Seleziona una pagina

In questo articolo vediamo insieme quali sono i migliori canali di promozione e alcune strategie low budget per lanciare il tuo progetto.

Canali di promozione: quali usare?

Trend 2016: Social e Multimedia

Lo so, è la solita minestra riscaldata ma è sempre bene precisarlo: negli ultimi anni i risultati migliori li hanno dati le campagne multimediali.

La promozione tramite fotografia e video sta andando fortissimo e, a mio avviso, questo trend sarà presente molto a lungo.

Alle persone piace vedere il proprio interlocutore, piace mettere in mostra i retroscena della pripria vita; diciamolo pure: se Facebook ha avuto successo, è perché in fondo alla maggior parte delle persone piace farsi gli affari degli altri.

Se non l’hai ancora fatto fino ad ora, installa Snapchat ed Instagram, acquista un corso economico del tipo Instagram on fire e buttati nella mischia; il tutto dopo aver pianificato un’adeguata strategia di comunicazione, naturalmente.

Non si vive di soli social

Ebbene sì, non esistono solo i social network.

Hai mai pensato di contattare 10 persone di una nicchia complementare alla tua e proporgli dei guest-post? Potreste averne vantaggio entrambi.

È necessario che tu ti muova con criterio, selezionando le giuste persone e presentandogli un’offerta interessante.

Le newsletter sono morte

Sì, certo, come no! In verità, la mailing list è uno degli asset più importanti che puoi avere.

Ovviamente, parlo di liste vere, non di utenti ignari, acquistati da qualche sito cinese che li profila e te li serve belli e pronti a 10cent/cad.

Canali di promozione: quali usare? 2

Quando lavori con le liste mail è utile che tu tenga a mente una regola ben precisa: non si possono vendere e non si possono acquistare i contatti mail.

Il mio consiglio è trovare una persona con una buona reputazione e una buona lista mail, e proporgli una collaborazione: tu gli fornisci il prodotto o servizio e lui lo propone alla sua lista.

Cosa ci guadagna? Il 50% dei ricavi e un buon tasso di conversione che è, ovviamente, utile anche a te.

Se sei agli inizi e non hai una tua lista con la quale ricambiare, è possibile che tu debba accontentarti di un 40/60, ma come inizio è buono.

Affiliazione

I canali di affiliazione sono relativamente nuovi in Italia, ma nel resto del mondo producono fatturati veramente interessanti.

Valuta di proporre il tuo prodotto in affiliazione, ma prima informati su come gestirlo al meglio. Se conosci bene l’inglese, puoi dare un’occhiata al forum n°1 nel mondo nel settore affiliazioni: una vera e propria bibbia delle affiliazioni.

Promozione Offline

Valutala con attenzione: io l’ho quasi totalmente abbandonata per varie ragioni, fra cui costi troppo alti in rapporto ai risultati, nonché per la scarsa tracciabilità degli utenti.

Rimane, comunque, un metodo di promozione efficace in alcuni contesti.

Per esempio, la tessera punti per i parrucchieri e per le palestre, è un ottimo motivo per farsi lasciare la mail e fidelizzare il cliente.

E tu che metodo usi per promuoverti? Hai preferenze o hai individuato canali particolarmente profittevoli?

Come sempre, sono felice di ascoltare la tua opinione, perciò, se ti va, lascia un commento qui sotto.

Roberto Tarzia

<p>Nato fotografo, cresciuto informatico, inizio a pensare che morirò sul web ;) !<br /> Aiuto aziende e professionisti a sviluppare la strategia più efficace per promuoversi in internet.</p>

Share This