HomeWeb marketingSocial Media MarketingPinterest: la guida dalla A alla Z

Pinterest: la guida dalla A alla Z

LAguida completa a Pinterest per mettere il turbo al tuo Web Marketing.

Pinterest: la guida dalla A alla Z

Quick links

In questo nuovo post ti parlerò di Pinterest, di come si utilizza, del perché utilizzarlo e soprattutto se questo social network possa essere utilizzato per monetizzare.

Quindi prepara carta e penna, perché avrai parecchio da scrivere, te lo prometto (so che suona come una minaccia, ma puoi stare sereno, non è questo il caso).

Prima di lanciarci subito nel vivo dell’argomento, direi di creare prima il contesto più consono, d’accordo?

Bene, iniziamo allora!

Pinterest: perché esiste?

Pinterest è uno di quei social network in apparenza anomali, soprattutto all’interno del panorama italiano.

Molti dei miei amici infatti, non ne conoscono l’esistenza e chi lo conosce, praticamente non lo utilizza mai.

In realtà non hanno poi tutta questa colpa.

Noi italiani non siamo tipi da cose strane o fuori routine dopotutto.

Pinterest però, è almeno secondo me uno di quei social che merita di essere studiato prima di essere apprezzato o odiato.

Nasce intorno al 2010 come un social nel quale ogni utente potesse raccogliere immagini in determinate Board (ti spiegherò dopo cosa significa), selezionandole attraverso i Pin (ti spiegherò anche questo), in modo semplice, diretto e davvero efficace.

Apparentemente quindi, sembra un banale aggregatore di immagini e niente di più.

Ma come sempre, non conviene mai giudicare un libro dalla copertina, quindi credo sia arrivato il momento di darci dentro ed iniziare la guida dal primo punto: l’inizio.

Come si usa Pinterest?

Per attivare il tuo account, ti basterà andare sul sito ufficiale di Pinterest ed atterrare sulla pagina di creazione del tuo profilo.

Potrai decidere se aprire un profilo privato o business.

Sappi che nel secondo caso avrai anche accesso a strumenti utili quali l’analisi del traffico e dei gusti degli utenti che a mio avviso, sono determinanti se vogliamo mettere in atto le strategie che ho riservato per te nella parte finale di questo articolo.

Ti basterà riempire il Form di iscrizione ed il tuo account sarà attivo nel giro di pochissimi minuti.

pinterest-schermata-accesso

Completato questo primo step, dovrai scegliere i temi principali che ti appassionano di più tra le proposte che Pinterest ti presenterà.

Non preoccuparti, scegliere un tema piuttosto che un altro non significa dover dire addio agli altri perché potrai sempre seguirli in un secondo momento.

Semplicemente, con questo procedimento, il social network con la P rossa ti proporrà i migliori risultati possibili già dal primo momento.

Da questo momento in poi, potrai iniziare a navigare tra i contenuti che troverai per scoprire quelli che più ti ispirano.

Qualora volessi modificare il tuo Account, dovrai cliccare sul tuo nome posto in alto a destra sulla dashboard principale e cliccare sull’icona a forma di matita ed iniziare ad inserire il tuo nome utente o tutto ciò che ritieni necessario per personalizzare al meglio il tuo profilo.

Proprio questo ultimo step è importante perché noterai qualcosa di veramente interessante: la search bar di Pinterest.

pinterest-searchbar

Trovo questo dettaglio fondamentale, ma ti svelerò il motivo tra qualche riga.

Per adesso concentriamoci sulle basi.

Pin e Board di Pinterest: cosa sono e come si usano?

Veniamo adesso alla parte più pratica di Pinterest relativa al suo utilizzo.

Principalmente potrai compiere determinate azioni all’interno di questo social, come ad esempio:

  • Ricercare contenuti sulla search bar;
  • Pinnare i contenuti;
  • Raccoglierli all’interno di una determinata Board.

A cosa mi riferisco quando parlo di Pin e di Board?

Te lo spiego qui sotto.

Cosa è il Pin e cosa sono le Board?

Quando parlo di Pin su Pinterest, faccio riferimento ad una azione molto semplice: salvare una determinata immagine.

Una volta cliccato infatti su “Salva” (anticamente definito come “Pin”) potrai scegliere in quale Board o Bacheca conservare l’immagine stessa.

Per creare una Board personalizzata dovrai semplicemente visitare il tuo Profilo Pinterest e cliccare sull’immagine a forma di croce scegliendo se creare una bacheca o un pin.

Vediamo passo dopo passo come creare l’uno e l’altro, d’accordo?

Come creare una Bacheca su Pinterest

Dopo aver cliccato su “crea bacheca” ti ritroverai davanti ad una schermata simile a questa che vedi qui sotto:

pinterest-creazione-bacheca

Avrai anche la possibilità di rendere segreta la bacheca e questa opzione ci tornerà utile più avanti.

Anche in questo caso, cliccando sull’icona a forma di matita, potrai modificare la tua bacheca inserendo una descrizione, la categoria di appartenenza ed eventuali mail di possibili collaboratori.

