se vuoi inserire degli effetti sonori, delle animazioni o altro), dovrai essere in grado di utilizzare i programmi di montaggio video. Fra questi posso citare Adobe Premier (per Windows e per Mac) o i più economici Final Cut Pro (solo per Mac) e Sony Vegas, disponibile per Windows.

Negli ultimi tempi stanno nascendo un sacco di programmi più limitati ma estremamente più semplici, soprattutto su iPad e Android.

Realizzare un video richiede delle tempistiche e dei costi più alti rispetto alla stesura di un articolo o alla produzione di un contenuto audio.

Hai aggiunto o stai pensando di aggiungere il canale video al tuo repertorio? Quali utilizzi?

Dì la tua nei commenti qui sotto.

Roberto Tarzia

Nato fotografo, cresciuto informatico, inizio a pensare che morirò sul web ;) ! Aiuto aziende e professionisti a sviluppare la strategia più efficace per promuoversi in internet.

Share This