Seleziona una pagina

Pensi che metterti in proprio, e non avere un capo, ti renda automaticamente libero?
In questo articolo scoprirai che non è proprio così, se non fai le cose col giusto metodo potresti semplicemente diventare il dipendente di te stesso.

Lavorare in proprio può renderti indipendente?

Cosa vuol dire lavorare in proprio? Pro e Contro

Se non hai mai avuto modo di lavorare da solo, allora probabilmente non sai realmente cosa vuol dire lavorare in proprio in Italia.

Chiariamoci, non sto parlando di fare qualche lavoretto, tipo dipingere la staccionata del vicino in stile Huckleberry Finn, ma di avviare una tua professione che ti permetta di mantenerti in maniera continuativa.

Non per niente uno dei temi caldi di questi ultimi anni è il concetto di “lavorare da casa” che è stato approfondito, in maniera molto interessante, anche dal nostro Emanuele, in questa Mega Guida che ti spiegherà come fare a lavorare da casa sfruttando l’online.

I principali lati positivi nel lavorare in proprio sono:

Vantaggi e svantaggi del lavorare in proprio

  1. Nessun capo che ti sta col fiato sul collo
  2. Flessibilità negli orari: scegli tu quando e a che ritmo lavorare
  3. Remunerazione in base alle tue capacità ed al tuo impegno

Non dimentichiamoci però i lati negativi

  1. Gestione dei clienti (che possono essere ben peggio di un capo)
  2. Se non lavori, non guadagni: niente mutua o aiuti sociali da parte dello stato
  3. Essenzialmente, sei solo, non c’è nessuno a motivarti o tirarti su di morale

Questi sono solo alcuni degli aspetti da tenere in considerazione e possono variare anche molto, a seconda del lavoro che vuoi intraprendere, dalla tua organizzazione e strategia.

Voglio focalizzarmi proprio su questi due ultimi punti, in quanto una buona strategia, coadiuvata da un’altrettanto buona organizzazione, possono aiutarti in maniera considerevole.

Scegli il tuo cliente ideale

Ogni libro di marketing che si rispetti tratta l’argomento “nicchia di mercato”, ma questo non è un libro ed io preferisco approfondire un altro aspetto.

Evita i clienti che ti daranno solo rogne.

Quando selezioni il tuo cliente ideale, metti in conto che non debba essere un cliente che continua ad assillarti tramite qualsiasi canale sociale o privato; piuttosto lascialo perdere.

Uno dei più grandi problemi di chi si vuole mettere in proprio è cercare di prendere qualsiasi lavoro, pensando che in questo modo riuscirà quantomeno a racimolare lo stipendio.

Non trasformare i tuoi clienti nei tuoi titolari, cerca di rimanere in target e fa in modo che i clienti restino tali e siano solo quelli che corrispondono ai tuoi canoni, in questo modo non dovrai perdere giorni a risolvere problemi, inseguire creditori e quant’altro.

All’inizio ti sembrerà di buttare via “opportunità”, in verità ti stai solamente liberando dalle problematiche.

Pianifica gli imprevisti

È inevitabile, lavorando in proprio, di avere degli imprevisti, ma se gestiti preventivamente potranno essere superati in maniera più o meno indolore.

Cerca di slegare i tuoi profitti dal tuo tempo, ovvero cerca di avere delle rendite passive che possano sostenerti in caso tu, per qualsiasi motivo, non possa fisicamente lavorare.

Troverai questo concetto ripetuto diverse volte all’interno del portale Marketers, e viene riproposto anche nella nostra guida su come promuovere un infoprodotto, se hai tempo, dacci un occhio.

Lavorare per te stesso non vuol dire lavorare da solo

Internet ti può dare la fantastica opportunità di far crescere un tuo business personale in completa autonomia, questo però non significa che tu debba trasformarti in un eremita.

Diventare indipendenti con internet

Anzi, è fondamentale che tu inizi a circondarti di persone che condividono la tua stessa passione e che possono supportarti in caso di bisogno… l’essere umano è una creatura – più o meno – socievole ed ha bisogno di rapportarsi con altre persone per poter dare il meglio di sé.

Questo è il concetto alla base della filosofia Marketers, partecipa ad eventi, crea il tuo mastermind, senti persone diverse ed interessanti.

Non rimanere solo, perché inevitabilmente la cosa avrà una ricaduta sul tuo lavoro e sul tuo morale.

Se hai dubbi o vuoi condividere con noi la tua esperienza non esitare, lascia un commento qua sotto e sarò felice di risponderti!

Roberto Tarzia

Nato fotografo, cresciuto informatico, inizio a pensare che morirò sul web ;) ! Aiuto aziende e professionisti a sviluppare la strategia più efficace per promuoversi in internet.

Share This