HomeNewsLe tendenze del marketing online per il 2019. 
  • News
  • 30 Gen 2019 (Aggiornamento)

Le tendenze del marketing online per il 2019. 

Amazon raddoppierà il fatturato e Facebook diminuirà la sua base utenti. Sono solo 2 delle previsioni per il 2019 

Le tendenze del marketing online per il 2019. 

È inevitabile che alla fine dell’anno, si pensi al prossimo ed a quanto succederà. Vediamo, quindi, quali sono per noi di MarketersMedia le più importanti previsioni nel Web Marketing per il 2019. 

  • Anche in America sarà tempo di Privacy. Gli Stati Uniti non hanno mai avvertito, come noi europei, la necessità di proteggere i dati privati degli utenti. Il loro concetto di privacy è sempre stato diverso dal nostro. Ma adesso anche da quelle parti si presta molta più attenzione a questo tema. Colpa dell’utilizzo della rete, delle ripetute violazioni di banche dati digitali e della sopravvenuta necessità di regolamentarne la tutela. Il Congresso sta lavorando alla redazione di un disegno di legge che prevede sanzioni, per le aziende che non tutelano i dati dei loro utenti. Il primo Stato americano che si è dotato di un regolamento analogo al GDPR UE è stata la California che ha emanato il CCPA (California Consumer Private Act), un regolamento per la tutela della privacy e della portabilità dei dati dei consumatori californiani. Ormai le violazioni sono diventate molto frequenti nelle piattaforme digitali negli ultimi 2 anni, con conseguenze nefaste anche per gli utenti americani. L’ultima in ordine di tempo è Quora, che la settimana scorsa, ha annunciato di aver subito una violazione dei dati.
  • Aumenterà ancora a livello globale, il numero delle società di tecnologia pubblicitaria digitale. Nel 2018, le società censite che si occupano di pubblicità e tecnologia digitale erano 402. L’anno precedente pare fossero 272. Anche per il 2019 si prevede una traiettoria di crescita al rialzo, tanto da far arrivare a 550, 600 la stima del numero delle aziende digitali più importanti nel mondo. Non male per un settore economico che si rafforza sempre di più.

Tra le tendenze del marketing per il 2019, anche l’aumento delle frodi e delle truffe online e le conseguenti azioni repressive

  • Nel mondo crescerà anche il numero delle violazioni per frode pubblicitaria. È noto da tempo che nei media online a pagamento proliferano gli sprechi, le frodi e gli abusi. Le stime indicano tra il 5 e il 20% lo spreco dei budget spesi nei media digitali. Inoltre, nel 2018, l’FBI ha individuato 8 pesanti frodi relative al settore digitale. Data la quantità di frodi esistenti e l’andamento crescente del settore digitale, è molto probabile che aumentino anche le frodi e, di conseguenza, le azioni di polizia per fermarle.
  • Per andare un pò più sul concreto, le entrate dell’advertising di Amazon cresceranno velocemente e più delle stime precedenti. Sembra proprio che non ci possa essere nulla al di fuori di Amazon, per quanto riguarda il commercio digitale che, attualmente, si stima come la seconda rete ADS online in più rapida crescita dietro Snapchat. La crescita delle vendite di annunci advertising di Amazon è stata stimata in più 10% nel 2018, con entrate calcolate per 4,6 miliardi di dollari in aumento del 15-20% per l’anno prossimo.
  • Se Amazon ride, Facebook continuerà a piangere. Dopo l’Europa, anche negli Stati Uniti si prevede che la base utenti diminuirà. Tra il secondo e il terzo trimestre del 2018, Facebook ha visto in declino la sua base utenti in Europa. Non c’è motivo di credere che questa tendenza non sarà presente anche sull’altra sponda dell’Atlantico. Con le sue violazioni dei dati, le fakenews, i fenomeni di cyberbullismo, l’estrema polarizzazione delle battaglie ideologiche, molte persone si sono stufate e hanno abbandonato la piattaforma. Una tendenza che dalle parti di Menlo Park stanno tentando in tutti i modi i invertire.
  • Il 2019 sarà l’anno della fusione tra 2 discipline, tra quella del marketing digitale e delle PR digitali. L’ascesa dell’Influencer Marketing ha dissolto le differenze tra comunicazione tradizionale e marketing. L’adozione della medesima tipologia di contenuti sponsorizzati nella comunicazione e nel marketing, lo dimostra. Inoltre, anche l’utilizzo delle stesse tecnologie digitali dimostra la fusione tra i due ruoli, prima distinti. Sono ormai molti i marketers che utilizzano regolarmente software di pubbliche relazioni e professionisti della comunicazione che utilizzano software di marketing. Succede perché le due discipline si stanno praticamente fondendo anche per via delle medesime tattiche utilizzate da entrambe.
  • Vedremo l’avvento delle tecnologie Blockchain anche nell’advertising diigtale. Se anche nel settore dell’advertising si registrano frodi e truffe, c’è motivo di credere che Blockchain diventerà protagonista anche in altri settori oltre a quello della moneta virtuale Bitcoin. La codificazione della trasparenza e della fiducia è diventata una necessità anche per l’advertising online. La tecnologia Blockchaine è in grado di fornirla ed è per questo motivo che si prevede un congruo utilizzo anche nell’ADS online.

Sono soltanto previsioni ma non del tutto infondate. Non c’è motivo di credere che per molte di queste, la realtà si preannunci lontana dalle previsioni.