HomeWeb marketingContent MarketingPixabay: come puoi scaricare immagini gratis senza copyright

Pixabay: come puoi scaricare immagini gratis senza copyright

Pixabay è il sito di riferimento per scaricare immagini e video gratis senza copyright. Ecco come funziona e quali sono le migliori 3 alternative.

Pixabay: come puoi scaricare immagini gratis senza copyright

Quick links

Pixabay è senza dubbio il miglior sito per scaricare immagini gratis creative commons.

Sono sicuro che, da ora in poi, diventerà il tuo punto di riferimento per:

  • immagini creative commons
  • video senza copyright
  • illustrazioni e vectors da scaricare.

L’incredibile funzionamento di Pixabay ha fatto sì che questo sito diventasse il ritrovo di tantissimi creativi in giro per il mondo.

Mentre scrivo ci sono più di 1,7 milioni di contenuti disponibili sulla piattaforma.

E puoi usarli tutti, liberamente, senza neanche citare l’autore.

foto pixabay

(Questa foto pazzesca è presa da Pixabay).

Sei pronto?

In questo post, dopo aver visto come ci si iscrive, ti spiegherò:

  • perché i contenuti sono gratuiti
  • come puoi caricare foto e video anche tu
  • quali sono 3 alternative a Pixabay da usare in caso di emergenza.

PS: Pixabay è gratis, ma chi carica può guadagnare qualcosa. Dopo ne parleremo meglio.

Come iscriversi a Pixabay

L’iscrizione a Pixabay non è obbligatoria. Puoi comunque scaricare immagini o video senza registrazione.

La sola differenza è che dovrai inserire un codice captcha a ogni download:

Chi si iscrive, invece, non ne ha bisogno e, inoltre, può caricare le proprie foto.

Se vuoi registrarti, ti basta andare sulla homepage del sito e cliccare su “Iscriviti”:

iscrizione pixabay

A questo punto puoi decidere di inserire i tuoi dati (nome utente, e-mail e password) oppure eseguire l’accesso tramite l’account Facebook o Google:

Come funziona Pixabay: la licenza CC0

Pixabay è una vibrante comunità di creativi che condividono immagini e video liberi da copyright. Tutti i contenuti vengono rilasciati sotto la licenza Pixabay, il che li rende utilizzabili senza dover chiedere permesso o dare credito all’artista – anche per scopi commerciali.

Quando atterri sulla homepage trovi subito una barra di ricerca che ti permette di navigare nell’immenso database a tua disposizione:

Il vero tratto distintivo di Pixabay è l’altissima qualità dei contenuti.

Foto, illustrazioni, vectors e video sono disponibili in diverse risoluzioni e in diversi formati – che puoi selezionare molto semplicemente.

È per questo motivo che, come ti dicevo, è la soluzione migliore se sei alla ricerca di contenuti visivi per i tuoi progetti.

Cosa puoi fare con le fotografie e i video scaricati da Pixabay

Una volta che avrai scaricato quello che ti interessa puoi farci diverse cose:

  • impiegare foto e video per uso commerciale e non-commerciale
  • l’attribuzione non è richiesta
  • puoi modificare i contenuti che scarichi.

In altre parole, puoi usare un’immagine di Pixabay per il tuo blog o per un cartellone pubblicitario. E puoi includere un video caricato sulla loro piattaforma per il tuo vlog su YouTube.

Tutto ciò è consentito: il materiale è distribuito sotto licenza Creative Commons CC0.

Come spiegato sul sito di Creative Commons, è un protocollo che serve per rinunciare al copyright sulla propria opera in tutto il mondo.

Puoi copiare, modificare, distribuire ed utilizzare l’opera, anche per fini commerciali, senza chiedere alcun permesso.

Cosa NON puoi fare con le immagini creative commons di Pixabay

Potresti pensare che una foto senza copyright è utilizzabile in qualunque modo.

Invece no.

Ci sono dei limiti di utilizzo per ciò che scarichi da Pixabay. Ecco cosa è vietato:

  • redistribuire o vendere immagini e video
  • vendere la copia di una foto (non modificata) come poster, stampa o prodotto fisico
  • ritrarre persone identificabili in maniera offensiva
  • usare immagini con marchi identificabili per creare un’associazione ingannevole con un prodotto o servizio.

