HomeGuadagnare OnlineStorie di Successo2 Millennials hanno guadagnato 700mila $ facendo incontrare imprenditori di successo

2 Millennials hanno guadagnato 700mila $ facendo incontrare imprenditori di successo

In questo post scopriamo la storia di Coworkparadise, l’esempio perfetto di quanto sia importante costruire relazioni offline. Creare connessioni,…

2 Millennials hanno guadagnato 700mila $ facendo incontrare imprenditori di successo

Quick links

In questo post scopriamo la storia di Coworkparadise, l’esempio perfetto di quanto sia importante costruire relazioni offline.

Creare connessioni, mettere insieme imprenditori di successo, mettere in comune esperienze e conoscenze.

È questa la formula vincente di Lars Blokdijk e Michael Tessalaar, i due ragazzi olandesi che sono dietro Coworkparadise. Hanno meno di 30 anni, sono due Millennials, ma sono riusciti a costruire un progetto fantastico.

Lascia che ti spieghi di cosa si tratta.

Coworkparadise, molto semplicemente, si occupa di organizzare masterminds. Cosa sono? Si tratta di gruppi di imprenditori che si incontrano e parlando di problemi che hanno avuto, soluzioni, idee.

Lars e Michael, per i loro masterminds, hanno poche regole, ma molto chiare. Solo persone ambiziose, che possano ispirare gli altri e che guadagnino almeno 250mila dollari all’anno.

(Certo, è una bella cifra: ma la loro scelta, come hanno spiegato, ha un suo perché. Ci arriviamo)

A parte questo, la loro visione è davvero illuminante. Mette l’accento sull’importanza di costruire relazioni, andare oltre lo schermo del computer.

Chi sono Lars e Michael?

Entrambi, sin da piccoli, avevano la passione per il business.

Michael ha venduto moto d’acqua e biancheria intima per uomini on-line. Ha preso un diploma in Management e ha studiato a Bali, in Indonesia.

“Tornato a casa, nel 2012, ho fondato MijnCadeau, una compagnia che si occupa di regali personalizzati in Olanda”, ha spiegato in un’intervista a ‘Forbes’.

Anche Lars ha provato a fare varie cose, prima di trovare la sua strada. Dal dipingere scarpe a dare lezioni su come usare l’iPad agli anziani. Pur non avendo avuto successo, comunque, ha imparato tanto.

Così, ha iniziato a studiare. Dopo aver preso una laurea in “Commercial Marketing”, ha detto, è iniziato il periodo più duro della sua carriera imprenditoriale.

“Volevo costruire un business, ma non sapevo da dove iniziare. Non volevo fondare un società solo per fare soldi, ma per lavorare alla mia visione: viaggiare, amando quello che faccio”.

I 3 principi alla base del loro successo

“Vivere viaggiando è sempre stata una nostra priorità”, ha confessato Micheal.

Coworkparadise, insomma, è l’incarnazione della loro passione per il remote working.

Si sono incontrati, nel 2015, e si sono chiesti: “Se tutto fosse possibile nella vita, cosa vorremmo fare?”. Ne sono usciti con 3 risposte:

  1. Essere circondati da persone che potessero farli crescere nei loro progetti imprenditoriali (e viceversa)
  2. Viaggiare il mondo e non essere legati a un posto fisso
  3. Mantenere la libertà di fare scelte indipendenti, specialmente se riguardanti il business

Da quelle risposte è nato Coworkparadise. Quello che fanno è molto semplice, ma produce risultati immensi.

Organizzano incontri, a scadenze fisse, nei quali mettono insieme imprenditori di successo da tutto il mondo per un mese, a Bali.

Non sono più legati a un posto fisso, non devono “timbrare il cartellino”, possono vivere dove vogliono. Entrambi gestiscono i loro business – sì, sono impegnati anche in altri progetti – online, con l’aiuto di alcuni collaboratori.

L’unica cosa che li “trattiene” in un posto preciso è l’organizzazione dei ritrovi. “Ma, in fondo, siamo a Bali, quindi non è un problema restare incollati qui per un paio di mesi all’anno”, scherzano.