Potrai inoltre decidere se inserire all’interno della nuova bacheca dei contenuti presenti all’interno di Pinterest o se caricarne di nuovi direttamente dal tuo Pc o se, addirittura “pinnare” delle immagini presenti su altri siti durante la tua navigazione desktop utilizzando tutti i widget per il tuo browser di riferimento.

Ma per questo post, limitiamoci alle due alternative presenti all’interno del social stesso, d’accordo?

Vediamo quindi come utilizzare la funzione Pin e come caricare personalmente dei contenuti su Pinterest!

Pin su Pinterest: come si usano?

Come ho detto sopra, il “pin” altro non è che una graffetta o una puntina virtuale con la quale possiamo selezionare determinati contenuti all’interno di Pinterest.

Per utilizzare questa puntina, ti basterà navigare all’interno del social e salvare l’immagine che ritieni più interessante, inserirla all’interno della giusta bacheca e rivederla in un secondo momento.

Ma vediamo nel dettaglio la possibilità di caricare noi stessi delle immagini e quindi, creare i nostri Pin personali su Pinterest.

Generata la tua prima bacheca, dovrai cliccare sull’icona a forma di croce e selezionare la voce “crea pin”.

A questo punto potrai decidere se caricare l’immagine dal tuo pc o se utilizzare la funzione “salva dal sito”.

Utilizzando questa ultima funzione potrai addirittura salvare le immagini presenti all’interno di un sito, ovviamente previa richiesta del legittimo proprietario.

Una volta deciso se caricare una tua immagine o se selezionarne altre presenti su altri siti web, dovrai scrivere una descrizione che possa spiegare in modo preciso di cosa tratta la tua immagine e qualora volessi, aggiungere anche un URL a cui rimanda il Pin così da avere anche un link a cui rimandare gli utenti che si imbatteranno nella tua immagine ed ovviamente, scegliere la bacheca.

Adesso veniamo alla domanda che ti sarai sicuramente posto la prima volta che hai sentito parlare di Pinterest.

A cosa serve Pinterest?

Pinterest nasce come aggregatore di contenuti visivi.

Adesso, almeno secondo me ha sviluppato parecchie potenzialità che sicuramente a prima vista non avrai sicuramente notato.

Cerchiamo di analizzarle insieme, ok?

Pinterest e la search bar interna: ottima per scovare le nicchie

Come ti ho già fatto notare qualche riga sopra, Pinterest è uno di quei social insieme a YouTube ad essere dotato di una search bar interna davvero perfetta.

Ma perfetta per cosa?

Per creare delle buyer personas!

Proprio così.

Una delle principali attività per le quali utilizzo Pinterest è per farmi una idea sui possibili gusti Visual dei miei potenziali clienti o dei clienti dei business che gestisco.

Così potrei cercare qualcosa del tipo “accessori da cucina” su Pinterest per ottenere tutto questo:

pinterest-ricerca

Un risultato del genere, mette le cose in chiaro una volta per tutte.

Inoltre, dopo aver ottenuto un risultato simile, potrai sempre approfondire ricercando attraverso le immagini stesse per andare click dopo click, sempre più a fondo della tua ricerca.

Inoltre, la search bar di Pinterest ha un posto importante nel mio cuore perché è stato proprio grazie a lei se adesso scrivo su questo blog.

Piuttosto, hai letto il mio primo articolo di sempre nel quale ti mostro come utilizzare proprio Pinterest per trovare i migliori Filtri di VSCO?

Fallo non appena avrai finito di capire come utilizzare Pinterest al meglio.

Passiamo alla seconda funzionalità nascosta, più o meno.

Trovare una inesauribile fonte di ispirazione

Proprio così, soprattutto se sei un grafico, un fotografo o un designer, Pinterest è il luogo adatto nel quale poter trovare ogni giorno una nuova fonte di ispirazione per i tuoi progetti e per quelli dei tuoi clienti.

Ti basterà utilizzare la keyword che preferisci, come ad esempio “still life” per avere accesso ad una moltitudine di risultati differenti, come quelli che vedi qui sotto:

pinterest-ricerca-still-life

Inoltre, la ricerca di Pinterest non si ferma di certo qui.

Potrai infatti andare ancora più a fondo, inserendo alle tue keyword principali anche le secondarie che ti suggerirà il social stesso, poste proprio sotto la barra di ricerca.

Dimmi tu se questo genere di implementazioni non aiutino la tua creatività facendola arrivare alle stelle!

Terza funzionalità: su Pinterest puoi avere l’ordine che tanto desideri.

Organizzare i Pin dentro le Board

Abbiamo già affrontato le Board o Bacheche ed abbiamo capito quanto possano essere utili per raccogliere al loro interno tutte le immagini che ricerchiamo per poi tenerle sempre con noi.

Ma vorrei soffermarmi di più su questa possibilità di organizzare in modo ordinato tutto ciò che possiamo trovare su Pinterest.

