HomeGuadagnare OnlineLavoro OnlineEcco la guida per promuovere il tuo personal brand da freelance

Ecco la guida per promuovere il tuo personal brand da freelance

Qualunque sia il tuo business il tuo personal brand è come un biglietto da visita. Il tuo brand deve…

Ecco la guida per promuovere il tuo personal brand da freelance

Qualunque sia il tuo business il tuo personal brand è come un biglietto da visita. Il tuo brand deve rendere chiaro da subito chi sei e quali beni e servizi di valore offri. Dal momento che è importante per la tua azienda, per creare bene il tuo personal brand puoi assumere un esperto e spendere una certa cifra in euro, oppure puoi dedicare un pò del tuo tempo e farlo da freelance. Se scegli questa soluzione questa guida può tornarti utile.

Come promuovere il personal brand da freelance. 5 Tips intelligenti per aiutarti a fare personal branding

  • Definisci il tuo brand. Il percorso di definizione del tuo brand comincia da qui. Prendi carta e penna e rispondi a queste domande: Qual è la tua mission? Cosa ti rende diverso dai tuoi concorrenti? Chi sono i tuoi clienti? Dopo avere risposto in modo minuzioso e vero a queste domande, a partire dalle tue risposte puoi scegliere il nome che meglio rappresenta il potenziale del brand che hai appena definito. Se ce l’hai già e ti rendi conto che non lo soddisfa, non esitare a cambiarlo. Ricorda, il nome del tuo brand deve essere professionale non una scelta caso. La scelta del nome brand non è un esercizio di stile fine a se stesso ma deve rispecchiare la tua mission, la tua personalità, i tuoi obiettivi.
  • Crea un logo. Definito il brand e scelto il nome adesso è il momento del logo. Il logo del brand dev’essere un’immagine in grado di fare la sintesi tra le informazioni che hai ottenuto al primo punto, con la capacità di rimanere impressa nella memoria di chi la vede. Se lavori da Freelance non è facile raggiungere un buon risultato. Ma con un piccolo aiuto non è detto che la mission sia impossible. Ecco il Tool Designhill disponibile anche in lingua italiana, che ti aiuta a definire il logo giocando con font, colori e layout in modo coerente, semplice e veloce.
  • Sviluppa un sito web. Prima ancora del logo o del brand dovresti pensare al sito web. Non mi riferisco alla pubblicazione online e nemmeno al nome domino, ma alla progettazione SEO. Per quali frasi chiave vuoi che sia trovato? Quali categorie deve contenere? Quali pagine? Le guide gratuite per fare un sito web da Freelance non mancano. Quanto al nome dominio dev’essere quello del brand e se è già occupato aggiungi solo un’altra parola che possa distinguerti o la Key rilevante del tuo modello di business. Con il sito web puoi generare nuovi contatti e vendite, costruire fiducia, offrire valore e servizi utili. Quanto ai Tool per aiutarti in quest’impresa, a parte i CMS opensource come WordPress, Joomla, Wix ecc per andare online, ecco Squarespace e WiseIntro. I due Tool ti aiuteranno a memorizzare con la mappa digitale, tutta la delicata fase di progettazione del sito che puoi mettere online quando sarai pronto
  • Cura la coerenza. Il tuo personal brand è tanto più efficace quanto più riesce ad essere coerente con quel che dichiara. Ma la coerenza riguarda anche la gestione del brand. Per fortuna, anche qui ci sono strumenti e guide che ti aiutano a trovare e mantenere uniformità di colori, font, slogan, suoni e immagini e mantenere l’identità di brand, su ogni nuova piattaforma o supporto che utilizzi per fare branding. La mancanza di coerenza del branding, sotto questo aspetto, può generare confusione o, peggio, discredito.
  • Condividi il brand. Sai già che il blog e i social network sono i 2 strumenti principali con i quali condividere il tuo Brand. Ma oltre al tuo blog puoi anche sfruttare piattaforme di blogging e social network dedicati, che ti aiutano a costruire il tuo personal brand pubblicando pareri, consigli, valutazioni che possono farti scoprire dal tuo pubblico di destinazione come un esperto del tuo settore. La stesura del calendario editoriale ti aiuterà a rimanere sempre in target e in tema con gli interessi dei tuoi potenziali lettori. Piattaforme come Buffer e Hootsuite ti aiuteranno nella gestione dei contenuti.

Conclusioni

Per concludere, con questa guida ho cercato di trasmetterti un concetto fondamentale: il tuo brand determina il successo della tua azienda. E questo vuol dire impegnare risorse per crearlo e gestirlo. Puoi farlo in 2 modi: o pagando un professionista o agendo da freelance. Con questa piccola guida ti ho fornito suggerimenti e strumenti per agire da solo. Quello che ci deve mettere tu è solo il tuo tempo, che è il fondamento di ogni impresa