HomeWeb marketingContent MarketingScrivere un ebook da vendere: metodo ultra-pratico per non lasciare il lavoro a metà

Scrivere un ebook da vendere: metodo ultra-pratico per non lasciare il lavoro a metà

In questa guida imparerai a creare il tuo ebook e pubblicarlo con un metodo testato, facile da replicare. Inizia da subito a scrivere libri digitali.

Scrivere un ebook da vendere: metodo ultra-pratico per non lasciare il lavoro a metà

Quick links

Te la faccio breve.

Un copywriter deve sapere come scrivere un ebook.

Nel caso in cui fossi rimasto fuori dal mondo negli ultimi decenni devo farti una incredibile rivelazione.

libri digitali hanno cambiato il modo in cui leggiamo.

E, di conseguenza, hanno influenzato il mercato editoriale.

Mettiti comodo.

In questo post imparerai a creare un ebook con un metodo che ti permetterà finalmente di trasformare quell’idea nel cassetto in realtà.

“Tutto qui?”

Sappiamo che per un principiante vendere un ebook è complicato. Per questo motivo ti spiegherò come farlo in modo pratico.

Sei pronto?!

Ok, ci siamo.

Devi conoscere a tutti i costi una storia che ti incuriosirà.

Lascia che ti racconti.

Il primo ebook di sempre valeva $100,000,000

Stava per rivoluzionare la storia dei libri.

Quando Micheal Hart, studente dell’University of Illinois, ricevette un account illimitato per usare il preistorico Xerox Sigma V non lo sapeva.

Aveva avuto quella possibilità grazie a due suoi amici operatori al Materials Research Lab dell’università.

“Devo riuscire a creare $100,000,000 di valore”.

Era il 4 luglio 1971, l’umanità accaldata si stava timidamente approcciando ai computer.

È andata più o meno così.

All’epoca per usare un computer c’era bisogno di un account che aveva un costo: quello ricevuto da Micheal valeva, appunto, circa $100,000,000.

Nessuno sapeva cosa fare in tutto quel tempo davanti a un computer.

Micheal ebbe un’intuizione.

Avrebbe usato quell’aggeggio per archiviare e consultare informazioni in modo più efficace e rapido.

Si trovava per le mani una copia della Dichiarazione di Indipendenza degli Stati Uniti.

(Era il 4 luglio, ricordi?)

Immagina questo ragazzo entusiasta battere le dita sulla tastiera fino a ricopiare l’intero documento.

Il primo ebook era nient’altro che un file di testo. Eppure fu una svolta.

Micheal non sapeva che farsene: decise di renderlo pubblico.

Aveva intuito che un grande beneficio di quei macchinari infernali era la possibilità di replicare un file all’infinito.

Chiunque avrebbe potuto avere una copia della Dichiarazione di Indipendenza.

Ecco come aveva ripagato quei $100,000,000 di tempo.

Era appena nato il primo libro digitale e, con lui, Project Gutenberg.

L’idea di base di questo progetto è diffondere la cultura attraverso la rete. Oggi, sul loro sito, ci sono 58,711 libri da scaricare gratis.

Nel mondo sono nati progetti simili e buona parte dei libri venduti nel mondo sono ebook.

Ecco perché in questo post imparerai a creare il tuo primo ebook.

Tuttavia prima di scriverne uno dovresti sapere una cosa.

Come leggere ebook: ereader, app e software per la lettura

Capire in quali modi si possa leggere ebook è importante per comprendere come sfruttare al meglio questo strumento.

Più avanti vedremo quali sono i motivi per scrivere un ebook invece di un libro tradizionale.

Per ora ti basta sapere che i libri digitali:

  • sono più economici,
  • hanno costi di produzione bassi,
  • possono aver una grandissima diffusione.

Tutto ciò è dovuto ovviamente alla loro natura digitale e, di conseguenza, ai dispositivi su cui vengono consumati.

1 – Ebook reader

Hai presente il Kindle oppure un Kobo?

Ecco, sono ebook reader, come questo:

kindle ebook reader

Il loro prezzo varia: da poche decine di euro fino ai €300 dei migliori ereader sul mercato.

Se non ne avessi mai visto uno, ti basta sapere che si tratta di dispositivi simili a un tablet, ma con uno schermo pensato per la lettura.

Vengono venduti con un sistema operativo proprietario. Non hanno né iOS né Android.

In questo sistema operativo è integrato uno store nel quale acquistare libri.

