HomeNewsIl 21% degli utenti utilizza la ricerca vocale ogni settimana

Il 21% degli utenti utilizza la ricerca vocale ogni settimana

Nuova indagine rileva i dati relativi alla diffusione della ricerca vocale. Un'occasione anche per il tuo business. Scopriamo i dettagli!

Il 21% degli utenti utilizza la ricerca vocale ogni settimana

Quick links

Uno studio condotto da Uberall ha rivelato nuove informazioni relative alla crescita della ricerca vocale come strumento per trovare informazioni relative ad attività locali.

Il report è il risultato di un’indagine che ha coinvolto un migliaio di consumatori, i quali sono stati intervistati circa gli utilizzi che fanno della tecnologia voice.

I dati

I risultati pubblicati all’interno del report testimoniano una sempre maggiore tendenza da parte degli utenti ad affidarsi alla ricerca vocale. Nello specifico:

  • L’11% degli intervistati ha affermato di utilizzare la ricerca vocale almeno una volta a settimana.
  • Il 9.8% ne fa uso ogni giorno.

Quali potrebbero essere i motivi dietro questo numero?

Sempre dal report, emerge che chi usa frequentemente la ricerca vocale lo fa:

  • Da casa (37%)
  • In macchina (34%)
  • Mentre si sta dirigendo in un determinato luogo (11%)

Inoltre, il 48% degli intervistati che fa uso di voice search, la utilizzerebbe generalmente per cercare informazioni riguardo attività local presso le quali si stanno dirigendo.

Un’opportunità da sfruttare per i proprietari di tali attività.

A tal proposito, puoi approfondire l’argomento nel nuovissimo video pubblicato all’interno del gruppo Marketers, in cui Dario, in compagnia di Juxhin Radhima (direttore di una startup partner di Marketers Accelerator), discute del futuro della ricerca vocale e di come gli imprenditori potrebbero trarne vantaggio per la propria attività.

Perché le persone non usano (ancora) la ricerca vocale?

Nonostante l’importante crescita nel tempo, quest’indagine può essere vista anche da un altro aspetto: il 57% degli intervistati non ha mai fatto uso della ricerca vocale.

I motivi sono diversi:

  • Poca confidenza con tale tecnologia (23,2%)
  • Considerata non efficiente (19,7%)
  • Considerata non abbastanza accurata (13,5%)

Chiaramente, ci troviamo ancora nelle fasi iniziali del ciclo di adozione della tecnologia esaminata. La vera sfida, per i business, consiste nel comprendere come cogliere l’occasione per muoversi prima dei competitors.

Il tuo business sfrutta la ricerca vocale per farsi trovare dai propri clienti? Pensi che nel futuro il voice sarà sempre più importante? Fammelo sapere nei commenti!