HomeWeb marketingSocial Media MarketingPinterest Ads: la guida definitiva Marketers

Pinterest Ads: la guida definitiva Marketers

Le Pinterest Ads sono la nuova frontiera delle Ads per chiunque voglia sperimentare la conversione del proprio target attraverso uno degli strumenti più persuasivi, l'immagine.

Pinterest Ads: la guida definitiva Marketers

Quick links

Pinterest Ads: queste sconosciute.

Nato nel 2010, Pinterest è un social network basato sulla condivisione di fotografie, video e immagini.

L’enorme successo negli Stati Uniti fatica a replicarsi nel nostro paese: in Italia, infatti, conta una media di 12.300.000 utenti al mese, mentre il colosso di Zuckerberg si attesta intorno ai 31.000.000.

Per questo motivo, spesso gli advertiser rischiano di sottovalutare le potenzialità di questo Social Network.

In realtà, ci sono molti buoni motivi per cominciare a fare advertising su Pinterest. Eccone alcuni:

  • La piattaforma continua a crescere. Attualmente ci sono il 40% in più di persone su Pinterest rispetto allo scorso anno.
  • Gli utenti sono motivati ​​ad acquistare. Circa il 50% delle persone acquista prodotti dopo aver visto un Pin sponsorizzato.
  • Hai accesso a un segmento di mercato più ampio. Il 77% delle persone scopre nuovi brand e prodotti durante la navigazione su Pinterest.
  • Gli utenti utilizzano Pinterest come guida allo shopping. Il 93% percento degli utenti utilizza questo social network per pianificare ciò che acquisterà.

Ora che hai compreso le potenzialità di questo social, non sai da dove cominciare.

Nessun problema: nelle prossime righe troverai una guida passo passo per cominciare a fare Advertising su Pinterest!

1. Crea un profilo aziendale

Prima di fare qualunque passo, è essenziale creare un profilo aziendale per il tuo prodotto o servizio. Puoi farlo in 3 modi differenti:

a. Aggiungi un profilo aziendale al tuo account Pinterest

  1. Accedi al tuo account personale Pinterest e fai clic nell’angolo in alto a destra
  2. Clicca su Aggiungi un profilo aziendale gratuito
  3. Segui le indicazioni per creare un account per aziende.

b. Crea un account business indipendente

Se non desideri che il tuo account per aziende sia collegato al tuo account personale, puoi creare un account per aziende indipendente. Ricorda che dovrai accedere al tuo account personale e per aziende separatamente.

  1. Se hai un profilo personale, vai su pinterest.com/logout per uscire
  2. Vai su pinterest.com/business/create
  3. Inserisci la tua email, la password e il nome dell’attività, infine seleziona il tipo.
  4. Fai clic su Crea account

c. Converti un account personale in un account per aziende

  1. Accedi al tuo account
  2. Vai su pinterest.com/business/convert
  3. Inserisci il nome dell’attività e del sito web, poi seleziona il tipo di attività
  4. Fai clic su Crea account

2. Installa il Pinterest tag

Il tag di Pinterest è un pezzo di codice JavaScript che aggiungi al sito web per mettere insieme dati sulle conversioni e costruire un’audience in base alle azioni intraprese sul tuo sito.

La presenza di questo tag (esattamente come il Pixel di Facebook) ti consente di collezionare dati fondamentali sulle abitudini, le caratteristiche e i comportamenti del tuo pubblico.

Ecco la panoramica della procedura:

a. Crea il tag

  1. Accedi al tuo account per aziende Pinterest e vai alla pagina Conversioni in Gestione annunci
  2. Fai clic su Crea tag di Pinterest
  3. Fai clic sul nome del tag di Pinterest per copiare il codice di base con il tuo ID tag univoco
    codice tracciamento Pinterest

b. Installa il codice di base

Aggiungi il codice base nelle pagine in cui vuoi monitorare le conversioni. Se desideri utilizzare il retargeting, aggiungi questo codice a tutte le pagine del tuo sito per creare un pubblico da usare come target in un secondo momento.

