Seleziona una pagina

Analizziamo 6 tecniche pratiche di link building da inserire nella propria strategia SEO per migliorare il posizionamento di una pagina o un sito web e ottenere più visite.

Seo link building

La link building è una tecnica che viene utilizzata in ogni strategia SEO.

Un tempo l’algoritmo di Google era più semplice e dei buoni backlink erano una garanzia per posizionare il proprio sito web e aumentare il numero di visite.

Oggi la situazione è più complessa, i fattori di posizionamento SEO si sono moltiplicati e ci vuole più abilità per ottenere i risultati sperati.

La buona notizia è che se il lavoro di costruzione dei link è fatto a dovere, si ottengono risultati concreti ed evidenti.

La domanda è:

qual è il modo migliore per fare link building e ottenere backlink di qualità verso il nostro sito?

Quando ci si trova a pianificare una strategia SEO per posizionare un progetto web, la costruzione dei link appare una questione complessa e ci poniamo milione di domande sull’argomento. Questo post nasce per rispondere a queste domande indicando una serie di consigli pratici per fare link building e ottenere risultati.

Con l’arrivo di Panda, uno degli aggiornamenti più “incisivi” dell’algoritmo di Google, in molti nell’ambiente si sono cominciati a chiedere se era possibile fare una buona SEO solo generando contenuti di qualità e di valore, ignorando i link.

La risposta è: dipende!

Secondo Rand Fishkin, autorità sacra del settore, è possibile ma solo in alcuni casi o scenari. Se la nicchia in cui vogliamo posizionarci ha una certa competizione, sarà quasi impossibile raggiungere le prime posizioni nella SERP dei risultati di ricerca solo con contenuti di qualità.

Inoltre, questo sarebbe un paradosso che smentisce la tesi:

se un contenuto è di qualità e dà valore agli utenti, perché nessuno lo linka?

Fare link bulding significa creare valore

link building naturale

Mi stupisce come ancora oggi diversi blogger e marketer affidano la propria strategia di link building unicamente ai link a pagamento. Contattano un sito web, concordano un prezzo per un post con un link all’interno e il gioco è fatto.

Comprare backlink non è sbagliato in assoluto, il punto è che Google è sempre più abile a scoprire link artificiali (il su citato Panda) e se non si procede con cautela, si rischia di penalizzare il proprio sito.

Ecco perché se hai letto un po’ in giro sul web, sicuramente hai trovato una certa insistenza sul concetto di “link building naturale”.

Il principio è giusto, i link si devono “meritare” come conseguenza della produzione di contenuti di valore. D’altra parte, però, ogni strategia di link building è artificiale proprio in quanto strategia (che quindi viene pianificata a tavolino e implementata artificialmente).

La verità sta nel mezzo. Una buona strategia SEO prevede di fare link building creando valore (quindi naturalmente) per ottenere link da altri siti web (anche in maniere “artificiale”).

Prima di vedere come fare nella pratica, rispondiamo a una domanda fondamentale:

quanti backlink devo ottenere?

Devi pensare che i nuovi link che guadagni con la tua strategia di link building devono essere costanti. Se il sito è nuovo, la creazione di questi collegamenti deve essere lenta e il più naturale possibile, in modo che Google non la percepisca come link building artificiale.

Ma è anche importante sapere che molte delle tecniche SEO di link building non funzionano più come una volta. Quindi, metti da parte directory, commenti sui forum, ecc.

PICCOLO CONSIGLIO

Entra nella Marketers Community. Scopri insieme a noi strategie e consigli su come lanciare il tuo Business Online. L'accesso è gratuito, vai ora alla pagina di iscrizione.

6 tecniche di SEO link building

link building

Passiamo all’azione. Esaminiamo nel dettagli 6 tecniche di link building che puoi usare fin da subito per potenziare la tua strategia SEO e provare a migliorare il posizionamento del tuo sito per ottenere più traffico.

1. Crea grandi contenuti che attirano link

Questa è la prima cosa da fare per ottenere link. Dopo tutto, cosa motiverà un'altra persona a regalarti un link se non la qualità? Il tuo contenuto, null’altro.

Si dice che il contenuto è re (Content is King). Questo è vero, ma si potrebbe correggere in: la creatività è il re.