Sul più venduto, il Kindle, prodotto da Amazon, trovi tutti gli ebook che compri sul sito.

È stata un’altra piccola rivoluzione.

Prima dell’integrazione del Wi-Fi nei Kindle, infatti, comprare ebook era molto più complicato.

Oggi basta un tocco.

2 – Ebook per iPad e tablet

Ricordi cos’ho appena detto?

Un ebook reader è un dispositivo simile, per forma e dimensioni, a un tablet.

Infatti è possibile leggere libri anche su un iPad o su qualunque tablet Android.

Le differenze?

  • Schermo. Gli ebook reader sfruttano una tecnologia chiamata “inchiostro elettronico” che affatica meno la vista. I tradizionali tablet, invece, usano schermi come quelli di computer e smartphone. Per questo motivo sono meno adatti alla lettura.
  • Autonomia. Il più grande difetto di tablet e smartphone è la poca durata della batteria. Lo schermo consuma tanta energia. Per questo gli ereader, che hanno un display più minimale, hanno un’autonomia maggiore.
  • Costo. Per quanto esistano ebook reader molto costosi, in generale sono più accessibili. Un tablet di media fascia può costare anche €150, mentre puoi comprare ereader entry level a circa €50.

Nonostante tutto, esistono comunque dei tablet per leggere e ci sono svariate app per ebook sia per iOS che Android.

3 – Ebook per iPhone e smartphone

Devi sapere una cosa.

Micheal Hart, l’inventore dell’ebook, è morto nel 2011.

Chi ne parla lo dipinge come un uomo che pensava sempre al futuro. Per i 40 anni degli ebook, proprio nel 2011, aveva detto:

Oggi a pranzo ero seduto vicino a una persona che a un certo punto ha iniziato a leggere un libro sul suo telefonino. È da lì che passerà il futuro, per questo stiamo adattando i testi disponibili su Gutenberg agli smartphone e al Kindle.

Aveva ragione.

In effetti, secondo le ricerche di mercato, quasi il 65% di chi legge ebook lo fa su uno smartphone.

Pensa che solo il 7% usa lo strumento più di idoneo, cioè un ereader.

Ecco spiegata la grande diffusione di app per leggere ebook dal cellulare:

  • Kindle (app ufficiale di Amazon)
  • iBooks
  • Google Play Books
  • Kobo Books.

4 – Ebook su pc e Mac

Ovviamente è possibile anche leggere ebook sul computer.

Nel caso di libri in pdf ti basta un comune lettore come Acrobat Reader (o qualunque altro software per pdf).

Per quanto riguarda gli altri formati, invece, esistono soluzioni migliori:

  • Calibre. Si tratta di una libreria digitale, che ti permette di organizzare al meglio i tuoi libri digitali. Puoi leggere ebook in qualunque formato e trovarli in modo molto semplice. È disponibile sia su Windows che su macOS.
  • Apple Libri. Questo è un programma disponibile solo per chi ha un Mac. Oltre a poter scaricare libri dall’Apple Store, puoi importarne anche di tuoi.
  • MagicScroll. In questo caso non ti serve installare nessun software per ebook. Si tratta, infatti, di un sito web accessibile da qualunque browser. Tutto quello che devi fare è caricare il libro che vuoi sfogliare.

Formato ebook: cosa devi sapere per non sbagliare la scelta

Non sono tutti uguali.

Esistono vari formati ebook.

In parallelo alla loro diffusione e alla crescita dei dispositivi disponibili per leggerli se ne sono diffusi di nuovi.

Oggi i più comuni sono 4:

  1. PDF. Tra i primi formati disponibili (2001), è probabilmente il più conosciuto. Oltre che per gli ebook, viene utilizzato per i documenti.
  2. EPUB. Formato aperto, supportato da un grande numero di dispositivi – non dai Kindle di Amazon.
  3. MOBI. Altro formato aperto, che offre meno possibilità di personalizzazione. Più adatto a dispositivi dallo schermo piccolo, è supportato da Kindle e diversi altri dispositivi.
  4. AZW. Formato realizzato da Amazon per i Kindle. Gli unici altri dispositivi su cui è possibili leggerli sono quelli che supportano l’app Kindle.

Presta attenzione.

Ci siamo. Stiamo per entrare nel vivo di questa guida per imparare a scrivere ebook da vero professionista.

Sei concentrato?

Prima di vedere “come fare”, andiamo ad analizzare qualcosa di molto importante.

