HomeWeb marketingContent MarketingGuest Post: cosa sono e perché sono utili nella strategia di content creation

Guest Post: cosa sono e perché sono utili nella strategia di content creation

In questo post ti spieghiamo, passo-dopo-passo, come scrivere guest post eccellenti. Scopri i segreti del guest blogging e aumenta le visite al tuo blog.

Guest Post: cosa sono e perché sono utili nella strategia di content creation

Quick links

Dovresti scrivere guest post.

Anzi, se il tuo blog ha poche visite, se stai pensando seriamente di mollare tutto, se non capisci cosa non vada devi necessariamente fare guest blogging.

Puoi anche scegliere di ignorare questo post nel caso in cui non ti interessi ricevere migliaia di visite in più ogni giorno e diventare un punto di riferimento nel tuo settore.

Altrimenti continua a leggere per trasformare la tua passione in lavoro online.

Molto probabilmente, avvicinandoti a quest’argomento, non hai la benché minima idea di come iniziare.

Effettivamente hai ragione: c’è tanta confusione in giro. Ecco perché andremo a vedere insieme tutti gli step necessari per scrivere un guest post perfetto.

Prima di tutto chiariamoci un po’ le idee.

Fare guest blogging significa scrivere e pubblicare post per il sito o il blog di qualcun altro. In poche parole si tratta di diventare ospiti di un altro spazio web.

Capisci, no? È un’occasione enorme!

Due blogger molto autorevoli come Neil Patel e Jeff Goins sostengono che scrivere guest post è la strategia di inbound marketing più efficace di tutte.

Quando sei all’inizio del tuo percorso da blogger l’ostacolo più grande da superare è quello di farti conoscere e costruire la tua reputazione online:

I guest post possono essere la tua strada per il successo

Intendiamoci: non sarà facile, non sarà una passeggiata.

Ma parti dal presupposto che quello di cui andremo a parlare non è solo una semplice tecnica di link building. Anzi, come spiegava il blogger Matt Cutts nel 2014, il guest blogging per la SEO “è morto”.

Prima di spiegarti cosa e come fare nello specifico, è importante che tu abbia la giusta mentalità:

Secondo molti i guest post sono semplicemente un metodo facile per ottenere link. Niente di più sbagliato. Infatti il guest blogging ha altri innumerevoli vantaggi:

  • Costruisci nuove relazioni. Lasciatelo dire, tutti sottovalutano l’importanza delle relazione nel mondo digital. In realtà sono fondamentali: ti aprono tantissime opportunità che altrimenti non avresti.
  • Conosci un pubblico diverso dal tuo. E questo è davvero un aspetto da non sottovalutare. Tra poco parleremo di come trovare siti e blog in linea con il tuo. Ecco perché avrai l’opportunità di “studiare” persone simili a quelle che già ti seguono. Avrai più dati e conoscerai meglio paure e obiettivi di chi è interessato all’argomento di cui ti occupi.
  • Aumenti la tua autorevolezza. È un po’ l’effetto “visto su…”: hai presente quei prodotti che si pubblicizzano sfruttando frasi come “visto in tv”? Ecco, scrivere un articolo su un blog più influente del tuo può renderti più credibile agli occhi del pubblico.
  • E sì, fa bene al tuo posizionamento. Questo non significa che tu debba riempire il tuo guest post di decine e decine di link. Sarebbe un errore che Google punirebbe immediatamente. Comportati in modo naturale: è questo quello che i motori di ricerca vogliono.

Inizi a comprendere l’effettiva potenza di questo strumento?

Tutto quello che abbiamo appena detto non solo ti permetterà di aumentare le visite del sito, ma ti aiuterà tantissimo a fare personal branding. Sì, insomma, a costruire la tua immagine sul web.

Ma ora basta chiacchiere.

Andiamo a vedere cosa devi fare passo dopo passo per riuscire a diventare un guest blogger.

#1 – Trova blog per pubblicare guest post

Per iniziare devi trovare una serie di blog che accettano guest post senza particolari condizioni. Probabilmente in un primo momento non avrai grandissima scelta. Ma insistendo e creando contenuti di qualità potrai “salire di livello”.

“Bene, tutto bello: ma come faccio a trovare questi siti?!”

Usa Google. Cerca cose come “keyword + invia un guest post”. Al posto di “keyword” inserisci parole che possano permetterti di trovare blog nella tua nicchia.

