Come raggiungere un tasso di conversione medio del 90% con una Optin Page?    [Case Study Copywriting ]

In questo nuovo case study scopriremo come sia possibile creare una Optin Page con un tasso di conversione medio del 90% e di quanto sia indispensabile riuscire a fare la giusta ricerca di mercato anche quando la nostra strategia si basa su un ottimo copy.


Questo case study vien fuori dal gruppo Copymastery | Marketers che ormai è diventato una delle risorse più importanti sul copywriting d'Italia.

Se non ne facessi ancora parte, ti basterà cliccare sul nome del gruppo per accedere ad una quantità di informazioni e di tips sul copywriting che ti cambieranno la vita.

Questa volta tratteremo un tema più che importante: come creare una Optin Page con un tasso di conversione medio del 90%.

Non capita certo tutti i giorni riuscire a venire in contatto con strategie così performanti e così solide.

Se non avessi ancora le idee chiare sulle Optin e Landing Page, ti consiglio di leggere questo post in modo da avere le idee più chiare ed utilizzare questo case study nel migliore dei modi!

Ringraziamo Elio Cammarata per aver condiviso la sua strategia con noi e soprattutto per aver sottolineato quanto una ricerca di mercato solida, possa essere un tassello fondamentale per la riuscita di una Optin Page senza precedenti.

[ Case Study Copywriting ] : come raggiungere un tasso di conversione medio del 90% con una Optin Page?

Ciao ragazzi oggi vi racconto come sono riuscito a realizzare una Optin Page con un tasso di conversione medio del 90%. 

Premetto che l’Optin Page fa parte di un funnel che ho creato (che è ancora in corso) per un'autrice emergente di e-book fantasy, per promuovere il suo e-book naturalmente.

Quando mi si è presentata l'occasione, devo ammetterlo, ero perplesso, ma poi ho accettato la sfida e i primi risultati sono stati a dir poco sorprendenti.

Ammetto di aver creato centinaia di optin page negli ultimi anni, ma mai ero riuscito a crearne una con un tasso di conversione medio del 90%, e con un CPA di 0,15 cent € (costo per acquisizione di ogni iscritto alla lista).

Una pagina quasi perfetta. Ma come ho fatto?

Ecco la mia strategia.

Ovviamente una Optin Page che funziona inizia sempre da una base che funziona (che poi è anche la base di ogni funnel e di ogni strategia): un'accurata ricerca di mercato.

Quando volete realizzare un’offerta, qualunque essa sia, l’elemento più importante, ancor più importante di chi siete, del prodotto che state promuovendo, o della vostra USP, è il modo in cui comunicate.

Se non comunicate in modo corretto tutto perde di valore.

Vi siete mai chiesti come mai una Optin Page non converte mai come vorremmo? Perché solo una percentuale dell’audience converte? Cosa cercano gli utenti che ci hanno ignorato?

La risposta è semplice.

Se la vostra offerta non converte, avete fatto sostanzialmente uno di questi due errori, o anche entrambi:

  • Non state comunicando nel modo corretto
  • Non vi state rivolgendo al target giusto

In entrambi i casi avete commesso lo stesso identico passo falso, forse il più grave che si possa commettere in una strategia di marketing.

Non avete dedicato il giusto tempo alla ricerca di mercato, o non lo avete fatto affatto

Ricerca di mercato? Ma magari è un problema di copy, di USP, o di prestazioni della pagina starete pensando.

Invece no.

La ricerca di mercato è la tappa più importante di ogni strategia ed è quella che determinerà il successo o il disastro del vostro progetto.

Per un semplice motivo.

Se riuscite a studiare bene il mercato imparerete a conosce i vostri potenziali clienti, e se conoscerete i vostri potenziali clienti potrete “entrare nella loro testa” e parlare letteralmente la loro lingua.

In altre prole avrete trovato il “Santo Graal” del marketing: Il copy ideale.

Se ci pensate un copy può essere perfetto, ma se non sta parlando al pubblico giusto, sarà inefficace tanto quanto un copy scadente.

Ecco qual è la vera essenza del copy

Una sintonia perfetta tra chi scrive e chi legge. Un flusso costante di empatia.

Ma torniamo a noi.

Come ho fatto a realizzare questa pagina?

Calmi, ora ci arriviamo.

Sono andato semplicemente per step, ma nell’ordine corretto:

  • Intanto, per prima cosa, dovevo conoscere alla perfezione non solo i desideri e le frustrazioni degli utenti in target, ma dovevo anche imparare il loro linguaggio.
  • Sulla base di quei dati avrei poi realizzato la mia Optin Page, che parlasse veramente la lingua di quegli utenti.

Capite dove voglio arrivare?

Come potevo ottenere delle informazioni così preziose?

Semplice, me le avrebbe fornite chi già aveva acquistato.

Chi meglio dei clienti poteva darmi le migliori informazioni?

Nessuno!

Avevano già acquistato ed erano utenti perfettamente in target, non solo, erano quasi tutti true fan, quindi rappresentavano il mio tester ideale.

Visto che l’autrice aveva già venduto degli e-book, non ho fatto altro che studiare tutte le recensioni che avevano lasciato i clienti in giro per il web.

Il risultato?

Una montagna di informazioni, una più preziosa dell’altra.

Praticamente il copy era già bello che pronto.

Sulla base di quelle informazioni ho poi realizzato la Optin Page e l’Ad di Facebook.

Alla fine ho costruito ogni singolo pezzo di copy servendomi semplicemente delle stesse identiche parole usate dagli utenti.

Passo e chiudo

Rocco Giannino

Spiegare in modo semplice argomenti che all'inizio sembrano montagne impossibili da scalare. Amante di Instagram e delle sue strategie. Siciliano e barbuto. Adoro poter pensare che ciò di cui parlo possa essere utile a chi è alle prime armi o a chi non riesce ancora a vedere il proprio progetto da un nuovo punto di vista.

Share This