HomeWeb marketingSocial Media MarketingCome usare le stories per una strategia di micro vlog

Come usare le stories per una strategia di micro vlog

Stories e Micro Vlogging. Li hai mai provati insieme?

Come usare le stories per una strategia di micro vlog

Quick links

In questo post ti mostrerò come utilizzare le tue stories e i video di IGTV per trasformare il tuo profilo in un contenitore di micro vlog, aumentando così di netto il valore dei tuoi contenuti e del tuo personal brand.

Utilizzare il tuo profilo Instagram nel migliore dei modi attraverso gli strumenti che abbiamo a disposizione fa sempre la differenza tra un account interessante e uno noioso.

Ma cosa avrai imparato una volta finito di leggere questo articolo?

Prima tutto, andremo a scoprire la definizione di micro vlog e perché questo tipo di contenuto è così rilevante.

Imparerai come utilizzare i 15 secondi delle Stories, per attirare la massima attenzione dei tuoi utenti.

Verrai inoltre a conoscenza di un metodo semplice che potrai applicare tutte le volte che vorrai generare dei contenuti video sul tuo orofilo Instagram.

Infine, scoprirai le migliori app per smartphone da utilizzare per editare i tuoi micro vlog!

Trova quindi una sistemazione comoda e inizia a leggere!

Cosa è un micro vlog?

È impossibile definire un micro vlog senza parlare del suo fratello più grande, il vlog!

Questo termine (vlog) è nato nel momento in cui i content creator hanno trasportato la struttura di un blog nel mondo dei video, dando appunto vita a un v-log.

Detto in parole semplici, un vlog altro non è che la riproduzione di un diario giornaliero o settimanale in formato video.

Contiene la stessa struttura di uno blog post ma ha un impatto più forte dato dalle immagini e dalla possibilità di editarle seguendo un flow ben definito, dove anche la musica ha la sua importanza.

“Ok Rocco, ma cosa c’entra tutto questo con il micro vlog?”.

Te lo spiego subito: un micro vlog è un vlog in versione ridotta.

Attento però: quando dico “ridotta” non intendo “scadente”. La creazione di un micro vlog comporta un impegno rilevante ma al tempo stesso presenta alcuni vantaggi che lo rendono semplice da realizzare, soprattutto per chi è alle prime armi.

Devo registrare sempre e per sempre?

Assolutamente no.

Così come i vlog, anche i micro vlog devono contenere qualcosa di interessante.

A nessuno piace conoscere tutti gli aspetti della tua vita o tutti i momenti che vivi.

Inoltre, anche il contesto nel quale registrerai i tuoi micro vlog ha la sua importanza.

Quindi prepara il tuo set o costruiscine uno in base alla location nella quale ti trovi e non dimenticare mai di dare un senso logico ai tuoi video, puntando a non essere mai noioso, confuso o prolisso.

Micro significa piccolo, molto piccolo.

Micro vlog: i pro e i contro

Utilizzare i micro vlog come contenuti sulle Instagram Stories ti permetterà di essere maggiormente presente per i tuoi follower e ti consentirà di realizzare dei contenuti che ti renderanno differente dagli altri.

Tra i pro del fare micro vlogging possiamo inserire:

  • Utilizzare uno smartphone e non una costosa videocamera
  • Non perdere troppo tempo per editare il video
  • Non dover studiare dai manuali di regia americani

Tra i contro invece:

  • Avere solo 15 secondi di tempo
  • Creare qualcosa di interessante e che attiri subito l’attenzione
  • Catturare sempre i dettagli più coinvolgenti

Come puoi notare anche tu quindi, se da un lato godiamo di parecchi vantaggi soprattutto tecnici, dall’altro non possiamo di certo prendere con leggerezza la creazione di un contenuto del genere.

Perché è importante creare dei micro vlog

Creare micro vlog significa soprattutto stare al passo con i tempi.

So che sembra una frase da “old man” ma dobbiamo guadare in faccia la realtà e quella “virtuale” in modo ancora più attento e profondo.

