HomeNewsVuoi un’idea di business digitale locale? Ecco il social magazine
  • News
  • 06 Feb 2019 (Aggiornamento)

Vuoi un’idea di business digitale locale? Ecco il social magazine

Il social media marketing estende i suoi confini sempre di più ed è proprio del settore digitale non avere…

Vuoi un’idea di business digitale locale? Ecco il social magazine

Il social media marketing estende i suoi confini sempre di più ed è proprio del settore digitale non avere confini, nemmeno di definizione. E il social media marketing ha una sua specificità che non è quella della ricerca per frasi chiave. Insomma se nel tuo segmento se sei Chiara Ferragni è tutto ok. Ma altrimenti? Fai un magazine social!

Freeda e LIsa sono gli esempi più in vista del momento. Sono magazine che si seguono solo sui social. Instagram e Facebook naturalmente.

Freeda e LIsa sono magazine generazionali. Modelli riproducibili per ogni business legato alle emozioni.

Freeda è una creatura del 2017 di  Andrea Scotti Calderini. Adesso è il momento di LIsa del colosso Condé Nast. E le cose si fanno più interessanti per tutti. LIsa è l’acronimo di “Love Inspire Share Advise”

Sono magazine under 30, di genere femminile, ma anche gli uomini non sono scevri da queste letture, e il modello è riproducibile per ogni business. Il magazine social perfetto pubblica pochi testi e pochi link esterni. Il pezzo forte naturalmente immagini e video di 3/4 minuti al massimo, che partono automaticamente sul Feed di Facebook, con i sottotitoli, così da potersi vedere dappertutto senza audio, e ottimizzati per lo smartphone.

E se non sei ancora convinto della capacità di penetrazione degli strumenti digitali e social, ti informo che la Condé Nast Social Academy è una vera e propria accademia per diventare influencer, che lavora in collaborazione con la scuola di direzione aziendale della Bocconi. I corsi durano quattro mesi, sono composti di quattro moduli, più uno pratico in azienda, e partono a maggio. I moduli sono di beauty, lifestyle I e II grado, con approfondimenti su comunicazione digitale, Seo, “marketing emozionale”, analytic, performance tool e online sentiment! Chiaro?