HomeWeb marketingSocial Media MarketingTags for Likes: gli hashtag non saranno più un problema

Tags for Likes: gli hashtag non saranno più un problema

La ricerca degli hashtag è diventata estenuante e stressante? Nessun problema! Lascia che sia Tags For Likes a fare il lavoro sporco. Scopri come utilizzarlo da subito leggendo questo post!

Tags for Likes: gli hashtag non saranno più un problema

Quick links

In questo articolo ti mostrerò come poter scegliere al meglio i tuoi hashtag utilizzando Tags for Likes, una piattaforma creata appositamente per selezionare i migliori hashtag su Instagram.

Ma prima di iniziare, facciamo chiarezza su determinati particolari.

Aumentare il numero di like e follower

Ciò che molto spesso si pensa è che gli hashtag siano la prima fonte principale per aumentare il numero di like e follower del nostro profilo.

La realtà non è così semplice come immaginiamo ma non è neanche così drastica, ci tengo a precisarlo.

Gli hashtag non sono una calamita “acchiappa-utenti” che possiamo utilizzare come ci pare e piace, convinti di ottenere un risultato notevole.

Ecco, all’interno di quell’articolo abbiamo definito qual è la funzione degli hashtag e proprio adesso quella definizione ci torna molto utile.

Gli hashtag sono delle etichette virtuali che ci permettono di navigare al meglio attraverso la miriade di contenuti presenti su Instagram e ci consentono inoltre di definire una particolare nicchia.

Una volta acquisita questa consapevolezza è naturale pensare che gli hashtag non siano l’unica strada per aumentare i like alle nostre foto e i follower del nostro profilo.

Quello che fa la differenza è la qualità dei post che pubblichiamo e soprattutto la loro originalità all’interno di un panorama sempre nuovo e sempre attivo come Instagram.

Sicuramente però gli hashtag giusti aiutano la scoperta dei nostri contenuti da parte del pubblico con il quale vogliamo metterci in contatto.

Quindi iniziamo a pensare agli hashtag come degli aggregatori e facilitatori, non come ad una scorciatoia.

Perché la scelta dei giusti hashtag può aumentare la tua crescita?

Come abbiamo accennato, gli hashtag non sono l’unico strumento da utilizzare per fare crescere il nostro profilo Instagram ma certamente rappresentano una componente più che interessante.

Infatti, utilizzare i giusti hashtag ci permette di emergere all’interno di una nicchia specifica.

Ma non bisogna essere frettolosi e imprecisi perché non tutti gli hashtag sono corretti da usare.

Sicuramente come vedremo all’interno di questo post, non possiamo limitarci ad una ricerca basilare o affidare tutte le nostre speranze di successo a dei tool come Tags for Likes.

Bisogna piuttosto capire quali e soprattutto quanti hashtag stanno ottenendo un numero adeguato di visualizzazioni all’interno della nostra nicchia.

Provo a fare un esempio.

Poniamo il caso che io voglia fare emergere un profilo che mostri e racconti i viaggi all’interno della mia terra, la Sicilia.

Ciò che dovrò fare sarà utilizzare gli hashtag principali e correlati al mio tema.

In particolare, potrei utilizzare hashtag come #sicilia per mostrare il mio post a tutti coloro i quali siano alla ricerca di post sulla Sicilia per poi utilizzare un hashtag correlato come #siciliatravel affinché aumenti la possibilità di utenti che amano viaggiare in Sicilia o che stanno cercando una meta all’interno di questa isola per le loro prossime vacanze.

Utilizzare una strategia del genere non solo ci darà la possibilità di prendere consapevolezza degli hashtag più performanti per i nostri obiettivi ma soprattutto permetterà ai nostri post di essere visti da utenti che con molta probabilità diventeranno dei nuovi follower, dando quindi una bella scossa alla crescita del nostro profilo.

Dopo questa introduzione più che dovuta e dopo aver definito in modo corretto come funzionino gli hashtag e soprattutto a cosa servano, entriamo nel vivo di questo articolo.

Tags for Likes: il tool per la crescita organica

Tags for Likes è un tool che devi sicuramente tenere tra i preferiti dei tuoi siti web.

È affidabile, rapido e senza fronzoli.

In poche parole, fa il suo dovere senza eccedere più del dovuto e senza perdersi in funzioni poco correlate al suo scopo.

Sono convinto che questo tool emerga per qualità e per semplicità di utilizzo all’interno di un panorama di tool simili che ormai sembra aver perso il suo focus principale.

Cosa è Tags for Likes?

Tags For Likes è una piattaforma online che raccoglie in tempo reale i migliori hashtags del momento presenti su Instagram.

Al momento è presente esclusivamente nella sua versione desktop ma nel corso di questo post ti aiuterò a trovare il modo migliore per utilizzarla anche sul tuo smartphone IOS o Android.

Ciò che mi ha colpito di più di Tags for Likes è la qualità con cui vengono suddivisi gli hashtag presenti al suo interno.

Ci sono un sacco di categorie utili per praticamente ogni tipo di profilo Instagram esistente sul pianeta.

Quindi se stai già pensando che la tua nicchia è complessa da individuare, ti consiglio di fare un salto sul sito per notare quanti hashtag utili ci siano anche per la tua micro-micro-micro nicchia.

Altro punto a favore di questa piattaforma è la presenza di sottocategorie all’interno di categorie più grandi.

Ad esempio, cliccando sulla categoria Food Tags avrai la possibilità di accedere ad una serie di hashtag definiti a seconda del piatto o del drink che posterai sul tuo profilo di lì a poco.

tags-for-likes-food

Insomma un vero e proprio toccasana sono solo per gli influencer ma soprattutto per tutti i social media manager che ogni giorno sbattono la testa sulla tastiera o sullo schermo del proprio smartphone in cerca dei migliori hashtag da utilizzare per i post dei loro clienti.

