Seleziona una pagina

Vediamo insieme quali sono gli step da seguire per portare la tua idea dalla teoria alla pratica e poter realizzare il tuo progetto.

Come-partire-per-realizzare-un-progetto-online-web

Succede all’improvviso: stai camminando per i fatti tuoi e a un certo punto eccola, l’idea che potrebbe cambiarti la vita! Ma come si può realizzare? Da dove si deve iniziare?

Obiettivi, strategia e pianificazione

Portare avanti un’idea che sembra vincente, nella realtà di tutti i giorni, può essere molto faticoso e spesso deludente. Il mio consiglio è partire da carta e penna o da un qualsiasi programma di mappe mentali come Xmind (disponibile per Windows, Mac e Linux, anche in versione free) e di individuare alcuni punti:

  • Quale problematica risolvi? Se non hai una risposta credibile, probabilmente sei sulla cattiva strada.
  • Hai individuato la tua nicchia? Se hai avuto un’idea, ed è una buona idea, quasi sicuramente riguarderà una specifica nicchia di mercato. Verifica che sia una nicchia abbastanza ampia e che sia disposta ad acquistare il tuo prodotto o servizio. Per completezza, puoi leggere l’articolo “Come valutare una nicchia di mercato”.
  • Ha valutato il tuo “angolo di attacco”?
  • Qualsiasi sia la tua idea, avrai sicuramente dei concorrenti; in caso contrario, o sei un genio oppure la tua idea non è poi così fantastica. Con tutto il rispetto, propendo per la seconda ipotesi. L’angolo di attacco consiste nella differenziazione di approccio al mercato rispetto ai tuoi concorrenti diretti. Se tratterai sul prezzo o punterai sul “io curo di più il prodotto”, probabilmente fallirai.
  • Hai considerato il tempo che hai a disposizione? Se sei un imprenditore, è tuo dovere avere il tempo di seguire le tue idee, ma se sei un dipendente, o magari un libero professionista che lavora 10 ore al giorno, è difficile che tu possa sviluppare la tua idea. Considera, quindi, anche questo aspetto.

Business plan: conoscerlo per non perdere tempo

Come-partire-per-realizzare-un-progetto-online-2-web

Se non hai mai realizzato un business plan e hai solo una vaga idea di cosa sia, iniziarne uno da zero potrebbe rivelarsi una perdita di tempo. Il business plan è essenziale per poter proporre la tua idea a possibili investitori, ma il suo maggior pregio è quello di aiutarti a chiarire il tuo approccio al progetto.

Ti consiglio di leggere qualche libro specifico; per iniziare potrebbe andar bene anche una lettura abbastanza semplice, come Chi ha paura del business plan? Di Francesca Marano: molto scorrevole, non troppo lunga, se non sei un tipo a cui piace leggere, e con qualche esercizio pratico.

No budget, no party

È un punto sul quale voglio essere chiaro: se non hai soldi da investire, lascia perdere.

Settimanalmente mi vengono richieste analisi su progetti a livello locale o nazionale, con budget pubblicitari che definire ridicoli è un eufemismo.

Se vuoi realizzare un e-commerce che esporti il tuo prodotto in tutta italia e nel mondo, come pretendi di poter avere un budget complessivo di 300 euro al mese? Cosa pensi di poterci fare?

Se vuoi realizzare un progetto, se credi in quel progetto, allora devi essere disposto ad investirci del denaro.

Se non ne hai, sei di fronte ad un problema che ha solo due soluzioni:

  1. Risparmi abbastanza da poter avviare il tuo progetto.
  2. Molli il progetto.

A dire il vero, c’è ancora un modo, ma quasi tutti quelli che intraprendono questa strada mollano entro l’anno. Si tratta del “Make Itself”, ossia “l’arte dell’arrangiarsi”.

Ricordati che è una strada in salita che non tutti sono in grado di percorrere, in quanto richiede non solo una discreta capacità di organizzazione, ma anche una spiccata predisposizione a comprendere concetti tecnici e di marketing che non si fanno propri in uno o due mesi di studio e che non possono essere aggirati con scorciatoie o trucchetti vari.

In cosa consiste? Semplice.

Non hai i soldi per un consulente marketing per la promozione, un tecnico che ti prepari il sito, un social media manager che ti curi la parte social, un copywriter che ti curi gli articoli e un grafico che ti realizzi loghi ed immagini? Allora, impara a fare tutto da solo. Il tuo investimento non sarà tanto economico, se escludiamo il costo dei libri, dei corsi e così via, nonché di tempo.

Arriverà, però, il momento in cui non potrai più curare la tua idea, perché sarai impegnato con tutta la parte di “contorno” del tuo business; dovrai, quindi, aver assimilato anche nuovi concetti, quali lo scalare il business e il delegare le attività, sperando di aver raggiunto un’entrata economica sufficiente.

Può essere di aiuto avere un socio con caratteristiche complementari alle tue, cosa non proprio facile da trovare e che comunque dimezzerà le entrate.

Delegare è la chiave

Come-partire-per-realizzare-un-progetto-online-3-web

Si potrebbe scrivere un libro sul concetto di delega (e alcuni l’hanno fatto); è, infatti, un argomento molto esteso che deve essere personalizzato a seconda dell’attività che hai scelto, del budget che hai a disposizione e dei compiti che dovrai far svolgere.

Voglio darti un aiuto, se stai partendo ora con il tuo progetto, consigliandoti fiverr.com, un marketplace in cui trovare persone competenti negli ambiti più disparati, dove potrai farti realizzare, per meno di 50$, logo del sito, info-grafiche da inserire negli articoli ed un’introduzione animata da inserire all’inizio dei tuoi video.

Il costo è molto basso e la qualità altalenante, devi perdere qualche minuto nello scremare le persone.

Ti sconsiglio, invece, di utilizzarlo per attività SEO e di backlink, in quanto nel 100% dei casi sarà più il danno che il guadagno.

Come sempre, attendo un tuo commento al quale sarò ben felice di rispondere.

Roberto Tarzia

Nato fotografo, cresciuto informatico, inizio a pensare che morirò sul web ;) ! Aiuto aziende e professionisti a sviluppare la strategia più efficace per promuoversi in internet.

Share This