HomeWeb marketingSito Web[TEST] Integrare i social nel proprio sito… buona o cattiva idea?

[TEST] Integrare i social nel proprio sito… buona o cattiva idea?

In questo articolo vediamo insieme se integrare i canali social all’interno del proprio sito web è una buona idea…

[TEST] Integrare i social nel proprio sito… buona o cattiva idea?

Quick links

In questo articolo vediamo insieme se integrare i canali social all’interno del proprio sito web è una buona idea o solo un lavoro inutile, andando ad individuare il “mindset” e la strategia da adottare.

Integrare i social network nel proprio sito
Integrare i social network nel proprio sito

Canali social e capacità di pensiero

Non ricordo una consulenza in cui il Cliente non mi abbia chiesto di inserire i canali social all’interno del proprio sito Internet.

Che si tratti di Facebook, LinkedIn, Instagram o altro poco importa; ciò che conta è che nel sito appaiano i contenuti pubblicati. Quale sia l’esatto scopo molti miei clienti non lo sanno.

O meglio, normalmente non c’è alcuno scopo: vedono che i loro concorrenti utilizzano questa “tecnica” e, per “mettersi in pari”, decidono di imitarli.

Che poi, nella maggior parte dei casi usino solo uno dei 30 profili social che aprono e solo una volta alla settimana (quando va bene), è un altro discorso che, se vuoi, puoi approfondire leggendo Come aprire un canale social per rovinarti l’attività.

Quando si vuole implementare una qualsiasi funzione all’interno del proprio sito internet, è buona cosa valutare in maniera analitica come questa influenzerà il traffico.

Traffico e coinvolgimento

Prima di approfondire una qualsiasi strategia, è opportuno fare due brevi considerazioni e cercare di capire se si sta andando nella direzione giusta oppure no. Non sono da prendere come verità assolute, ma possono aiutare.

Aumento del traffico in entrata

Integrare i contenuti pubblicati sui social network all’interno del sito internet avrà un impatto sull’indicizzazione del sito, tale da aumentarne il traffico in entrata?

Per scoprirlo, ho effettuato tre semplici test della durata di 15 giorni ognuno, su un sito internet realizzato in Joomla, con una media di 500 visite giornaliere e tre canali social aggiornati giornalmente.

Sono partito con un canale e ogni 15 giorni ne ho aggiunto un altro, fino ad avere attivi contemporaneamente Facebook, Instagram e Twitter.

Dopo 60 giorni dalla prima modifica, non c’è stato nessun incremento di traffico.

Il motivo è piuttosto scontato: per quanto siano curati i contenuti dei vari canali, sono indirizzati ognuno ad un certo tipo di utenti e non permettono grandi ottimizzazioni in ambito SEO.

Aumento del coinvolgimento degli utenti

Un altro parametro di cui tener conto è l’interazione degli utenti con il sito, siano essi commenti, like o qualsiasi altra forma di apprezzamento.

Normalmente, uso i social network per indirizzare il traffico sul sito, pratica che permette di avere una discreta conversione; purtroppo, il contrario – ossia utilizzare l’integrazione dei contenuti – non funziona altrettanto bene.

Ho, invece, avuto un riscontro migliore utilizzando le classiche richieste di condivisione all’interno degli articoli e implementando i social locker, di cui parlerò più approfonditamente in un altro articolo.

Più contenuti, migliori risultati?

contenuti e risultato vanno di pari passo?
contenuti e risultato vanno di pari passo?

Nonostante un aumento dei contenuti porti solitamente risultati più o meno buoni, integrando automaticamente quello che viene condiviso sui social all’interno del proprio sito internet, per mia esperienza, non dà alcun grande beneficio.

Il mio consiglio è, quindi, quello di non appesantire la propria piattaforma con inutile codice o plugin, limitati ad utilizzare quelli standard per inserire i bottoni social, come Floating Social Media Icon, ma si può farlo benissimo anche a mano con un minimo di dimestichezza e, per condividere gli articoli, in questo caso io utilizzo Shareaholic, ma ce ne sono molti altri.

Cerca, invece, di produrre contenuti originali per ogni canale che utilizzi, anteponendo la qualità alla quantità.

Sono curioso di sapere se hai avuto esperienze simili o diverse dalla mia nell’integrazione dei social all’interno del tuo sito internet; se ti va, condividila nei commenti qui sotto.