HomeWeb marketingContent MarketingCreare Guest Post di qualità: le 4 regole da seguire per avere successo

Creare Guest Post di qualità: le 4 regole da seguire per avere successo

Sappiamo che fare guest blogging può essere la chiave del successo per il tuo business online. Scrivere su altri blog…

Creare Guest Post di qualità: le 4 regole da seguire per avere successo

Sappiamo che fare guest blogging può essere la chiave del successo per il tuo business online.

Scrivere su altri blog della tua nicchia ti permette di raggiungere nuove persone, farti conoscere maggiormente, presentarti come esperto di un determinato argomento.

E questa è quasi sempre la “svolta”.

La verità è che il successo del tuo progetto passa principalmente dalla tua “reputazione”.

Devi puntare a essere riconosciuto come un personaggio autorevole, un punto di riferimento riguardo certi temi.

Le strategie di SEO e Social Media Marketing rischiano di portare pochi risultati (deludenti) se prima non avrai costruito la tua immagine online.

Uno dei metodi a tua disposizione per farlo è diventare guest blogger.

Potresti aver sentito dire che il guest blogging è una pratica obsoleta, inutile, quando non addirittura dannosa.

Ma il problema principale è che moltissimi applicano questa strategia senza avere la benché minima idea di cosa stiano facendo.

Andiamo a vedere insieme come si scrive (e si pensa) in modo corretto un guest post?

Partiamo!

Le 4 regole per scrivere un Guest Post di qualità

1 – Trova i blog adatti

Un guest post, per portare risultati, deve far parte di una strategia attentamente studiata. Non puoi improvvisare e scrivere quello che ti pare.

Il primo passo è capire cosa vuoi ottenere dal guest blogging:

  • Vuoi portare traffico verso una landing page?
  • Cerchi un metodo per fare link building?
  • Desideri aumentare la tua autorevolezza nel settore?

Tutto ciò passa dal trovare “partner” adatti. Devi sapere che ogni blog riesce a radunare una certa community di lettori che è interessata a determinati argomenti.

Dovresti rivolgerti a community simili alla tua o che comunque abbiano determinati valori in comune con il tuo business.

Quando inizi la tua ricerca di blog dove pubblicare guest post valuta attentamente gli articoli che hanno più successo, gli argomenti maggiormente trattati, leggi i commenti per capire quali sono le domande più ricorrenti.

Potrebbe capitarti di trovare maggior valore per te in un blog con meno traffico rispetto a uno molto più visitato.

La fase di analisi è davvero fondamentale: utilizza dei SEO tool per valutare lo “stato di salute” del blog, controlla i social network, studia lo stile del blogger che ti ospita, leggi le linee guida.

Senza analisi (e ragionamento) non c’è consiglio che tenga.

2 – Scrivi un articolo originale

Per la tua strategia di guest blogging devi scrivere post eccezionali. Deve essere un valore aggiunto per il blog ospitante, non un semplice articolo pubblicitario.

Avrai dello spazio per fare auto-promozione: la tua biografia. Limitati a quelle righe per dire chi sei, cosa fai e dare un motivo per seguirti.

Il post, invece, dovrebbe essere esattamente come uno che pubblicheresti sul tuo blog personale: scritto bene, approfondito, ben formattato, non banale.

Insomma, devi dare un punto di vista davvero originale. Ecco perché un consiglio fondamentale è:

Scrivi guest post solo su argomenti di cui sei realmente esperto.

Oltre alla bio, quello che farà veramente la differenza agli occhi del lettore sarà proprio il contenuto dell’articolo.

Deve essere pensato su misura sul pubblico di quel blog: fare guest post non è un modo per riciclare articoli non pubblicati o che non ci convincono.

Racconta delle esperienze, porta dei fatti a sostegno di quello che dici, rispondi alle eventuali obiezioni che potrebbero sorgere, scendi nello specifico.

3 – Indirizza i lettori verso un punto specifico

Finora abbiamo fissato due punti fondamentali:

  1. Il guest blogging necessita di una fase di studio e analisi per individuare partner in linea con i nostri obiettivi e valori.
  2. Un guest post deve essere un articolo che presenta un punto di vista originale su un argomento di cui siamo esperti.

Tutto questo è importantissimo per ottenere risultati concreti nel medio-lungo periodo. Ma… come si fa a ottenere risultati?

Se hai risposto alla domanda principale che devi porti prima di iniziare (cosa vuoi ottenere?) sei già a buon punto.

Ora, per iniziare a guadagnare online sul serio, è importante tu capisca una cosa:

Devi indirizzare chi ti legge verso una pagina specifica.

Nella tua biografia dovresti avere la possibilità di inserire un link. Non sprecare questa opportunità rimandando i lettori alla homepage del tuo blog.

Mettiamo il caso tu voglia aumentare gli iscritti alla tua newsletter. Una buona strategia potrebbe essere:

  • Scrivere un e-book su un argomento molto specifico. Se conosci bene la tua nicchia, sai benissimo quali siano i problemi ricorrenti della community. Approfondisci in modo critico e originale un argomento che potrebbe attrarre un buon numero di persone.
  • Creare una landing page per questo e-book. Una volta che avrai il tuo e-book crea una landing page sul tuo sito, dove potrai chiedere l’iscrizione alla newsletter in cambio del download.
  • Fare guest posting su argomenti collegati. Qui viene il bello: scrivi guest post su temi relazionati all’argomento principale dell’e-book. Quando puoi inserire link re-indirizza i lettori alla landing page.

Ma non è finita qui…

4 – Non “abbandonare” il tuo guest post

Il tuo compito di guest blogger non finisce dopo aver premuto il tasto “Pubblica”. Anzi, in un certo senso è appena iniziato.

Una delle cose più importanti da fare quando scrivi un guest post è controllare i commenti e rispondere alle domande che ti vengono fatte.

Se il tuo obiettivo è diventare un esperto agli occhi della community questo è il metodo migliore, quello più efficace.

Stai attento ai dubbi dei lettori: ti permetteranno di conoscere meglio il tuo target (se lo avrai scelto bene) e ti daranno idee per nuovi post.

Nel caso in cui un particolare commento ti dia l’idea per scrivere un articolo approfondito dillo nella tua risposta e, se puoi, inserisci il link.