HomeGuadagnare OnlineLavorare da CasaEcco come gestire produttività  e tempi di lavoro nel mondo freelance

Ecco come gestire produttività  e tempi di lavoro nel mondo freelance

Essere un Freelance rende liberi dalle gerarchie ma non certo dal tempo e dalle responsabilità del lavoro. Dal momento…

Ecco come gestire produttività  e tempi di lavoro nel mondo freelance

Essere un Freelance rende liberi dalle gerarchie ma non certo dal tempo e dalle responsabilità del lavoro. Dal momento che in ogni professione freelance non ci sono cartellini da timbrare, è buona norma imparare a misurare la propria produttività e gestire il proprio tempo di lavoro

Ecco perché anche se hai il privilegio di essere il capo di te stesso e il tuo orario di lavoro è flessibile, non puoi dare niente per scontato. Quindi, è tempo di riflettere su come aumentare la produttività e gestire il tuo tempo di lavoro da freelance. Pur essendo un freelance, nemmeno tu puoi permetterti un approccio casuale nello svolgimento del tuo lavoro.

Il tempo è la risorsa di ogni freelance. Impara a gestirlo. Più ne hai più puoi essere produttivo, dedicarti a più progetti e guadagnare di più.

Le tue abitudini di lavoro possono avere un enorme impatto sulla tua carriera di freelance. Ora, devi decidere se vuoi sviluppare buone abitudini lavorative produttive oppure abbandonarti al caso e alle distrazioni quotidiane cui è esposto chi lavora da casa.

trucchi per aumentare la produttività

Come fare a rimanere produttivi lavorando da casa

Come accennato prima rimanere produttivi è una sfida, soprattutto quando si lavora da casa. La tua produttività sul lavoro può essere tenuta sotto controllo con una gestione del tempo ottimale e un programma di lavoro pianificato. Posso darti alcuni suggerimenti per migliorare la tua produttività e la gestione del tuo tempo di lavoro, che ti aiuteranno a ottimizzare il tuo lavoro da freelance.

1: Pianifica la tua attività settimanale prevedendo il programma da svolgere ogni giorno. Le attività di pianificazione aiutano a mantenere la disciplina del lavoro e ad aumentare la produttività. Pianifica il tuo programma di lavoro settimanale cercando di prevedere quanto tempo assorbono le diverse attività che devi svolgere. Poi stila un calendario di lavoro settimanale che preveda le attività da svolgere ogni giorno, di ora in ora. Assegna un tempo da dedicare ad ogni attività che devi svolgere ogni giorno. Individua anche gli obiettivi che devi conseguire durante il tempo che hai assegnato ad ogni attività da svolgere ogni giorno. Imposta la scadenza oraria, cioè il tempo da dedicare ad ogni attività, così puoi controllare meglio il tuo orario di lavoro complessivo e alla fine della giornata sapere esattamente cos’hai fatto.

Organizzare la giornata e stabilire obiettivi sono i due tratti principali di un libero professionista produttivo. Per essere sicuro di non sbagliare e di stare nei tempi basta attenersi al programma che hai stilato e i risultati arriveranno da soli.

Un altro vantaggio della pianificazione è di poter prevedere quanto tempo ti occorre per svolgere eventuali nuovi incarichi ed accettarli sapendo bene entro quanto tempo puoi consegnarli, inviando una timeline al cliente

riposa per aumentare la produttività

2: La comunicazione è importante. Dato che sei un freelance, il livello di interazione con i tuoi clienti e colleghi è per lo più limitato a e-mail, SMS, videochiamate e call telefoniche. Rispetto ad un lavoratore dipendente, un freelance è più difficile che incontri frequentemente colleghi di lavoro se non in remoto. Alcuni liberi professionisti si perdono nell’oblio della professione o nella routine e non rimangono in contatto con clienti e colleghi. Devi evitare la trappola dell’isolamento e sforzarti di coltivare le relazioni con i tuoi colleghi. Restare in contatto e coltivare la relazioni è utile anche a livello di brand oltre che per tenersi aggiornati sui progressi e le novità della tua professione.