“Spia” i competitors. Molto probabilmente i tuoi concorrenti più strutturati fanno già guest blogging. Puoi sfruttare questa cosa a tuo favore. Come? Fai qualche ricerca, spulcia i loro profili social oppure controlla i backlinks dei loro blog.

Iscriviti a Gruppi Facebook e Forum. Le community online sono un’ottima occasione per trovare nuove opportunità. Ancora una volta, sfrutta Google per trovare forum che permettano lo scambio di guest post. Ma, ricorda, ormai ci sono anche tantissimi gruppi Facebook utili allo stesso scopo.

#2 – Analizza i blog che hai trovato

Devi concentrare gli sforzi per raggiungere il massimo risultato possibile. Ecco perché, una volta che avrai la una lista di blog che accettano guest post, devi analizzarli al meglio. Per una strategia di guest blogging efficace è fondamentale.

Analizza i contenuti del blog che ti ospiterà. Per fare questo puoi usare i tanti strumenti di analisi della concorrenza che hai a disposizione online. Leggi i post già pubblicati e fatti qualche domanda:

  • A che tipo di pubblico si rivolge? Sono professionisti oppure principianti?
  • Che tipo di contenuti propone? Lunghi tutorial o articoli generalisti?
  • Qual è il tono di voce? Serio e impostato oppure scherzoso?

Dai un’occhiata ai guest post precedenti. Questo è un passaggio fondamentale per due motivi: sia per capire come comportarti che per valutare se effettivamente vale la pena scrivere un post per quel blog.

  • Che tipi di articoli hanno fatto i guest blogger precedenti? Approfondimenti su un singolo argomento o un case study?
  • Come sono andati? Il pubblico li ha apprezzati, commentati, condivisi oppure li ha sostanzialmente ignorati?

Come dicevamo, è molto importante analizzare gli altri guest post perché, nel caso di blog incentrati su una singola persona, l’audience potrebbe essere restia a leggere i contenuti di qualcun altro. In quel caso è meglio evitare e spostarsi altrove.

Cerca i post che hanno avuto più successo. Hai tutto l’interesse che il tuo post spacchi, anche se non sei sul tuo sito. Più persone lo leggeranno, maggiori saranno i benefici anche per te. Per capire cosa apprezza maggiormente chi segue un blog è bene andare a vedere quali siano i contenuti di maggior successo. Spesso li puoi trovare nella homepage, altrimenti puoi usare servizi come BuzzSumo.

#3 – Costruisci relazioni con blogger e community

Adesso abbiamo la nostra lista dei migliori blog per pubblicare guest post. Ovviamente “non prenderà vita” all’improvviso, da sola. Dobbiamo metterci in contatto con il proprietario.

In giro trovate tantissimi modelli di e-mail da inviare e cose simili. Ma… lo ripetiamo ancora una volta? Il guest blogging è relazioneChe relazione vuoi costruire usando mail pre-confezionate?!

Il consiglio è costruire un rapporto autentico sia con il proprietario del blog che con la sua community:

Interagisci con i post che ti interessano di più. Inizia a leggere regolarmente i post del blogger con cui vuoi collaborare. Ti aiuterà ad assimilare meglio le sue tecniche, il suo linguaggio e le sue tematiche. Soprattutto, quando l’argomento ti interessa e rientra nelle tue competenza, cerca di essere utile alla discussione.

Fatti conoscere sui canali social. Facebook, Twitter e Instagram sono spesso canali complementari al blog con cui gli autori si tengono in contatto con la community. Entra a far parte di questi circuiti per farti “notare”. Il presupposto chiaramente è uno: apporta valore, dai informazioni di qualità.

Non forzare mai e per nessun motivo. Il processo che ti abbiamo appena illustrato non è un metodo rigoroso da seguire a tutti i costi. Per costruire un rapporto naturale serve comportarti naturalmente.

Perché è importante tutto questo?

Andiamo a vederlo nel dettaglio…

#4 – Mettiti in contatto con il blogger

Mandare una mail all’improvvisa rischia seriamente di farti passare inosservato. Nella migliore delle ipotesi quello che hai scritto verrà letto distrattamente. Ovviamente ciò vale soprattutto se parliamo di blog importanti.

Ma, pensaci: ti va bene scrivere su un blog qualunque o punti al migliore?

Se vuoi accrescere maggiormente la tua reputazione e migliorare la link building del tuo sito, hai poche scelte: DEVI puntare ai blog più famosi e riconosciuti del web. Eppure mettersi in contatto con personaggi autorevoli può essere molto complicato.

Tuttavia con la strategia che ti abbiamo appena illustrato sarai diventato un volto noto per il blogger.