Immagina per un attimo di dover seguire un progetto per un determinato cliente.

Ecco, non sarebbe splendido poter raccogliere tutte le immagini che ti hanno ispirato qualcosa o che ti hanno fatto venire in mente delle idee brillanti, all’interno di bacheche chiamate proprio con il nome del progetto, per poi condividerle con i tuoi collaboratori utilizzando il campo mail di cui ti ho parlato prima?

Ecco, quindi basta lasciare post-it per tutto l’ufficio, ordina le tue idee e quelle del tuo Team usando le Board di Pinterest!

Ma ovviamente, non ho ancora finito.

Te l’avevo detto che avrei parlato parecchio eh!

Passiamo al prossimo paragrafo allora.

Pinterest può essere una fonte di traffico alternativa?

Assolutamente sì!

Ricordi quando parlavo della possibilità di inserire un URL univoco all’interno di ogni tuo Pin?

Bene.

Immagina di voler linkare parte del tuo ultimo blogpost all’interno di Pinterest, utilizzando magari l’immagine in evidenza del tuo stesso post.

Non sarebbe splendido se qualche utente potesse raggiungere il tuo articolo, utilizzando il link posto all’interno del tuo Pin?

Ovviamente però, la norma vige sempre: usa immagini di qualità e delle quali sei proprietario!

Altro esempio.

Potresti utilizzare le Bacheche ed i Pin posti all’interno di esse per linkare i tuoi ultimi lavori grafici creando un portfolio gratuito ed inserito all’interno di un social dove le immagini, soprattutto quelle ben realizzate, contano parecchio.

Prova solo a pensare alla quantità di utenti che potresti intercettare in modo completamente gratuito, magari utilizzando le stesse keyword utilizzate per le ricerche.

È una furbata, ma dopotutto in guerra ed in amore tutto e lecito, no?

Inoltre, utilizzare le tue immagini o i tuoi contenuti grafici su Pinterest potrà non solo aumentare il traffico sui tuoi siti, ma aumenterà sicuramente il tuo Personal Brand se condividerai contenuti qualitativamente validi!

Tanto per la cronaca: 200 Milioni di utenti da tutto il mondo visitano Pinterest ogni giorno.

Fai un pò tu.

Ovviamente e sottolineo ovviamente, si può fare advertising su Pinterest, registrandosi alla piattaforma dedicata.

Sicuramente è una prospettiva interessante dato che, soprattutto in Italia, il numero di donne presenti su Pinterest scavalca di netto quello degli uomini.

Magari potresti anche utilizzarlo per la tua prossima campagna, no?

Ma adesso veniamo alla domanda che ti ha assillato fino a questo momento.

Si può guadagnare con Pinterest?

Sì e no.

Come avrai capito, Pinterest è una piattaforma unica nel suo genere e questo basta ed avanza per non illuderti più di quanto serva in merito ad una suo possibile utilizzo remunerativo.

Sì, ho appena detto che potrai anche realizzare delle campagne al suo interno, ma così come avviene per ogni piattaforma di advertising ( a proposito, sai come creare una campagna che generi risultati? ), devi ricordare di utilizzare una buona strategia per fare davvero la differenza, quindi non focalizzarti esclusivamente sull’advertising, ma applica una mentalità più aperta.

Potresti ad esempio creare delle Bacheche verticali a nicchie particolari e proporre i tuoi prodotti o quelli di altre aziende attraverso i link di affiliazione.

Potresti invece utilizzare Pinterest per monetizzare in modo indiretto, sfruttando proprio la funzione Bacheca Segreta di cui ti ho parlato all’inizio di questo articolo.

In pratica, prima di realizzare la tua Bacheca, dovrai selezionare l’opzione “Segreta” che trovi proprio sotto al nome che sceglierai per la tua Bacheca.

Perché ti parlo proprio della Bacheca Segreta?

Per accedere a queste Bacheche occorre avere il link univoco delle stesse, quindi funziona un pò come un invito privato, no?

Bene.

Prova solo ad immaginare al valore esclusivo che potrebbe avere quella Bacheca se la dedicassi ad un particolare evento online, magari la nuova collezione di un determinato Brand di abbigliamento o una mostra fotografica online alla quale poter accedere solo attraverso questo particolare invito.

Immagina anche di dare a questi utenti, la possibilità di acquistare o prenotare per primi i nuovi capi o i tuoi scatti, prima che tu renda la Bacheca pubblica.

So che sembra una idea parecchio creativa, ma se fossi in te la proverei.

Potresti rimanere stupefatto.

Conclusione

Siamo giunti alla fine di questa guida su Pinterest che spero abbia risvegliato in te parecchia curiosità su questo social network e soprattutto sulle sue potenzialità.

Ovviamente adesso la palla passa te, fammi sapere com’è andata!

Noi ci leggiamo alla prossima!

Ah, mi aspetto di vedere i tuoi nuovi Pin e le tue nuove Bacheche nelle prossime 24 ore, mi raccomando!