Si possono avere grandi contenuti, ma se ci si focalizza sugli stessi problemi e sullo stesso taglio di altri blog, che cosa ti distinguerà? Perché qualcuno dovrebbe mettere un backlink verso il tuo sito e non un altro? Nel marketing questo è noto come USP, Unique Selling Proposition. Anche se lo chiami in modo diverso, non importa. Assicurati solo che il tuo sito offre qualcosa che gli altri non fanno.

Se non sai come cominciare, qui trovi 10 tecniche per trovare nuove idee per scrivere nuove contenuti.

2. Sfrutta il principio di reciprocità: linka altri blog

link building reciprocità

Questa è una delle tecniche per ottenere link che quasi nessuno utilizza. Perché è efficace? Al giorno d’oggi sono pochi i blogger che non monitorano costantemente il proprio programma di analisi dei dati del sito web (quasi sempre Google Analytics). Se notano del traffico in ingresso da un nuovo sito, è molto probabile che vadano a vedere di che si tratta.

A questo punto entrano in gioco i contenuti di qualità che hai creato. Se vengono percepiti così dai blogger che visitano il tuo sito, non esiteranno a linkarti in futuro o almeno a lasciare un commento, un segnale che in futuro potresti ottenere qualcosa (vedi i punti 3 e 4).

Questo processo si verifica sulla base di una cosa chiamata “reciprocità” che, secondo  Robert Cialdini, è uno dei sei principi della persuasione. In sostanza, è la tendenza delle persone a sentirsi “in debito” con qualcuno che ha fatto qualcosa per loro.

3. Realizza un’intervista

Conosci persone influenti del tuo settore? Puoi proporgli una collaborazione attraverso un’intervista.

Ci sono diversi modi per farlo, ma il più comune (e semplice) è il contatto via e-mail o attraverso un social network. Chiedi loro se sono interessati e se accettano, invia la lista di domande (cerca di non farne più di 5 o rischi di essere noioso).

Dopo aver ricevuto le risposte, organizzale in un articolo e invialo all’intervistato per metterlo a conoscenza che il contenuto è online. E’ quasi certo che condividerà il tuo nuovo articolo e ci sono buone possibilità che lo collegherà con un link a qualcuno dei suoi post.

Ci sono due cose molto importanti con cui si può aumentare esponenzialmente la probabilità di ottenere backlink tramite un’intervista:

  • Il tipo di domande che fai. La qualità è più importante della quantità, tanto che anche da una sola domanda è possibile creare ottimi articoli e ottenere molti link in ingresso.
  • Le persone che intervisti. Più sono competenti e offrono valore, maggiori saranno i link e le visite.

4. Fai rete con altri blogger “complementari”

Questa tecnica è molto utile e facile da fare. L’idea è entrare in contatto con altri blogger che trattano un argomento simile al tuo ma che non sono tuoi competitor diretti.

Se per esempio il tuo blog parla specificatamente di smartphone, potresti contattare altri blogger che trattano di tablet e pc. Oppure, se il tema del tuo blog è “come usare WordPress”, potresti contattare blogger che si occupano di SEO e affiliazioni.

Il fine è quello di creare una rete in cui dare e ricevere backlink di qualità utili per il nostro progetto. Contatta più blogger possibili per creare una rete di almeno 10 persone, definisci il tipo di relazione (numero di link, tipologia, modalità di implementazione, ecc.) e inizia a sfruttare queste relazioni per creare link intelligenti.

E’ importante tenere a mente due cose:

  • I blog non devono trattare lo stesso argomento ma essere complementari. In caso contrario ci sarebbe un conflitto di interessi che rende impossibile l’inserimento di backlink.
  • Non si tratta di uno scambio di link. Se si mette in pratica la logica “tu dai un link a me, io ne do uno a te”, l’effetto di entrambi i link si annulla.

5. Link Building con facebook Ads

Questo modo di ottenere backlink è poco diffuso ma se usato correttamente può portare grandi risultati. L’idea è quella di sfruttare gli annunci di Facebook Ads per mostrare i tuoi contenuti di valore alle “persone giuste”.

Per fare link building con le inserzioni Facebook sfruttiamo la possibilità di targettizzare con precisione il pubblico degli annunci. In base al tuo settore, devi cercare di raggiungere le “persone giuste” selezionandole in base al loro posto di lavoro.