Perché scrivere un ebook? 5 motivi per cui iniziare (ieri)

Se sai già benissimo quali sono i vantaggi di creare un ebook, salta al prossimo paragrafo per scoprire 7 idee per iniziare a scrivere un libro.

Altrimenti continua a leggere.

1 – È digitale!

“E quindi?”

  • È facile da aggiornare.
  • Può essere interattivo.

Nel caso di un errore o di un’informazione da attualizzare è molto più facile modificare un ebook che ristampare un libro cartaceo.

Inoltre, quando scrivi libri digitali, puoi inserire link a risorse sul web per approfondimenti oppure puoi aggiungere immagini (grafici, screenshot, ecc.) da ingrandire.

2 – Condividere passioni e conoscenze

È l’errore che fanno tutti.

Chi non riesce a completare la scrittura di un libro, chi abbandona un blog dopo poche settimane, chi apre e chiude pagine Facebook ogni due giorni sbaglia la stessa cosa.

Non sa cosa sia davvero la scrittura.

Scrivere è condividere quello che si sa, ma anche scoprire luoghi sconosciuti.

Quando inizi a creare un ebook devi sapere che ci saranno tanti ostacoli lungo il percorso:

  • concetti che non riesci a spiegare,
  • punti morti in cui ti impantani,
  • errori che scopri nel cammino.

L’importante è che ti guidi la passione di conoscere.

3 – Iniziare a guadagnare online

Molte persone riescono a fare soldi online vendendo ebook.

Quanti?

Dipende da tanti fattori.

Chi ti dice che esistono metodi per guadagnare migliaia di euro in poche settimane ti mente.

Per costruire un successo duraturo c’è bisogno di tempo e pazienza.

Un ebook può essere un ottimo mattone per costruire le fondamenta della tua strategia di web marketing.

Tuttavia, ricorda, specialmente all’inizio apprezza i piccoli passi.

4 – Costruire il tuo personal brand

Per vendere online devi costruire un rapporto di fiducia con il pubblico.

Il metodo migliore per creare questa relazione è dare contenuti di valore alle persone che condividono un interesse con te.

Il tuo brand è ciò che le persone dicono di te quando non sei nella stanza.

Questa citazione di Jeff Bezos può aiutarti a capire cosa sia il branding.

Per far sì che le persone dicano cose positive su di te – “quando non sei nella stanza” – da’ loro informazioni di valore.

Cosa c’è di meglio di un ebook per farlo?

5 – Creare un prodotto per il tuo pubblico

Un ebook, allo stesso tempo, può essere un potente strumento di digital marketing.

Notalo la prossima volta quando visiti un blog americano.

Quasi tutti offrono un ebook gratis in cambio dell’iscrizione alla newsletter.

Per aumentare le probabilità che le persone facciano qualcosa per te devi dare qualcosa in cambio.

Un libro digitale è un “regalo” di grande valore.

Tra poco vedremo come puoi creare contenuti interessanti.

Ma capisci, no?

Scrivere un ebook è un’attività meno impegnativa rispetto, per esempio, a registrare un videocorso: nonostante questo può darti grossi vantaggi.

Su cosa scrivere un ebook: 7 idee per il tuo libro digitale

Stai per scoprire come iniziare a creare il tuo ebook con un metodo applicabile da subito.

Lascia che ti dia prima un consiglio.

Se vuoi imparare a scrivere un libro con questa strategia dovresti già avere un’idea da sviluppare.

Non sai di cosa parlare?

Tranquillo.

Stiamo per analizzare insieme una serie di argomenti che potresti trattare. Prenditi del tempo per riflettere e poi vai avanti.

1 – Introduzione a…

In quale campo vuoi diventare un esperto?

Ecco, un buon modo per posizionarti come punto di riferimento del settore è scrivere una lunga guida introduttiva.

Capisci, no?

Questo è un ottimo esempio in cui l’ebook marketing ti può aiutare a “scaldare” il tuo pubblico.

Con un contenuto del genere puoi avvicinare potenziali clienti all’argomento di cui parli e, allo stesso tempo, puoi educarli alla tua comunicazione.

2 – Racconta una storia

Il cervello umano è fatto in modo da percepire una storia ben raccontata come se fosse effettivamente vissuta.

In altre parole, con una storia puoi riuscire a far immedesimare il lettore in te stesso.

Lo storytelling ha questo magico potere: dare forma e consistenza a idee che altrimenti rimarrebbero parole al vento.

Raccontare il percorso che ti ha portato a essere dove sei è un ottimo modo per aumentare la credibilità di ciò che dici.

