HomeWeb marketingSocial Media MarketingInstant Articles: cosa sono e come si usano?

Instant Articles: cosa sono e come si usano?

Gli Instant Articles possono essere una risorsa davvero interessante. Ma sei sicuro di conoscerli alla perfezione?

Instant Articles: cosa sono e come si usano?

Quick links

In questo articolo ti mostrerò passo passo come trasformare i tuoi blog post in instant articles su Facebook.

Analizzeremo a fondo questo strumento di pubblicazione messo a disposizione da Facebook, studiandone i pro ed i contro.

Alla fine questo post sarai in grado di:

  • Attivare gli instant articles sulla tua pagina Facebook
  • Utilizzare dei plugin WordPress per velocizzare la procedura di attivazione
  • Comprendere quando e perché ricorrere agli instant articles
  • Sfatare parecchi miti

Iniziamo adesso, ok?

Cosa sono gli instant articles?

Gli instant articles sono uno strumento di pubblicazione nato nel 2015 su Facebook.

Inizialmente (un pò come tutte le novità) questo particolare tipo di pubblicazione era disponibile solo negli USA.

Ovviamente sono passati parecchi anni e già dal 2016, gli instant articles sono diventati disponibili anche in Europa.

Gli instant articles non sono altro che dei blog post che vengono direttamente pubblicati su Facebook e con un formato esclusivo per la versione mobile.

L’implementazione di uno strumento simile infatti, nasce dalla volontà di Facebook di migliorare costantemente l’esperienza utente all’interno della piattaforma stessa.

In questo caso specifico l’obiettivo degli instant articles risiede nel permettere agli utenti di poter fruire di contenuti testuali (come blog post, news ecc.) ad una velocità 10 volte superiore rispetto a quella “classica” richiesta dal caricamento di una pagina web.

Attraverso gli instant articles quindi l’utente potrà fruire dei nostri contenuti testuali senza abbandonare Facebook e senza dover aspettare che si carichi la pagina di destinazione poiché tutto avverrà dentro la piattaforma stessa.

Cerchiamo di capire insieme come funzionano e come poter attivare gli instant articles, senza scendere in troppi dettagli tecnici.

Come funzionano gli instant articles?

Il funzionamento degli instant articles è simile a quello dei feed rss.

Come I feed rss si occupano di notificarti l’uscita di determinati contenuti su diverse piattaforme, così gli instant articles vengono generati automaticamente dopo ogni pubblicazione sul tuo blog.

Sarà Facebook stesso a raccogliere tutti i dati di cui avrà bisogno per generare il tuo instant articles come il titolo del post, l’autore, la data e tutti quei dettagli che renderanno possibile la pubblicazione del tuo contenuto.

Un po’ come avviene nell’editoria classica, tu dovrai consegnare la tua “bozza” e Facebook si occuperà dell’impaginazione, delle immagini e dei carattere, pubblicandolo all’interno del suo ecosistema.

Come attivare gli instant articles

Attivare questa funzione sulla tua pagina Facebook è più semplice a farsi che a dirsi.

Ma procediamo per step.

Non preoccuparti: potrai configurare tutto anche se le tue conoscenze su codici e sviluppo sono pari alle mie, cioè zero.

Step uno: controlla la tua pagina Facebook

Il primo step che dovrai seguire riguarda la tua pagina Facebook.

Dovrai recarti nella sezione “Strumenti di pubblicazione” che trovi in alto e una volta arrivato sulla pagina di riferimento, scorrere in basso fino a che non trovi la voce “instant articles”.

instant-articles-sezione-principale

Se non dovessi trovare questa voce all’interno dell’elenco presente sulla sinistra (come quello che hai appena visto nell’immagine sopra), visita il sito ufficiale della piattaforma di instant articles e da lì seleziona la pagina in cui intendi attivare questa funzione.

Step 2: configurazione instant articles

Una volta attivata la funzione all’interno della sezione “Strumenti di pubblicazione” della tua pagina Facebook, dovrai seguire dei passaggi precisi che Facebook ti mostrerà.

Prima di tutto infatti dovrai decidere se assegnare a qualcuno questo ruolo utilizzando la funzione “Ruoli della pagina” o se continuare da solo se sei la persona che dovrà occuparsi dell’attivazione degli instant articles.

A questo punto dovrai collegare il sito dal quale Facebook dovrà prelevare i contenuti da trasformare in instant articles.

In questo caso, dovrai incollare il meta tag html che vedi qui sotto, all’interno del tag <head>.

instant-articles-metatag

Una volta inserito il meta tag, dovrai inserire l’url del tuo sito e cliccare su “Submit URL”.

Superato questo passaggio, potrai passare al successivo.

Generazione instant articles

Generare una vera e propria connessione tra gli instant articles di Facebook ed il tuo blog potrebbe sembrare una procedura complessa, ma non lo è affatto.

Potrai infatti utilizzare due plugin per rendere il processo meno complesso, arrivando al traguardo.

Ti consiglio di provare Articoli Istantanei per WP o FrogPage.

Entrambi i plugin non sono perfetti ma sono ottimi per potare a termine questo passaggio.