Per esempio, non puoi usare il video di un uomo sconosciuto per uno spot tv o un video per i social media senza il suo consenso.

Allo stesso tempo non puoi utilizzare una foto della NASA per creare nello spettatore l’impressione che la stessa NASA consigli il tuo prodotto.

In questo post dal blog di Pixabay trovi qualche informazione di più a riguardo.

Guadagnare con Pixabay: come caricare foto e video

Come ti avevo accennato prima, puoi guadagnare online vendendo i tuoi contenuti su Pixabay.

Ok, vendere non è proprio il termine più adatto, ma lascia che ti spieghi.

A questo punto hai capito in che modo funziona questo sito: una numerosa community condivide foto e video in maniera gratuita.

C’è chi lo fa perché ama essere parte di una community globale di creativi. Altri, semplicemente, non vogliono tenere i propri scatti a marcire sull’hard disk.

Lo spirito di condivisione è il principale motore di questo servizio.

Tuttavia, come puoi notare quando fai il download di un contenuto, è possibile fare una donazione all’autore tramite PayPal:

guadagnare su pixabay

Non è lo scopo principale del sito, ma può essere una buona idea per farsi conoscere.

Come si fa a caricare una foto o un video su Pixabay?

Ti basta andare nella sezione “Carica” del tuo profilo:

carica immagine su pixabay

Ma prima devi sapere un paio di cose:

  • Le immagini sono accettate in JPG, PNG, PSD, AI e SVG. Devono pesare al massimo a 40 MB, con almeno 3000 pixel su un lato
  • I video sono accettati in MPEG, MOV e AVI. Devono pesare fino a 300 MB (risoluzione minima di 1920×800 pixel). Non dovrebbero durare più di 60 secondi
  • Il tuo contenuto potrebbe essere rifiutato, perché Pixabay applica delle linee guida sulla qualità.

Ovviamente il requisito fondamentale è caricare solo materiale di cui possiedi i diritti d’autore.

Puoi caricare foto che hai scattato oppure video che hai girato, ma non materiale scaricato (o anche acquistato) da altri siti.

In ogni caso, se non sei sicuro di poter condividere un contenuto, chiedi.

Se per esempio usi una foto scaricata da Pixabay per realizzare un lavoro che vuoi ricaricare, chiedi prima il permesso all’autore dell’immagine originale.

Non è obbligatorio, ma decisamente gradito.

Siti come Pixabay: 3 alternative per scaricare immagini e video gratis

Non hai trovato la foto che ti serviva? Puoi provare a cercare su alcuni siti simili a Pixabay.

Nonostante il database sia praticamente infinito potrebbe capitare di aver bisogno di altri tipi di contenuti.

Ecco 3 fonti da cui puoi pescare:

  1. Google Immagini (ma leggi prima sotto)
  2. Unsplash
  3. CC Search.

Google Immagini

Usando la funzione “Ricerca immagini avanzata” puoi filtrare le immagini in base ai diritti d’utilizzo. Ti basterà selezionare il tipo di licenza che ti serve. In ogni caso ti consiglio di fare più di un controllo per evitare errori.

Unsplash

È un sito simile a Pixabay. Anche in questo caso foto e video sono caricati sotto licenza CC0 e, quindi, puoi usarli liberamente. Ovviamente, anche in questo caso, è sempre gradito – benché non obbligatorio – il riconoscimento all’autore.

Si tratta di un motore di ricerca per contenuti liberi da copyright, lanciato nel 2017 da Creative Commons. È una vera bomba, visto che ti permette di cercare in contemporanea su diversi siti – tra cui Flickr, Behance e New York Public Library.

Conclusione

Siamo alla fine.

Tutto chiaro?

Ricapitoliamo un attimo ciò che ci siamo appena detti:

  • Su Pixabay puoi scaricare immagini e video senza copyright da usare liberamente in diversi modi.
  • Queste immagini e questi video non possono essere venduti in nessun modo né impiegate per ritrarre persone in maniera offensiva o per creare associazioni ingannevoli.
  • Puoi caricare contenuti su Pixabay, a patto che rispettino gli standard di qualità. Potrai anche guadagnare qualcosa dalle donazioni (libere).
  • Tre alternative per trovare foto e video gratis da scaricare sono: Google Immagini, Unsplash e CC Search.

Lascia un commento se hai consigli o se conosci altre buone alternative :-).