HomeWeb marketingSocial Media MarketingGli hashtag su Instagram sono davvero morti?

Gli hashtag su Instagram sono davvero morti?

Gli hashtag su Instagram sono davvero morti o qualcuno vuole prenderti in giro? La risposta è proprio dentro questo post!

Gli hashtag su Instagram sono davvero morti?

Quick links

Eccoci qua!

Prima tutto: come stai?!

Ci tengo molto al tuo benessere anche perché spesso, nei post che condivido con te c’è parecchio da studiare e quindi mi piacerebbe avere dei lettori in forma e pronti ad assorbire tutto ciò che dico!

Ad ogni modo, fatte le giuste premesse, sveliamo l’argomento del post!

Gli hashtag su Instagram sono morti: ne siamo sicuri?

Proprio così, da molto tempo ormai aleggia questa notizia che vede gli hashtag come delle piccole carcasse blu che vagano per Instagram.

C’è chi sconsiglia ormai di utilizzarli perché hanno perso il loro vecchio smalto e chi invece è convinto che siano belli, sani e forti come un tempo.

Altri invece consigliano di diminuirne il numero, molti lottano per usarne sempre di più.

Ovviamente, la verità sta da tutt’altra parte altrimenti non li avremmo utilizzati come strumento principale per guadagnare Follower su Instagram in modo gratuito, non credi?

Nelle prossime righe capirai di cosa sto parlando.

A cosa servono gli Hashtag?

Gli hashtag su Instagram hanno molteplici obiettivi: essere degli aggregatori di contenuti; dare il giusto boost ai nostri post; rendere la navigazione facile agli utenti.

Quindi per tutti coloro i quali pensino ancora gli hashtag siano davvero morti, credo sia arrivato il momento di cambiare un tantino idea.

Gli hashtag posseggono e svolgono ancora oggi le funzioni che ti ho elencato qualche riga fa ed evitare di usarli non è certo la scelta migliore che tu possa fare, ma per avere un Profilo Instagram che funzioni davvero, devi tenere a mente più variabili.

Vediamo quali.

Gli hashtag non sono tutto: impara a testare!

Senza un continuo e corretto testing sul tuo Profilo, non otterrai alcun risultato determinante.

In fondo, gli hashtag sono solo uno dei fattori critici di successo per un Profilo Instagram degno di nota.

Testa sempre e testa più elementi che puoi.

Ad esempio, puoi testare il pattern di colori in base alla stagione, o magari utilizzare la Caption in modo diverso.

Puoi testare una immagine verticale, orizzontale o quadrata e capire quale formato rende meglio.

Puoi testare il rapporto fra un contenuto video ed uno puramente fotografico.

Insomma, devi rischiare ogni giorno e sperimentare!

Ma non è tutto qui!

Conosci davvero il tuo pubblico?

Altra variabile fondamentale è il pubblico.

Non possiamo negarlo: se non impariamo a conoscere il nostro pubblico e la sua routine giornaliera, non adiamo da nessuna parte.

Magari, gli hashtag che usi tu, non sono usati o ricercati dal pubblico con cui vuoi interagire.

Il pubblico potrebbe addirittura non apprezzare alcuni dei tuoi contenuti perché troppo modificati durante l’editing ad esempio.

Inoltre, esperienza rara ma da tenere bene a mente, il tuo pubblico potrebbe parlare una lingua diversa dalla tua ed avere una cultura lontana anni luce da te.

Cosa fare quindi?

Analizzare i dati!

Devi analizzare tutti i dati che puoi per conoscere davvero il pubblico che ti segue e quindi, per quanto possibile, modulare la tua comunicazione di conseguenza.

Insomma, se stessi cercando un Profilo legato alla pizza margherita italiana, non seguirei di certo uno legato alla pizza margherita americana.

Esempio semplice, ma ormai sai quanto mi piaccia fare degli esempi.

Ma non è finita qui.

Quanto sei costante?

hashtag-instagram-orari

Altra variabile è la costanza di pubblicazione.

Proprio così.

Non puoi pensare di mantenere un corretto engagement se pubblichi un post ogni 3 settimane.

Insomma, saresti attivo e rapido quanto Explorer su Windows e sappiamo tutti come andrebbe a finire.

Quindi prova a mantenere una costanza che non sia inferiore ai 2 post a settimana ed utilizza le Stories per mantenere sempre attivo il tuo Profilo.

Un Profilo che non pubblica nulla è un Profilo morto.

Magari puoi costruire un calendario editoriale e provare a creare sufficienti contenuti per coprire il periodo di tempo segnato dal tuo calendario.

In questo modo, Instagram riconoscerà un profilo attivo e cercherà di darti una mano.

Ormai siamo in confidenza: a che ora pubblichi?

So che sembra strano, ma anche l’orario di pubblicazione gioca un ruolo importantissimo.

Ci sono alcune regole di base che sarebbe giusto rispettare.

Pubblicare la mattina presto, ad ora di pranzo e ad ora aperitivo.

Perché scegliere proprio questi orari?

Come dicevo prima, devi imparare a conoscere il tuo pubblico e di conseguenza i suoi orari.

Magari, scopri che dalle 7:00 alle 9:00 di mattina, il tuo pubblico è più attivo perché ha del tempo da passare sui social prima di andare in ufficio o a scuola.

Ragiona seguendo questa logica.

Ragiona pensando da utente, non da Creator.

In fondo, ogni Creator è un utente che ci crede un botto in quello che fa!

Sei d’accordo con me?

Perché purtroppo molto spesso siamo così presi del creare qualcosa di magnifico che dimentichiamo da dove eravamo partiti.

Quindi, riparti dagli utenti, impara a conoscerli ed impara a ragionare come loro.

Conclusioni.

A conclusione di questo post ti sarai probabilmente posto la seguente domanda: “Rocco, ma dove vuoi arrivare con tutto questo discorso?”

La risposta è presto detta.

Gli hashtag, seppur non più forzuti come una volta, possono ancora darci una mano nel rendere più visibili i nostri post, ma è altrettanto vero che non possiamo basare la crescita del nostro Profilo soltanto su di loro, ma su tutte le altre variabili di cui ho parlato sopra.

Non fissarti quindi sulla quantità scolastica da utilizzare in ogni tuo post, impara a testare tutte le altre componenti del tuo Profilo Instagram.

Non preoccupiamoci se qualcosa oggi funziona meno, preoccupiamoci piuttosto se abbiamo basato tutto esclusivamente su una variabile, trascurando le altre.

Per questo post è tutto, spero ti sia stato utile!

Se non vuoi perderti gli altri, ti consiglio vivamente di iscriverti lasciando la tua migliore mail qui sotto e soprattutto di entrare a far parte del Gruppo Facebook di Instadvanced dove ogni giorno accadono magie!