HomeNewsGoogle: il Mobile-First Indexing sarà utilizzato di default per i nuovi siti web

Google: il Mobile-First Indexing sarà utilizzato di default per i nuovi siti web

Google annuncia che a partire dal 1 luglio utilizzerà il Mobile-First Indexing di default per tutti i nuovi siti.

Google: il Mobile-First Indexing sarà utilizzato di default per i nuovi siti web

Quick links

Google ha annunciato, tramite il Blog Webmaster Central, che a partire dal 1 luglio tutti i nuovi siti web verranno indicizzati di default secondo la logica del Mobile-First Indexing.

Per quanto riguarda i vecchi siti web non cambierà nulla, almeno per il momento. Infatti, questi ultimi potranno decidere se passare al Mobile-First Indexing non appena lo riterranno opportuno.

Google, partendo dai risultati di alcune analisi, ha assicurato: “i nuovi siti web sono generalmente pronti a questo metodo di crawling“.

Google non manderà alcuna notifica ai webmaster per notificarli di star applicando il metodo Mobile-First Indexing, dando quindi per scontato che rispetteranno i principi del mobile-friendly.

I consigli di Google sul Mobile-First Indexing

Come viene mostrato in questo articolo di Search Engine Roundtable, meno del 50% dei siti web starebbe continuando ad usare la modaltà Desktop-First.

Al riguardo, Google ha precisato:

Per i siti web più vecchi, continueremo a monitorare e valutare le pagine secondo la loro preparazione al Mobile-First Indexing. [Quando i siti saranno pronti, NdR] li notificheremo tramite Search Console“.

Google ha anche dato alcune indicazioni di massima per quanto riguarda il Mobile-First Indexing:

  • Responsive web design, pubblicazione dinamica e URL differenti per versioni desktop e mobile sono metodi tutt’ora supportati da Google per rendere un sito mobile-friendly.
  • Google consiglia di concentrarsi sullo sviluppo di un sito web responsive.
  • Utilizzare URL differenti per desktop e mobile può creare confusione sia per il motore di ricerca che per gli utenti. Il consiglio è di utilizzare lo stesso URL.

Google come capisce se un sito è pronto per il Mobile-First Indexing?

John Mueller sul mobile-first indexing

A questo punto, vi è un importante distinzione da fare tra Mobile-First Indexing e mobile-friendly.

Il Mobile-First Indexing, proprio come sottolinea John Mueller su Twitter, non è un fattore di ranking. È, invece, un metodo usato da Google per indicizzare pagine.

Essere (o meno) mobile-friendly è, al contrario, un fattore di ranking importante per Google.

Grazie alla testimonianza di un utente su Twitter, sappiamo inoltre che Google non indicizza un sito web secondo il metodo Mobile-First in base al traffico ricevuto.

Cosa significa?

Che anche se la maggior parte del nostro traffico proviene da desktop, Google potrebbe comunque decidere di indicizzare secondo le regole del Mobile-First (dopo aver valutato il sito web da un punto di vista tecnico), utilizzando il Googlebot smartphone come crawler.