Assicurati di inserire il codice base tra i tag <head> e </head> nel documento HTML. Deve comparire solo una volta su un’unica pagina e prima del codice evento successivo.

c. Installa il codice evento

Aggiungi questo codice solo nelle pagine in cui vuoi monitorare le conversioni. Il codice base deve essere eseguito prima del codice evento.

Ad esempio, la visita a una pagina corrisponde al caricamento di una pagina. In questo caso, devi aggiungere il codice base e il codice evento PageVisit tra i tag <head> e </head> sulle pagine di cui desideri monitorare le visite. Questo posizionamento garantisce il funzionamento del codice al caricamento della pagina.

Tuttavia, se un evento viene attivato quando qualcuno intraprende un’azione specifica (come un clic di un pulsante o l’invio di un modulo), devi assicurarti che il codice evento sia posizionato in modo tale che venga eseguito solo come risultato dell’azione.

d. Installa l’estensione Assistente tag Pinterest per Chrome

L’Assistente tag Pinterest è un’estensione di Google Chrome che ti permette di controllare se il tag è configurato correttamente e se sta raccogliendo i dati corretti e previsti sugli eventi, oltre a confermare se stai inviando il valore Corrispondenza avanzata corretto su una pagina specifica del tuo sito web.

e. Visualizza conversioni

Puoi visualizzare le conversioni in Gestione annunci.

  1. Dopo aver pubblicato una campagna pubblicitaria, accedi al tuo account Pinterest e vai in Gestione annunci
  2. Fai clic su Annunci nell’angolo in alto a sinistra e seleziona Report
  3. Accedi a Tabella: prestazioni sotto il grafico nella tabella dei report

3. Scegli l’obiettivo di marketing

Chiedi sempre: cosa voglio ottenere con la mia campagna?

Una volta che avrai la risposta, scegli l’obiettivo di marketing più adatto alle tue esigenze.

a. Aumenta l’awareness

Brand Awareness: aiuta le persone a scoprire il tuo marchio, i tuoi prodotti e altri servizi

Visualizzazioni del video: Fai in modo che i tuoi video vengano guardati da più persone e aiutale a scoprire il marchio.

b. Aumenta la considerazione

Traffico: aumenta il traffico verso destinazioni su o al di fuori di Pinterest

Installazione app: Registra più installazioni

c. Ottieni conversioni

Conversioni: Vendi di più, online e nel punto vendita.
conversioni pinterest

4. Crea il pubblico

Inizia ad interagire con le persone presenti nel tuo elenco di clienti, i visitatori del sito web o il pubblico esistente di Pinterest.

creazione pubblico pinterest

Se non hai a disposizione un pubblico di partenza, puoi scegliere tra le diverse opzioni di targeting:

  • Interessi (oltre 420 categorie)
  • Parole chiave (si consiglio di scegliere almeno tra i 15 e i 30 termini per ottenere una copertura più ampia)
  • Lingua
  • Dispositivo usato
  • Genere
  • Località

Infine è possibile scegliere l’investimento massimo per singola azione (Cost Per Engagement).

targeting pinterest

targeting interessi pinterest

5. Pagamento

L’ultimo passo è quello sulle informazioni di pagamento.

Senza aver completato questo passaggio, non riuscirai a far partire le tue campagne.

Bisogna fare attenzione perché al momento non vengono gestiti i pagamenti provenienti da IP e carte di credito non statunitensi.

 

Bene, ci sei! Ora non ti resta che tenere sotto controllo le perfomance delle tue inserzioni e monitorare i risultati.

Conclusioni

Pensavi fosse più complicato, non è così?

Dopo aver letto questa breve guida sei finalmente in grado di cominciare con le Pinterest Ads.

Ma non dimenticare: non tutti i business ne hanno bisogno.

Come fare a capire se il tuo brand può trarre beneficio da questa piattaforma?

La risposta è molto semplice: analizza i tuoi competitor, studia i comportamenti del tuo target ma – soprattutto – sperimenta.

Questo articolo è stato realizzato da Giulia Proietti Timperi, Advertising Specialist del gruppo Marketers.