Per completare la procedura di configurazione del plugin avrai bisogno del tuo Facebook Page ID, vale a dire il codice numerico che trovi all’interno della sezione “Informazioni” della tua pagina Facebook.

Una volta installato e configurato il plugin che avrai scelto di utilizzare, potrai passare agli step successivi.

Ultimato questo processo infatti, dovrai tornare all’interno della pagina relativa agli instant articles e selezionare la voce “Feed RSS di produzione”.

instant-articles-produzione

All’interno del campo predefinito, dovrai inserire l’url del tuo sito web con alla fine “/feed/instant-articles” (chiaramente senza le virgolette).

Questo url particolare, permetterà a Facebook di caricare tutti i dati degli articoli che intendi condividere.

Da questo momento in poi, potrai dedicarti a qualcosa di più creativo e meno complesso come la scelta dello stile che dovranno avere i tuoi instant articles.

Selezionando la voce “Stili” infatti potrai scegliere praticamente tuti i parametri grafici che preferisci.

instant-articles-stili

Potrai infatti decidere la grandezza del carattere, il tipo di font e il colore dello stesso.

Inoltre, ti sarà possibile caricare il logo del tuo blog ovviamente rispettando le dimensioni di Facebook.

Certamente questa è la parte in cui passerai più tempo del previsto anche perché una volta completate le modifiche, potrai salvare il tuo nuovo stile ed eleggerlo a template definitivo dei tuoi instant articles.

Ultimato anche questo passaggio, potrai inviare la richiesta di verifica per permettere a Facebook di completare le sue analisi e decidere se approvare o meno la tua richiesta.

Ricordati che per fare in modo che Facebook approvi la tua richiesta dovrai avere caricato almeno 10 articoli.

Per caricare i tuoi articoli, dovrai visitare la sezione “Articoli in fase di produzione” presente sulla colonna sinistra della pagina relativa agli instant articles.

Se avrai completato tutti gli step in maniera corretta ed inserito altrettanto correttamente i 10 articoli, sarai pronto per pubblicare i tuoi post in formato instant articles.

Per farlo, ti basterà condividere il link del tuo ultimo blog post su Facebook come hai sempre fatto.

Sarà Facebook stesso a trasformare i tuoi post in instant articles per gli utenti mobile, lasciando inalterati quelli in versione desktop.

Instant articles: pro e contro

Gli instant articles sono certamente uno strumento molto interessante da utilizzare, ma hanno anche dei lati oscuri.

Cerchiamo di analizzare quindi i pro ed i contro.

Pro

Utilizzare gli instant articles significa sicuramente permettere agli utenti di consumare i tuoi contenuti nel minor tempo possibile.

Caricare tutto all’interno di una singola piattaforma velocizza moltissimo i tempi di caricamento, permettendo di eliminare i tempi morti.

Inoltre gli instant articles aumenteranno di parecchio la reattività degli utenti ai tuoi contenuti.

Difatti, sarà possibile lasciare un like alle immagini presenti nel tuo articolo e di condividerlo in modo rapido e veloce.

Detto in parole povere: minimo sforzo per i tuoi utenti e massimo risultato per te.

In più potrai comunque continuare a tracciare gli accessi dei tuoi lettori, inserendo all’interno dei tuoi instant articles non solo il tuo pixel, ma anche Google Analytics!

Per non parlare della possibilità di poter monetizzare attraverso la vendita degli spazi pubblicitari connessi all’Audience Network che altro non è che il rivale di Google Display.

Potrai quindi mettere a disposizione degli inserzionisti di Facebook determinati spazi dei tuoi instant articles in cambio di una remunerazione pari al 70% circa del totale.

Mica male.

Ma di certo, non è tutto oro quello che luccica e determinati vantaggi non sono sempre così “instant”.

Contro

Proprio questo ultimo vantaggio, potrebbe essere il primo degli svantaggi degli instant articles.

Infatti, qualora dovessi decidere di “mettere in vendita” gli spazi presenti all’interno dei tuoi instant articles, potresti ritrovarti con delle pubblicità che poco hanno a che vedere con il contenuto del tuo articolo.

Questo potrebbe ridurre le interazioni con gli utenti e di conseguenza la tua reputazione.

Il secondo svantaggio risiede nell’ecosistema Facebook.

Se da un lato è bellissimo poter avere tutto all’interno di una sola piattaforma devi sempre ricordare che avrai a disposizione una “pagina” parecchio limitata.

Quindi dimentica form di acquisizione contatti o popup per ricordare ai tuoi utenti di iscriversi alla tua newsletter.

Facebook non te lo permetterà mai.

Come sempre però, bisogna scendere a compromessi.

Quindi la scelta è solo tua.

Conclusioni

Siamo giunti alla fine di questo post sugli instant articles di Facebook.

Certamente è una ottima alternativa per rendere i tempi di caricamento dei blog post meno lunghi, ma al tempo stesso rappresenta un ulteriore passo in avanti alla creazione di una piattaforma sempre più vincolata e vincolante.

Facci un giro e poi fammi sapere!

Un abbraccio,

Rocco.