Non puoi pretendere che i tuoi utenti possano seguirti tutti i giorni con la stessa intensità.

Anche loro hanno la loro vita, i loro impegni e i loro doveri e quindi sono propensi a skippare i tuoi contenuti se non hanno tempo o semplicemente se hanno qualcosa di meglio da fare.

Viviamo inoltre in un periodo in cui l’attenzione di un essere umano non supera quasi mai i 4 secondi.

Tutti i contenuti si stanno dirigendo verso un formato ridotto e più immediato e che possa soprattutto rispondere il più velocemente possibile ai bisogni e agli interessi di ognuno di noi.

La scelta tra un contenuto long form o short form non dipende più dai creator ma dai follower stessi.

L’ago della bilancia si è spostato e fare finta di niente significa perdere terreno.

Proprio per questo, trovo che imparare a utilizzare formati più ridotti (appunto, micro) possa fare la differenza.

Sarà attraverso questi contenuti che attirerai l’attenzione di nuovi follower e manterrai alta quella degli utenti che ti seguono già da tempo.

Potrai utilizzare i micro vlog per trasportare le persone verso un contenuto più lungo nel quale spiegare o mostrare al meglio ciò che reputi possa essere interessante e utile per loro.

Ma come puoi tenere alta l’attenzione dei tuoi utenti per 15 secondi?

Tranquillo, sono qui per questo!

Come attirare la massima attenzione in 15 secondi 

Instagram StoriesOk, fai un respiro profondo: hai solo 15 secondi per attirare la massima attenzione del tuo pubblico.

Cosa fai?

Devi creare qualcosa di utile, interessante e coinvolgente!

Ciò significa che dovrai esporti, parlare di fronte alla fotocamera del tuo smartphone e condividere un contenuto che possa realmente interessare al tuo pubblico.

A questo proposito, forse dovresti conoscere i migliori trucchi per le tue Instagram Stories!

Facciamo degli esempi.

Poniamo il caso che tu utilizzi il tuo profilo Instagram come travel influencer.

Stai per raggiungere una nuova località e chiaramente vuoi farlo sapere ai tuoi follower perché grazie ai tuoi contenuti possano viaggiare virtualmente insieme a te e magari ricevere consigli e spunti per la loro prossima vacanza.

Quindi focalizzati su una strategia ben strutturata.

Vuoi raccontare il tuo viaggio fin dalla partenza?

Ottimo!

Mostra loro cosa stai portando con te, quale bagaglio stai utilizzando e con quale compagnia aerea hai scelto e perché.

Ovviamente non dovrai mostrare tutto in 15 secondi, bensì suddividere il messaggio in più Stories.

Vuoi iniziare prima della partenza?

Ancora meglio!

In questo caso ti consiglio di lavorare sulla creazione dell’hype dei tuoi utenti.

Adesso ti starai chiedendo: “Sì ok, ma come faccio?”

Condividi le tue emozioni con i tuoi follower.

Le emozioni sono il motore migliore per ogni strategia video.

Usare le parole giuste e il giusto tono renderà il tuo messaggio più semplice da capire e da condividere.

Come utilizzare l’altra metà dei contenuti durante il viaggio

Una volta arrivato a destinazione condividi con il tuo pubblico l’arrivo in terra straniera, mostrando subito delle immagini del luogo nel quale sei appena atterrato.

Questo aumenterà la curiosità dei tuoi follower e li spingerà a chiederti sempre di più.

Focus secondario: mostra dove alloggi.

Condividere il luogo nel quale hai deciso di alloggiare è importantissimo poiché accorcia molto la distanza tra te e i tuoi follower.

strategia di micro vlog

Perché?

La risposta è semplice.

Dando informazioni sul luogo in cui alloggerai, sarà più semplice per gli altri utenti andare a controllare di quale hotel parli e magari prenotare una camera per la settimana dopo o in futuro.

Quindi prepara dei contenuti interessanti nei quali spiegare perché hai scelto questa sistemazione e non un’altra.