3 – Una guida completa

La differenza fondamentale con una introduzione è il pubblico di riferimento.

Se nell’ultimo caso il tuo target è composto da principianti, con una guida completa puoi permetterti di andare nello specifico.

In questo caso la scelta dell’argomento dipende dalla tua conoscenza del settore.

  • C’è qualcosa di particolarmente ostico da imparare per avere successo?
  • Esiste un ostacolo che tutti, prima o poi, dovranno superare?
  • Qual è lo strumento che bisogna saper usare a tutti i costi?

Ecco, queste sono alcune domande che devi farti per scegliere il topic per un ebook in modo corretto.

4 – Case study efficaci

Il limite che impedisce a molte persone di imparare qualcosa di nuovo è semplice.

Comprendono la teoria, ma non riescono a metterla in pratica.

La pratica è il momento in cui apprendiamo davvero ciò che abbiamo ascoltato, letto, visto.

Per questo motivo ti ho detto che, prima di spiegare il metodo per realizzare ebook, devi avere in mente un’idea di libro da scrivere.

Quando questo non è possibile esistono i casi di studio.

In poche parole, si tratta di raccontare eventi reali da cui è possibile trarre insegnamenti pratici e chiarimenti riguardo la teoria.

5 – Liste

  • 37 siti che devi conoscere se gestisci e-commerce
  • 69 software che semplificano la vita a ogni graphic designer
  • 27 tool per chi vuole creare landing page efficaci
  • 17 errori che tutti i copywriter principianti fanno

Ci siamo intesi, no?

Tutti adoriamo le liste, perché amiamo informazioni impacchettate in modo rassicurante.

Nel maremoto di conoscenze in cui ci troviamo avere una bussola per orientarci ci fa sempre piacere.

A parte questo, una lista ben strutturata e pensata può dare davvero tanto valore al tuo pubblico.

6 – Best-of del tuo blog

Ovviamente questo vale se hai già un blog abbastanza strutturato.

Con Google Analytics puoi facilmente andare a vedere quali sono i post che hanno maggior successo.

Con altri strumenti, invece, puoi scoprire quali sono quelli che hanno ricevuto più condivisioni sui social network.

Fai una raccolta.

Costruisci un percorso attraverso i contenuti che hai già scritto e pubblicato.

Così facendo rafforzerai il tuo messaggio e darai la possibilità a chi ti conosce da poco di leggere tutto quello che gli serve.

7 – Scrivi un manifesto

Attenzione: maneggiare con cura.

Ecco la definizione di “manifesto” per Wikipedia:

Un manifesto è una dichiarazione pubblica (in genere espressa in forma di opera letteraria o lettera aperta) che definisce ed espone i principi e gli obiettivi di un movimento o di una corrente politica, religiosa o artistica e di coloro che decidono di aderirvi.

Un esempio di manifesto è il Manifesto del partito comunista di Karl Marx.

Come (e quando) puoi scriverne uno?

Rifletti.

Se nel tuo settore è diffusa una credenza che ritieni errata oppure un modo di fare sbagliato, prendi una posizione netta.

È un’ottima strategia per rafforzare un personal brand.

Pensa al tuo sistema di credenze: esponilo in una serie di punti chiari e decisi su quello che bisogna fare e non bisogna fare.

Vuoi un esempio?

Leggi il Conversational Copywriter’s Manifesto.

Come scrivere un ebook: metodo ultra-pratico per non lasciare il tuo libro a metà

Ora si fa sul serio.

Hai bisogno di tutta l’attenzione possibile:

  • Silenzia le notifiche del cellulare.
  • Spegni la televisione.
  • Chiudi la porta della stanza dove ti trovi.

Dedicati solo alla lettura.

Da qui in avanti imparerai a scrivere, realizzare e pubblicare un ebook.

Sei pronto?

Andiamo!

1 – Crea una struttura (provvisoria)

C’è chi ti dirà che è inutile.

Invece creare una struttura, soprattutto per chi è all’inizio, è il miglior modo per concentrarsi al massimo.

  • Decidi un titolo per l’ebook (provvisorio)
  • Pensa agli argomenti specifici di cui vuoi parlare
  • Raggruppali in macro-categorie
  • A ciascuna macro-categoria assegna un titolo.

Ecco un esempio:

Una griglia del genere ti aiuta a superare il blocco dello scrittore.

Non è una “costrizione”.

Sei libero di cambiare, tagliare, adattare.

Ma senza una base da cui partire dove vuoi arrivare?