Tradotto: avrai molte più chance che il tuo messaggio venga letto e la tua richiesta accolta.

E con qualche accorgimento potrai anche aumentarle:

Personalizza la tua email. Prima abbiamo accennato ai modelli di e-mail per guest blogging: tienitene alla larga. Sì, leggili, prendi ispirazione: ma evita a tutti i costi di usarli. Non c’è peggior cosa di vedersi arrivare un messaggio pre-impostato. Fai capire a chi legge che hai pensato bene a cosa scrivere, è un bel primo segnale.

Qualche consiglio su cosa dire?

Spiega chi sei. Se hai analizzato bene chi ha già scritto guest post su quel blog, avrai capito molto probabilmente qual è il “profilo” ricercato. Se lo sei – e devi esserlo per proporti – fallo presente sin da subito.

Perché potresti essere un buon guest blogger. Chi ti “accoglie” deve avere un buon motivo per farlo. Un contenuto fenomenale è fondamentale (ci torneremo tra poco), ma può non bastare. Manda dei link di articoli che hai scritto altrove, preferibilmente con buoni numeri sui social. Dai modo a chi deve valutarti di farsi un’idea delle potenzialità che puoi avere.

#5 – Scrivi un guest post (FENOMENALE)

La regola numero uno per un guest post di successo è molto semplice: deve essere eccezionale. Non carino, non buono: eccezionale! Chiedi a te stesso qualcosa in più rispetto a quando scrivi un articolo per il tuo blog personale.

Prima di tutto impara a scrivere un articolo efficace.

Approfondisci i metodi per rendere la lettura più scorrevole. Semplifica la tua scrittura, migliorando la padronanza dell’italiano. E inizia a creare tabelle e infografiche, utilissime per fissare i concetti più importanti.

Tutto qui? Non proprio…

Per scrivere guest post fenomenali devi tenere a mente poche e semplici dritte:

Segui la linea del blog che ti ospita. Quando sei ospite a casa di altri cosa fai? Ti adatti. Bene, è ancora più importante farlo sul web. Cerca di scrivere un post simile nella forma a quelli già presenti sul sito, pur mantenendo il tuo stile personale. Un esempio? Se ci sono tanti articoli brevi ricchi di immagini, fai altrettanto.

Focalizza l’attenzione sui lettori. Il guest blogging non è un modo alternativo per pubblicizzarti. Quasi sempre ti sarà riservato uno spazio per raccontare chi sei: utilizza quello per “promuoverti”. Va bene fare qualche esempio relativo alla tua storia, ma per la maggior parte del tempo devi concentrarti esclusivamente su chi legge.

Inserisci un link al tuo sito, ma solo dove puoi. Questo punto è molto relazionato a quello precedente. Di solito ti sarà chiesto di scrivere una breve biografia riguardante te. In quelle poche righe cerca di inserire un link al tuo blog – con una keyword rilevante per il tuo business.

Includi link interni ed esterni. Includere link interni, oltre a essere utile per la SEO, dimostrerà al proprietario che conosci i contenuti del suo blog. Fai una ricerca su Google per le keyword più importanti del tuo post (site:dominiodelblog.it intitle:keyword) e valuta quale risorse linkare.

Includi una Call to Action. Questa è una regola generale, ma vale tanto più per questi casi. Alla fine del post invita gli utenti a lasciare un commento. Generare discussione porterà tanti benefici a te e al blogger, che in questo modo sarà più propenso a chiederti di nuovo di collaborare.

Conclusione

Siamo alla fine.

In questo post abbiamo visto come diventare un guest blogger, evitando di commettere gli errori che il 97% di chi si avvicina a questo mondo commette.

Ricapitoliamo cosa devi fare?

  1. Trova un blog per pubblicare guest post che sia in linea con i tuoi obiettivi e il tuo pubblico
  2. Analizza i blog che hai trovato (la MOZ Toolbar può esserti d’aiuto in questo passaggio)
  3. Fatti conoscere dal blogger e dalla sua community prima di inviare la richiesta di collaborazione
  4. Mettiti in contatto con il blogger, senza cadere nel tranello dei “modelli e-mail per guest post”
  5. Scrivi il miglior articolo possibile, impegnandoti e cercando di creare una piccola discussione con gli utetni

Tieni sempre a mente che fare guest blogging è un’attività fondamentale se vuoi portare il tuo business a un livello successivo. Cura ogni dettaglio per aumentare le visite al tuo sito e migliorare la tua reputazione online.