3: Sfrutta i vantaggi della tecnologia. Il mondo del lavoro è notevolmente cambiato grazie alla tecnologia. Oggi moltissimi lavori e attività possono essere svolte da remoto. Non è necessario essere presenti fisicamente in un luogo per svolgere un’attività importante che alimenti il business. Chiunque svolga un’attività freelance deve rimanere costantemente aggiornato sui progressi che compie la tecnologia e imparare ad utilizzarla. Qualunque lavoro da freelance si fonda sulla tecnologia, dalla produzione e condivisione di un file, alla gestione dei social, alle indispensabili interazioni in rete con strumenti come skype, hangout, whatsapp ecc ecc.

E se nello svolgimento del tuo lavoro da freelance non ti trovi in una sede prestigiosa, questo non significa che la tua postazione da casa non dev’essere dotata di tutti i comfort che puoi darti, sia dal punto dei vista tecnologico sia da quello logistico. Quindi, il consiglio è di individuare quali sono gli strumenti tecnologici e i software che possono semplificarti il lavoro. Strumenti di gestione del tempo, strumenti di content curation, strumenti per la ricerca di parole chiave, strumenti di contabilità, strumenti analitici sono solo alcuni che possono aiutarti durante la tua carriera di freelance.

tool gestione produttività

4: Fai ricerca e analisi. Devi sapere se quello che fai è utile o no. Qualsiasi sia la professione che tu eserciti da freelance, è opportuno che impari a studiare il tuo target di riferimento e il tuo pubblico. Conoscere il tuo pubblico potenziale ti aiuterà a produrre in anticipo, esattamente ciò che i tuoi potenziali clienti si aspettano da te. Devi cercare di capire e conoscere le loro richieste e fornirgli la soluzione che cercano in quello che produci.

I contenuti che produci o i tuoi servizi devono essere affidabili e autentici. Cerca fonti autorevoli, studia i professionisti più accreditati nel tuo settore, leggi i contenuti dei blog di settore e studia le tattiche e le strategie dei tuoi concorrenti per migliorare.

5: Il marketing è molto importante. Devi far conoscere la tua attività. Il buon uso di tutti gli strumenti del digital marketing e l’adozione di una strategia ti consentirà di farti conoscere. Usa i social media, usa le email, elargisci valore e dispensa consigli sull’attività che eserciti. Una strategia di questo tipo ti consente di far conoscere i tuoi servizi alle persone o alle aziende che sono alla ricerca di freelance come te.

marketing della produttività

 

6: Analizza i tuoi progressi e le tue prestazioni. Devi imparare ad analizzare regolarmente come procede la tua attività. In questo modo puoi avere una visione profonda di ciò che sta funzionando o di quello che devi cambiare. Molti freelance tendono a trascurare questo aspetto, perché vengono pagati dopo aver concluso un progetto. Ma il rendimento della tua professione dev’essere calcolato mensilmente. Quindi, ti consiglio di annotare le tue prestazioni aziendali e la curva di crescita della prestazioni professionali. I dati che raccogli ti servono per analizzare gli alti e i bassi della tua attività e capire dove intervenire per correggere i tuoi punti deboli e sfruttare quelli di forza. L’analisi, inoltre, ti aiuta molto nel prendere decisioni e adeguare la tua strategia di marketing.

Conclusioni

Resta produttivo evitando di ricadere nella routine. Succede facilmente ma non devi farlo. Se è necessario chiedi aiuto ma non dimenticare che gli sforzi per rimanere costanti nella gestione del tempo di lavoro saranno ripagati con l’aumento della produttività. Se hai qualche consiglio da aggiungere o metodo da suggerire, condividilo nei commenti. Non sono mai abbastanza le esperienze che ogni freelance matura nella gestione del tempo di lavoro