2 – Organizza le idee

È uno degli errori più comuni.

Pensare di sapere (o dover sapere) tutto sull’argomento di cui andrai a parlare.

Mettiamolo in chiaro.

Essere esperti vuol dire avere grandi conoscenze, ma anche una forma mentis particolare.

Devi essere in grado di trovare informazioni di cui hai bisogno rapidamente.

La griglia ti aiuterà, ancora una volta, a capire cosa approfondire.

Prenditi del tempo per ragionare: fai ricerche, leggi, prendi appunti.

E se, durante la scrittura, hai altri dubbi non esitare a ripetere la stessa operazione.

Scrivere, in fin dei conti, è un ottimo modo per imparare.

3 – Abituati a scrivere regolarmente

Quante volte ti è capitato?

Lasciare il lavoro a metà è quanto di più comune per chi ha provato a scrivere un libro.

L’unico modo per concludere la scrittura di un ebook è creare una nuova abitudine.

La scrittura prolungata.

Devi abituarti a scrivere almeno per mezz’ora, un’ora al giorno.

Ovviamente prova ciò che è meglio per te.

Io preferisco scrivere un articolo, un ebook o uno speech nel minor tempo possibile.

Così facendo riesco a mantenere il filo con più facilità.

4 – Scrivi una prima bozza

Una volta che sei riuscito a prendere l’abitudine di scrivere ogni giorno sei a un ottimo punto.

Il mio consiglio è scrivere di più ogni giorno.

Non c’è corso che tenga.

Una volta che avrai imparato le tecniche il più grande maestro per te stesso sei tu.

Impegnati a migliorare il tuo stile di scrittura poco alla volta.

Cerca di scrivere una prima bozza del libro nel minor tempo possibile.

Avere una strada tracciata ti aiuterà a prendere coraggio davanti alla mole di lavoro da fare.

Ci sarà tempo per correggere tutto quello che non va.

5 – Fai l’editing

Siamo arrivati a quella che è l’ultima fase: l’editing.

È fondamentale.

Molti la ignorano: qualcuno pensa sia tempo perso, qualche altro crede che la bozza sia già perfetta.

In realtà ci sono sempre:

  • Errori da correggere
  • Frasi da semplificare
  • Parole da cambiare

Lascia il testo che hai scritto da parte per una giornata o anche di più.

Dopo riprendilo, rivedilo (anche più volte) e miglioralo.

Quando fai l’editing di un testo impari a scrivere meglio.

L’apprendimento sta nel notare le differenze.

  • Cosa funziona nei libri di successo?
  • Un articolo scritto bene in cosa è diverso dal tuo?
  • Cos’è che ti ha fatto leggere un eBook da cima a fondo in poche ore?

Fatti queste domande e applica ciò che impari a quello che hai scritto.

Come realizzare un ebook: 2 metodi per creare il tuo libro

Per scrivere un ebook ti basta un programma come Microsoft WordLibreOffice.

Tuttavia, se vuoi creare un ebook da vendere, devi impaginarlo in un formato supportato dalla piattaforma su cui andrai a pubblicarlo.

Stiamo per scoprire 2 modi, molto semplici, per realizzare un libro.

Prima assicurati che il tuo testo sia formattato e presentato professionalmente. Qualche consiglio:

  • Inserisci una breve introduzione e una conclusione.
  • Aumenta l’interlinea per facilitare la lettura.
  • Inserisci delle interruzioni di pagina alla fine di ogni capitolo.
  • Assicurati che il sommario sia generato in modo corretto.
  • Se non lo fosse, controlla che i titoli dei capitoli siano formattati bene.

Ora ci siamo.

Vediamo cosa devi fare nello specifico per poter creare un ebook da pubblicare.

Creare un ebook in pdf: come usare i template Canva

Questo è il metodo più semplice e veloce. Tuttavia potrai realizzare solo ebook in pdf. Tutto quello di cui hai bisogno è Canva, un sito web pensato per realizzare progetti grafici online.

Registrati su Canva. Crea un account gratuito. Ricorda che con Canva, oltre agli ebook, puoi creare grafiche . Successivamente vai qui e clicca su “Inizia a progettare un e-book”.

template per scrivere ebookScegli un modello. Canva ti offre diversi template per ebook gratuiti e pronti all’uso. Scegli quello che ti piace di più nel menù a sinistra.

Impagina il testo. Dopo aver realizzato la copertina, clicca su “Add a new page” e inizia a inserire il testo. Regolati con lo spazio a disposizione: pensa anche alle immagini da usare.

