Microsoft Advertising introduce la funzione A/B Test

Microsoft introduce la funzione Experiments per la sua piattaforma di Advertising. Vediamo in cosa consiste!

Microsoft Advertising introduce la funzione A/B Test

Quick links

Novità all’orizzonte per la piattaforma di advertising Made in Microsoft con l’arrivo di un’importante funzione.

È stata annunciata nelle ultime ore la feature Esperimenti, che permetterà agli advertiser di condurre dei veri e propri A/B Test per valutare le performance dei diversi elementi che costituiscono una campagna.

Vediamo nel dettaglio.

Esperimenti: come iniziare ad usare la nuova feature

La funzione Esperimenti (Experiments nella versione inglese) ci permetterà di testare le nostre ipotesi e valutarne la validità in base al raggiungimento di obiettivi prestabiliti.

Microsoft Advertising experiments

Puoi trovare la tab Experiments (contrassegnata dall’etichetta “New!”) all’interno della pagina relativa alle Campagne.

Per iniziare il test, basterà selezionare la campagna su cui effettuare l’esperimento e compilare i vari campi (Nome esperimento, data d’inizio e data di fine esperimento).

Nella voce Experiment split, invece, bisognerà indicare la percentuale di budget della campagna da dedicare all’esperimento.

I consigli di Microsoft

All’interno del suo articolo, Microsoft ha dato alcuni suggerimenti agli advertiser su come sfruttare al meglio la nuova feature.

Prima di iniziare col test vero e proprio, si dovrebbe lanciare il primo esperimento in modalità A/A per le prime due settimane.

Cosa significa?

La modalità A/A consiste nell’effettuare un test in cui la campagna principale e la variante restano identiche.

Una volta assicuratoci che le due campagne stiano performando allo stesso modo e che sia raggiunto un livello soddisfacente di significatività statistica, potremo iniziare l’A/B Test applicando le dovute modifiche alla variante.

Anche in questo caso, è consigliabile mantenere attivo il test per almeno due settimane, prima di analizzare i risultati.

Cosa ne pensi? Stavi aspettando da tempo l’introduzione di questa feature? Fammelo sapere nei commenti!