HomeNewsQuali sono i tre più importanti fattori di ranking? Ecco la risposta di Google!

Quali sono i tre più importanti fattori di ranking? Ecco la risposta di Google!

Quali sono i tre fattori di ranking più importanti? A darci una risposta è Martin Splitt, Webmaster Trends Analyst di Google!

Quali sono i tre più importanti fattori di ranking? Ecco la risposta di Google!

Quick links

Alcune settimane fa è stata annunciata la nuovissima rubrica SEO Mythbusting, presente nel canale YouTube di Google Webmasters.

Il primo video, online solo da pochi giorni, contiene diversi spunti interessanti sulla SEO, nati da un confronto tra Martin Splitt, Webmaster Trends Analyst di Google e Juan Herrera, Web Developer di Parkside.

Se ti interessa, ecco il video completo.

Gli argomenti trattati sono stati di livello abbastanza basilare, quindi adatti a chi si approccia per la prima volta al mondo SEO, eccoli in breve:

  • Cos’è un motore di ricerca
  • Cos’è il crawling
  • Quali criteri segue Google per determinare la rilevanza di un contenuto
  • I tre fattori più importanti per migliorare il posizionamento di un sito

La risposta data da Martin Splitt relativamente proprio a quest’ultimo punto è estremamente interessante e merita di essere messa in evidenza. Vediamo quindi di cosa si è parlato.

Come viene determinata la rilevanza di un contenuto da Google

Una delle domande poste da Juan Herrera riguarda la rilevanza di un contenuto:

Come capite quali risultati sono più rilevanti per un determinato utente?

La risposta di Splitt, che non chiarisce comunque il dubbio in maniera univoca, offre qualche spunto interessante:

Abbiamo oltre 200 fattori di ranking per farlo (classificare la rilevanza di un contenuto, NdR). Quindi, guardiamo a elementi come il titolo, la meta descrizione, il contenuto e altro all’interno della pagina come immagini, link… ogni genere di cosa.

Fattore di ranking #1: il contenuto

Dopo aver discusso molto brevemente della rilevanza, Herrera passa ad una domanda più precisa:

Se tu potessi darmi, diciamo, una top tre degli elementi più importanti che io dovrei considerare, quali sarebbero?

Splitt replica in maniera piuttosto chiara:

[…] Devi avere un contenuto di alta qualità. Questo significa che devi possedere del contenuto che serva a uno scopo per l’utente.

È qualcosa di cui gli utenti hanno bisogno o che vogliono. Idealmente, ne hanno bisogno e lo vogliono, come un gelato.

Quindi, se il tuo contenuto dice dove sei, cosa fai, come puoi aiutarmi con quello che sto cercando di ottenere, è fantastico.

Fattore di ranking #2: Meta Data

L’intervista continua e si passa al secondo fattore di ranking considerato fondamentale da Google.

Quindi il contenuto ha la priorità. Puoi dirci altri due elementi importanti?

Ecco la risposta di Splitt:

Ti piaceranno, perché sono entrambi tecnici. 

La seconda cosa più importante è assicurarsi di avere meta tags che descrivano il tuo contenuto, quindi bisogna avere una meta description, in quanto ti dà la possibilità di avere nei risultati di ricerca un piccolo snippet che permette alle persone di capire quale dei tanti risultati potrebbe essere quello migliore.

Devi anche avere dei titoli che siano specifici alla pagina. Quindi, non avere un unico titolo per tutto. Avere lo stesso titolo è negativo.

Se invece hai dei titoli che variano al variare dei contenuti che mostri, è fantastico.

Fattore di ranking #3: Performance

Come anticipato, anche il terzo fattore di ranking nominato è di natura tecnica. Riportiamo anche quest’ultima parte:

L’ultimo pezzetto è la performance. La performance è fantastica, ne parliamo costantemente ma probabilmente ci dimentichiamo del fatto che è importante anche per venire trovati online.

Herrera fa un ulteriore domanda al riguardo per approfondire la questione:

Quindi la performance non consiste solo nel rendere il mio sito più veloce, ma anche nel renderlo più facilmente visitabile dagli altri?

Segue la risposta:

Corretto. Perché vogliamo assicurarci che le persone che cliccano sul tuo risultato di ricerca ottengano il contenuto velocemente. Quindi è una delle cose di cui vogliamo assicurarci… è uno dei tanti segnali che guardiamo.

Ma inoltre, aiuta i tuoi utenti, giusto? […] Se desidero ardentemente un gelato e la pagina si carica velocemente, è ottimo.

Conclusioni

In sintesi, i fattori di ranking nominati sono:

  • Qualità del contenuto.
  • Meta data.
  • Performance.

Se si ha l’obiettivo di migliorare il ranking delle proprie pagine all’interno della SERP di Google, è fondamentale capire come offrire il contenuto migliore all’utente, nella maniera più veloce ed efficiente possibile.

Essere in grado di dare immediatamente una risposta al bisogno dell’utente, rilevante e soddisfacente, è la base per fare correttamente SEO.

A proposito, hai dato un’occhiata alla nostra Guida introduttiva alla SEO?

Cosa ne pensi delle risposte date da Martin Splitt in questa prima puntata di SEO Mythbusting? Fammelo sapere nei commenti!