Ovviamente, inizialmente, erano intimoriti. Avevano rischiato molti soldi e non sapevano quanto potesse funzionare.

Però pensavano che guadagnare facendo quello che più gli piaceva, mettere imprenditori ambiziosi insieme, sarebbe stato fantastico.

La scelta di Bali – un vero e proprio paradiso in terra – non è stata casuale. Entrambi ci erano stati e Micheal parla la lingua del posto. Erano convinti che ritrovarsi lì avrebbe prodotto benefici per tutti.

Per le prime volte sono riusciti solo a coprire le spese. Ma, intanto, arrivavano feedback entusiasti dai partecipanti: dicevano di aver trovato molto più valore rispetto a quanto avevano pagato.

Ecco perché hanno deciso di migliorare l’esperienza e aumentare i prezzi. I risultati sono stati assolutamente pazzeschi:

Il loro ultimo incontro ha prodotto utili per $64,000. Ma non finisce qui…

La lezione fondamentale: creare processi

Attenzione.

Se vuoi davvero ottenere grandi risultati, devi imparare ad applicare questa lezione in qualunque tua strategia.

Riunire tante menti brillanti e di successo ha diversi vantaggi, come spiegano sul loro sito.

Tutti mettono a disposizione la loro “esperienza di una vita”, per migliorare in qualunque campo: dalle vendite alla gestione delle tasse.

Ma…

Perché scegliere solo chi guadagna tanto?

I due olandesi hanno spiegato che c’è una differenza enorme tra imprenditori di successo e freelancers.

“Mentre i freelancers vendono il loro tempo per servizi, gli imprenditori si concentrano sull’impostare processi per generare denaro”.

Al loro primo incontro hanno ospitato sia imprenditori che freelancers e nomadi digitali. Hanno subito capito questa chiave di distinzione tra i due gruppi.

Circondarsi di persone di successo ti porta, automaticamente, ad adattarti al loro modo di pensare. “Se vuoi avere successo, bisogna costantemente uscire dalla tua comfort zone”, dice Lars.

“Le persone di successo pensano in modo simile. Hanno le stesse routine, la stessa determinazione, positività e obiettivi”, chiarisce Micheal. “Le opportunità fioccano naturalmente quando sono circondato da persone così”.

Durante alcuni dei loro masterminds, sia Micheal che Lars sono riusciti ad ampliare i loro business. Uno dei principali vantaggi di lavorare online è proprio questo: avere più tempo per inseguire successi personali.

Creare connessioni, aumentare i fatturati

Lars ha incontrato delle persone con le quali ha creato un prodotto. Qualcosa che permettesse alla gente di avere discussioni realmente interessanti, di significato.

Hanno prima lanciato una campagna di crowdfunding, successivamente hanno deciso di iniziare una fase di pre-vendita. Hanno venduto 500 unità e hanno re-investito in pubblicità su Facebook.

In un solo mese sono arrivati a fare oltre $100,000. E nei tre mesi successivi, vendendo altre 25,000 unità, sono arrivati a un profitto totale di $400,000.

Lars, invece, ha spiegato di aver imparato, da un imprenditore incontrato in uno degli incontri, l’importanza di tracciare i suoi risultati e osare. Ha iniziato a creare prodotti originali, invece di emulare gli altri, e ha approfondito, insieme a Lars e altri, il Facebook marketing.

I risultati del suo progetto, MijnCadeau, che cura da 5 anni, sono schizzati alle stelle. È arrivato al punto di essere abbastanza sicuro di sé da spendere $10,000 in ads.

In quello stesso mese i suoi utili sono arrivati a $100,000.  Tra ottobre 2016 e febbraio 2017, infine, è arrivato a fatturare $250,000.

“Far crescere un business non dipende necessariamente da quanto spendi, ma da quali risultati quell’investimento ti porta”.

Questa è, secondo Lars, una delle cose più importanti che imparato.