Inserisci le immagini. Ogni template è fornito con delle fotografie predefinite. Questo ti aiuta a impaginare in maniera corretta. Cambia le immagini alla fine dell’impaginazione.

Salva e condividi. Quando avrai rivisto l’ebook realizzato clicca sul bottone “Download”, in alto a destra, per salvarlo in pdf.

Realizzare un ebook epub: 8 cose da fare per non sbagliare

Per creare un ebook epub (o mobi) devi scaricare Calibre – un programma per leggere ebook sul computer di cui abbiamo già parlato.

Vediamo cosa devi fare una volta installato il software.

Salva in HTML. Quando decidi di salvare il tuo documento di testo crea una copia in HTML. Sia Word che LibreOffice ti offrono quest’opportunità nella finestra di salvataggio.

Personalizza l’ebook. Apri Calibre e clicca su “Aggiungi libri” e scegli il file HTML. Successivamente clicca su “Modifica metadati” e inserisci le informazioni necessarie.

Inserisci una copertina. Nella stessa schermata puoi decidere la copertina dell’ebook. Nel caso in cui non ne avessi una puoi generarla automaticamente.

Converti in epub. Torna alla schermata principale. Questa volta scegli “Converti libri” e come formato output (menù a tendina a destra) seleziona “epub”.

Cambia aspetto. Vai nella sezione “Aspetto” e clicca sulla tab “Disposizione”: qui spunta l’opzione “Rimuovi gli spazi tra i paragrafi”.

Crea l’indice. A questo punto vai nella sezione “Indice” e clicca sulla bacchetta magica all’altezza della voce “Livello 1 Indice”. Nella finestra che apparirà apri il menù a tendina e scegli “h1”.

Salva il file. Ora puoi confermare, premendo il tasto “OK” in basso. Il tuo ebook in formato epub sarà salvato nella cartella predefinita – la trovi nelle impostazioni.

Controlla. Collega il tuo ereader e carica l’ebook per verificare la leggibilità.. Se hai un Kindle, converti l’epub in mobi – formato necessario anche per vendere ebook su Amazon.

Pubblicare un ebook e guadagnare: come puoi vendere i tuoi libri digitali in modo semplice

Manca solo questo.

Adesso che hai il tuo ebook nel formato che ti serve puoi cominciare a pensare a come venderlo online.

Stiamo per scoprire principalmente due modalità:

  • vendere ebook sul proprio sito;
  • self-publishing.

Ci sei?

Facciamo quest’ultimo passaggio.

Vendere ebook sul proprio sito

Se hai un blog WordPress, puoi creare una landing page per mettere in vendita il tuo ebook.

Ti serve:

  • un blog abbastanza visitato;
  • una strategia di marketing;
  • (possibilmente) una newsletter;
  • canali social per pubblicizzare il libro;
  • PayPal per ricevere i pagamenti.

Per quanto riguarda i plugin necessaria te ne può bastare uno come Easy Digital Downloads.

Attenzione.

Una grande differenza tra questo metodo di pubblicazione e il self-publishing sta nell’assistenza: pubblicando l’ebook sul tuo blog dovrai occupartene tu.

Allestisci un’assistenza clienti per far fronte alle richieste di supporto che arriveranno.

Introduzione al self-publishing: quale scegliere?

Se non vuoi star dietro a tutta la parte organizzativa, puoi affidarti a un servizio di autopubblicazione.

Ovviamente ciò ha un costo.

L’editore tratterrà una percentuale sul costo del libro. Valuta tu quale sia l’opzione migliore.

Vediamo ora 4 opzioni di self-publishing a tua disposizione.

Lulu. Puoi scegliere di stampare un libro cartaceo o di pubblicare un ebook. L’autopubblicazione di un ebook con Lulu è facile. I guadagni sono pagati tramite PayPal.

Amazon. Prepara l’ebook in .mobi, crea la copertina e usa Kindle Direct Publishing per pubblicare un libro digitale su Amazon. I guadagni sono del 70% sul prezzo finale.

Google Play. Vendere un libro su Google Play è possibile solo in alcuni paesi (tra cui l’Italia). Sono accettati sia libri in pdf che epub. I guadagni sono del 52% sul prezzo finale.

Apple Store. Per pubblicare un libro su iBooks Author devi configurare iTunes Connect per Apple Books e scaricare iTunes Producer. Come per Amazon, hai diritto al 70% dei guadagni.