Questo vale a maggior ragione se stai collaborando con la struttura in questione. In questo caso, creare contenuti adatti alla promozione di un hotel o di B&B è proprio l’ABC della creazione di contenuti.

Tutto chiaro, ma hai citato anche IGTV 

Vedo che non ti sfugge niente!

IGTV è semplicemente (si fa per dire) la TV di Instagram, con tanto di canali tematici tra i quali scegliere.

Ricordi quando parlavo della connessione tra contenuti long e short form?

Bene, i micro vlog e i video di IGTV saranno i tuoi strumenti e Instagram sarà il tuo banco di prova.

IGTV ti servirà a creare dei video più lunghi nei quali riassumere tutta la tua esperienza, mostrando scene e immagini che hai conservato e che quindi non hai condiviso nelle Stories.

I micro vlog saranno così le pillole che utilizzerai per portare i tuoi follower a consumare dei video più ampi.

Ricorda sempre che il tuo video su IGTV dovrà essere in formato verticale e non landscape, quindi rifletti bene prima di produrre un contenuto che possa rovinare tutto e non dimenticare mai di essere coerente.

Non puoi utilizzare i micro vlog per parlare o per mostrare qualcosa che non sia connesso ai video di IGTV.

Ciò che ti consiglio però è di non aspettare troppo tempo prima di utilizzare IGTV: è appena nata e quindi potrai avvalerti di uno strumento che ancora in tanti non usano.

Ricapitoliamo: serve avere un metodo

Vediamo adesso di creare una scaletta o per meglio dire un metodo da seguire che possa rendere la produzione dei tuoi micro vlog più semplice e immediata.

Il metodo è questo:

  • Creare contenuti per il pre-evento
  • Condividere i primi istanti dell’evento
  • Generare contenuti contemporanei all’evento e per il post-evento.

Sì, perché dovrai pensare anche al dopo, condividendo con i tuoi utenti il tuo parere finale sulla tua vacanza, il tuo viaggio o su qualunque altro evento vorrai condividere con loro.

App editing video su smartphone

Prima di salutarti, voglio condividere con te due app per smartphone che sono certo potranno aiutarti nella costruzione dei tuoi micro vlog.

Inshot

La prima App è Inshot.

Sono certo che ne avrai sentito parlare e che magari l’avrai anche utilizzata.

Questa App ti permetterà di riunire tutti i tuoi brevi video in uno solo della durata di 15 secondi per poi caricarlo all’interno delle tue Stories.

La sua forza risiede soprattutto nella possibilità di modificare ogni aspetto dei tuoi video, come se stessi utilizzando un software di video editing professionale.

Ti consiglio di cercare all’interno dell’App Store di Android e IOS e di iniziare a utilizzarla per creare il tuo primo micro vlog.

Quick

La seconda App che ti consiglio è Quick.

Quick è un’app creata da GoPro e quindi basta poco a capire che sia pensata pensata per generare contenuti originali in poco tempo.

La sua caratteristica principale, risiede nella presenza di preset video composti da font, grafiche e colori differenti pronti a essere utilizzati per i tuoi video, dando vita micro vlog pazzeschi!

Anche Quick è disponibile per Android e per IOS.

Conclusione

Siamo giunti alla fine di questo post nel quale abbiamo imparato cosa sia un micro vlog e soprattutto come puoi integrare questo format all’interno delle tue Instagram Stories.

Chiudo questo post dicendoti che l’utilizzo di determinate app non implica dei contenuti di qualità che i tuoi utenti ameranno fin da subito.

Come sempre, tu sei il meccanismo principale per la creazione dei tuoi contenuti. Io posso solo fornirti un metodo semplice per realizzarli: al resto dovrai pensare tu.

Se l’articolo ti è piaciuto, ti invito a lasciare la tua migliore mail qui sotto, per restare sempre informato sui prossimi post, a commentare e soprattutto a iscriverti al Gruppo Facebook Instadvanced dove ogni giorno si parla di Instagram e delle migliori strategie da utilizzare per sfondare.

Ci leggiamo alla prossima!