Ad esempio, è possibile utilizzare gli annunci Facebook per rivolgerli ai giornalisti e ottenere una backlink da un loro articolo. Se il tuo progetto si muove nell’ambito della tecnologia, puoi riferirti a riviste online come Wired, Millionaire, Focus, Dday, ecc. Se invece sei nel campo della moda, puoi riferirti a riviste come Style, Elle, Amica, Vanity Fair, ecc.

L’importante è selezionare correttamente il pubblico delle inserzioni.

Ecco un esempio pratico delle voci che si possono selezionare per individuare un pubblico di giornalisti in ambito moda:

seo backlink con facebook ads

Se vuoi impostare la tua strategia di backlink attraverso i social, ti segnalo questa Guida su Facebook Ads.

6. Ottenere link con la tecnica della Guestographic

La Guestographic è una tecnica di link building che punta tutto in maniera esclusiva sulla creazione di valore. Si tratta di utilizzare le infografiche in modo alternativo a quello comune.

Invece di pubblicare un infografica e aspettare che qualcuno la condivida, si pubblica l’infografica direttamente su un altro sito (con la “tangente”).

In altre parole, stiamo facendo guest posting con le infografiche.

Questa tecnica è stata descritta da Brian Dean su Backlinko e si riassume nei seguenti passaggi:

Fase 1: creazione dell’infografica

Crea un’infografica di qualità che offre un valore unico per i tuoi lettori. Il design è una parte fondamentale di ogni infografica. La gente condividerà il tuo contenuto se è affidabile, con dati chiari e bello da vedere.

Fase 2: trovare i siti a cui  presentare il tuo contenuto e contattali

Fai una ricerca delle parole chiave per trovare siti web interessanti da cui ottenere backlink. Dopo averli individuati, contattali con una mail di questo tipo:

Salve, questa è la mia nuova infografica:

[link Infografica]

Sono molto interessato a condividere la mia infografica sul vostro sito. Sarò felice di creare un’introduzione unica e originale per dare ancora più valore al contenuto qualora la collaborazione vada in porto.

Grazie,

[tuo nome]

Se la richiesta viene accettata, passa al punto successivo.

Fase 3: Ottenere il backlink

La maggior parte degli utenti inserisce il link sotto l’infografica, automatizzando il processo quando qualcuno la incorpora in un post sul blog.

Questo tipo di link non è l’ideale agli occhi di Google. Va bene quando il collegamento è spontaneo, ma per ottenere un backlink di qualità in questo caso si può fare di meglio.

Il modo migliore per ottenere backlink utilizzando un’infografica è il link contestuale. Un collegamento contestuale è un collegamento ipertestuale inserito direttamente nel testo, come i classici link interni che inseriamo nelle pagine. Quando scrivi il contenuto originale da inviare con l’infografica, aggiungi  un collegamento ipertestuale che punta al tuo dominio.

Bene, adesso non ti resta che mettere in pratica questi suggerimenti e iniziare a creare la tua strategia di link building!

L’ideale è alternare i diversi modi per ottenere link in ingresso in modo da rendere il tutto il più naturale possibile.

Ricorda però che questo non basta. L’ottimizzazione SEO di un sito web o una pagina richiede diverse pratiche che, insieme alla link building, ti consentiranno di posizionare il tuo sito web dove desideri.

Il processo potrà risultare lungo, soprattutto per parole chiave con alti livelli di competizione, ma non esiste altra via per mettere in campo una strategia SEO efficace.

Prima di lasciarci, se il tuo obiettivo è aumentare le visite al tuo sito web, ti consiglio di leggere queste due guide:

Inoltre, qui su Marketers Media trovi diversi contenuti con consigli e strategie per migliorare i risultati del tuo progetto web, che puoi trovare facilmente utilizzando il menu in alto.

FALLO ORA

Se vuoi scoprire come far decollare il tuo Business Online, accedi gratuitamente al nostro gruppo privato dove troverai tips, consigli pratici e suggerimenti per la tua attività. Entra ora in Marketers.

Emanuele Amodeo

Web Marketer e consulente, da sempre curioso e poi studioso di Internet, creo, sviluppo e gestisco business online e aiuto imprese e professionisti a fare lo stesso. Per costruire idee e i progetti amo intrecciare ambiti e competenze non convenzionali (filosofia, psicologia, sociologia, estetica, neuroscienze) con il marketing.

Share This