Come si utilizza?

Tutto chiaro e tutto bellissimo, ma come si usa Tags for Likes?

Abbiamo appena definito il suo funzionamento ma la parte più bella e più semplice riguarda soprattutto il suo utilizzo.

Dopo aver selezionato la tua categoria preferita e scelto quale delle tante sottocategorie sono più utili al tuo scatto, non dovrai fare altro che selezionare gli hashtag presenti al suo interno e copiarli all’interno del tuo post o del tuo blocco note su desktop o smartphone.

Caratteristica interessante soprattutto lato utilizzo è che accanto al nome della sottocategoria è presente il numero di hashtag totali.

Ricordi quando, fino a qualche anno fa, passavamo parecchio tempo a contare gli hashtag che riuscivamo a selezionare per evitare di sforare il loro limite massimo?

Tags for Likes ci viene in aiuto permettendoci di risparmiare parecchio tempo in più!

Inoltre, qualora non fossi sicuro della categoria potrai sempre utilizzare la barra di ricerca in alto presente all’interno della piattaforma per lasciare all’algoritmo il compito della ricerca, escludendo in modo preciso le categorie che non fanno al caso tuo.

Ma come ti dicevo prima non è tutto oro quello che luccica e anche se Tags for Likes rappresenta un ottimo tool per restringere il campo di ricerca dovrai sempre utilizzare uno strumento che non perde mai di valore: il tuo cervello.

La revisione manuale dei tag: un tool non basta

Come ho appena detto non possiamo affidarci esclusivamente a un tool e i motivi sono molto semplici.

Proviamo ad analizzarne qualcuno.

Primo tra tutti la lingua.

Infatti su  Tags for Likes non sono presenti hashtag in lingua italiana ma solo in lingua inglese.

Per quanto questo sia un trend che non muore mai bisogna considerare che da qualche tempo a questa parte Instagram prenda notevolmente in considerazione anche hashtag in lingua italiana e che quindi renda più semplice la scoperta di determinati contenuti riservati e rivolti esclusivamente ad un pubblico local.

Prova solo a immaginare il profilo di un ristorante di cucina italiana.

Per quanto possa far figo utilizzare hashtag in lingua inglese spesso è impossibile tradurre termini che solo con la lingua italiana posseggono un senso ed un fascino definito.

Il secondo problema riguarda l’effettiva validità degli hashtag consigliati da Tags for Likes.

Come sai anche tu non tutti gli hashtags sono uguali e magari potresti utilizzare una lista composta da hashtag che godono di un altissimo numero di visualizzazioni rendendo quindi invisibile (o quasi) il tuo post.

Ciò che ti consiglio di fare quindi è di controllare sempre manualmente gli hashtag di cui non sei abbastanza convinto all’interno della barra di ricerca di Instagram in modo da controllare prima di tutto il numero di visualizzazioni e poi, roba non da poco, notare se effettivamente quel determinato hashtag venga utilizzato per il genere di contenuti che tu pubblichi.

Alternative a Tags for Likes

Vediamo adesso delle alternative a Tags for Likes con cui potrai aumentare il numero di liste hashtag e soprattutto la loro validità.

Display Purposes

Questa piattaforma ti consente di generare una lista di hashtag partendo da tre hashtag definiti.

Facciamo un esempio tornando al mio ipotetico profilo di viaggi in Sicilia.

Utilizzando Display Purposes potrei scrivere all’interno della barra di ricerca questi tre hashtag: #sicilia #travel #siciliatravel

display-purposes-ricerca

Come puoi notare anche tu dalle immagini qui sopra ciò che ho ottenuto è stata una lista ben definita di hashtag che posso utilizzare praticamente subito (ovviamente dopo averne controllato manualmente qualcuno).

Inoltre trovo molto utile una caratteristica di Display Purposes chiamata “copy mode”.

display-purposes-copy-mode

Cliccando sul pulsante viola infatti otterrai la tua lista pronta all’uso con tanto di cinque punti da utilizzare per distanziare la caption dagli hashtag in modo elegante e poco invasivo.

Per iniziare ad utilizzarlo, ti consiglio di dare uno sguardo al sito ufficiale

Tag Blender

Tag Blender è il secondo tool per hashtag che ti consiglio di utilizzare.

Il funzionamento di base è molto simile a Tags for Likes.

All’interno della piattaforma infatti sono presenti delle macro categorie nelle quali potrai trovare gli hashtag che ti servono.

La sua particolarità risiede nella possibilità di trovare all’interno delle sottocategorie due pulsanti definiti “+10” e “+30”.

Come avrai sicuramente capito anche tu quel numero rappresenta la quantità di hashtag che poi copiare e incollare con un solo click, scegliendone 10 o direttamente 30.

Una volta realizzata la tua lista ti basterà salvarla all’interno di un blocco note ma se non fossi soddisfatto al 100% potrai sempre cliccare sul frullatore per iniziare a mixare la tua lista per dare vita a moltissime varianti differenti.

Dai uno sguardo al sito ufficiale e inizia a creare le tue liste con Tag Blender!

Conclusioni

Siamo giunti alla fine di questo post molto corposo nel quale abbiamo prima definito la funzione reale degli hashtag per poi fare un bel focus su tool di ricerca come Tags for Likes che sicuramente ci aiutano a rendere questa ricerca meno stancante e meno complessa del solito.

Ovviamente, ti ricordo di non trascurare mai una revisione manuale per evitare di commettere errori negando ai tuoi post la visibilità che meritano.

Conosci altri tool per la ricerca e la gestione degli hashtag su Instagram? Faccelo sapere nei commenti!