HomeNewsEcco 3 motivi per cui lo Storytelling dovrebbe essere una priorità per i marketer
  • News
  • 01 Feb 2019 (Aggiornamento)

Ecco 3 motivi per cui lo Storytelling dovrebbe essere una priorità per i marketer

Oggi molti CMO (chief marketing officer) trovano i contenuti migliori per brand grazie allo storytelling usato come un’ottima chiave…

Ecco 3 motivi per cui lo Storytelling dovrebbe essere una priorità per i marketer

Oggi molti CMO (chief marketing officer) trovano i contenuti migliori per brand grazie allo storytelling usato come un’ottima chiave per il web marketing Ecco perché:

  1. Lo Storytelling consente ai professionisti del marketing di sviluppare una connessione più profonda con il pubblico con un meccansimo semplice, a volte basta una frase che si identifica con un prodotto. Lo storytelling è un’esperienza umana fondamentale, che unisce le persone e guida connessioni forti e profonde. Infatti lo storytelling, fin dalle caverne, veniva usato dagli uomini per comunicare, educare, condividere, connettersi. Tra i case study c’è quello della Subaru. Le pubblicità Subaru comunicano “amore” attraverso una serie di annunci che individuano il brand dell’auto, come simbolo di cura per coloro che ami. Questa serie di annunci è fondata su ciò che il brand rappresenta per la famiglia e non sulla potenza dell’auto. Subaru, comunicando il brand attraverso storie, è in grado di elevare il significato del brand e meglio fissare nella mente dei clienti target come si adatta alla loro vita di ogni giorno.
  2. Lo Storytelling è un metodo potente per l’apprendimento. Tutti i marketers, dovrebbero conoscere meglio degli altri il mondo in cui vivono, i brand che rappresentano e i consumatori che servono. Il punto fondamentale delle storie è che trasmettono conoscenza e significato. L’uomo impara dalle osservazioni e dalle esperienze, ma anche condividendo queste esperienze attraverso le storie si imparano molte cose. Lo storytelling può essere uno strumento utilizzato dagli operatori di marketing per capire cosa sta succedendo nel mercato e sapere quali sono i cambiamenti significativi per il cliente, per il consumatore, per la società, e quindi per il brand e l’azienda.
  3. Lo Storytelling può essere anche un importante strumento che consente ai professionisti del marketing di coinvolgere i consumatori direttamente, catturando la loro attenzione. Lo storytelling non deve essere solo un approccio creativo di marketing, ma deve offrire ai clienti un accesso diverso, più confidenziale, al brand.

Gli Yankee usano lo Lo storytelling come cuore della loro comunicazione da oltre 100 anni e con diversi media

Uno dei grandi brand nel mondo che ha utilizzato e ancora utilizza lo storytelling sono gli Yankee. Questo modo di comunicare è il cuore del loro branding da oltre 100 anni. Attraverso lo storytelling non raccontano solo il viaggio dell’eroe, ma riescono ad usare anche il fallimento per utilizzarlo nella relazione. Quando le cose non vanno bene si focalizza l’attenzione sulle lotte individuali, si cercando opportunità di redenzione e riscatto, rimandando al futuro le prossime sfide e alimentando la relazione. Sulla loro rete YESTV, mandano in onda spettacoli nei quali condividono le grandi storie di giocatori del passato e del presente. Oppure raccontano le storie dei fan famosi.

Certamente dopo 100 anni un brand del genere ha un imponente bagaglio di storie da raccontare. Ma bisogna anche sottolineare che non è solo la storia a fare importante il brand. È anche il tipo di narrativa adottata. Nel caso degli Yankee si tratta di una narrativa condivisa tra i newyorkesi, la squadra e i loro fan. Il fallimento, la redenzione e il successo sono usati per rendere l’organizzazione un po ‘più umana e un po’ più riconoscibile, ma anche per far avvicinare i fan al brand. E se non bastasse, gli atleti hanno da un paio d’anni disponibile una piattaforma proprietaria con la quale condividere le proprie storie individuali. Lo storytelling non è solo racconto, ma più che altro condivisione delle proprie esperienze. Per un brand è una modalità calda di cominciare e di stare in relazione con i propri clienti