HomeNews3 strategie seguite dal Team Google per il posizionamento SEO
  • News
  • 30 Gen 2019 (Aggiornamento)

3 strategie seguite dal Team Google per il posizionamento SEO

Impara le 3 migliori strategie SEO che adotta il team Google per i siti web del Grande G

3 strategie seguite dal Team Google per il posizionamento SEO

Può sembrarti strano ma le dure leggi della SEO sono rispettate anche da Google, cioè dal soggetto che le produce e che popola gli incubi di tanti analisti e consulenti nel mondo. Il grande G ha per questo fornito alcuni suggerimenti sulla sua strategia SEO, che il suo stesso team applica sui tanti siti web di sua proprietà. 

Il Team SEO di Google si aggiorna e adotta best practise quotidiane, proprio come tutti gli altri.

Sean O’Kee, Data Scientist di Google, ha detto che il Team del Grande G si aggiorna e adotta best practise SEO quotidiane esattamente come fanno, o dovrebbero, fare tutti i SEO del mondo. 

Google possiede tanti siti Web con i quali promuove i suoi prodotti e servizi, ai quali sono applicate le stesse strategie SEO di tutti gli altri siti presenti sul Web. Lo scopo è lo stesso, migliorare e ottenere buone prestazioni nelle SERP di pertinenza e un impatto positivo sulla SEO. Le strategie seguite dal Team SEO di Google possono essere applicate a qualunque sito web, per migliorare le sue prestazioni sulla pagina di ricerca.

Le best practise che Google adotta per i propri siti web e che puoi fare tue per potenziare le prestazioni SEO del tuo sito web sono almeno 3: 

Concentrati sulle piccole modifiche. Google apprezza i miglioramenti, non gli stravolgimenti.

Il sito di marketing Google My Business, uno dei tanti siti di proprietà di Google, ha registrato un aumento 2X del traffico organico, dopo che il team SEO ha dato nuove istruzioni allo spider del motore di ricerca per l’indicizzazione di alcune pagine attraverso l’implementazione di nuovi tag rel canonical.

 

google seo sito

 

Analizza i comportamenti di ricerca degli utenti. Cambiano sempre e Google deve soddisfarli

Il comportamento di ricerca degli utenti cambia continuamente, il che spinge Google a implementare nuove funzionalità per tenere il passo e soddisfare le nuove esigenze dei navigatori. L’ultimo up-date di agosto ne è una tragica manifestazione. 

È per questo che ogni SEO deve adottare un approccio aperto al cambiamento, piuttosto che evitarlo.

Vale anche per i siti di proprietà Google e la sperimentazione SEO che hanno adottato i suoi tecnici ha prodotto risultati organici migliori per i siti interessati.

La pratica adottata in questo caso – spiega Sean O’Keefeè stata di concentrasi sulla correzione degli errori evidenziati dalla Google Search Console. È stata curata maggiormente l’implementazione dei dati strutturati e l’aggiunta del protocollo AMP alle pagine del sito “Think with Google”. Dopo aver corretto i comuni errori AMP su un certo numero di URL, le impression del sito sono aumentate del 20% – afferma Sean.

Concentra i contenuti dei tuoi siti web e non disperdere contenuto

La verticalità è una di quelle esigenze che manifestano gli utenti durante la navigazione e Google soddisfa sempre di più quest’esigenza selezionando per ogni keyphrase, URL e pagine con contenuti verticali e profondi. Per soddisfare il requisito della verticalità dei contenuti, la procedura SEO seguita dal Team Google è stata di analizzare tutte le opzioni di consolidamento dei suoi siti web.

Segui anche tu il consiglio. 

Elimina il superfluo, concentra e accorpa i contenuti simili. Crea un grande sito, invece di disperdere i contenuti in più micrositi. È il modo migliore per ottenere crescita organica nel tempo.

 

google seo siti

 

Dopo aver svolto una profonda analisi dei contenuti dei siti web di Google, iI team SEO ha individuato ed eliminato contenuti fotocopia e siti duplicati. Ripulire i vecchi siti web, consolidare i contenuti, concentrare le energie su un unico grande sito web in Target, può raddoppiare la percentuale di click-through e aumentare il traffico organico del 60%.

Per concludere 

Secondo Sean O’Keefe di Google, concentrarsi su queste 3 aree ha aiutato l’azienda a costruire una strategia SEO in grado di adattarsi ai cambiamenti e di ottenere buoni risultati sulle SERP per i siti di proprietà di Google. Una strategia che puoi seguire facilmente anche tu, da non sottovalutare ed applicare ai tuoi siti web.