HomeWeb marketingSocial Media MarketingBot Instagram: possono davvero essere d’aiuto o penalizzano il nostro account?

Bot Instagram: possono davvero essere d’aiuto o penalizzano il nostro account?

I bot Instagram sono ormai una realtà più che conosciuta. Ma sono davvero la nuova peste digitale? Vediamo di fare chiarezza

Bot Instagram: possono davvero essere d’aiuto o penalizzano il nostro account?

Quick links

In questo articolo analizzeremo uno dei temi evergreen del mondo dei social: i bot Instagram.

Approfondiremo tutti i loro aspetti e soprattutto faremo luce su determinate zone grigie che da tempo vengono utilizzare per condividere informazioni spesso di parte.

In particolare:

  • Definiremo cosa siano i bot
  • Perché utilizzarli
  • Quali siano i migliori bot Instagram
  • Pro e contro dell’utilizzo dei bot

Iniziamo subito!

Cosa sono i bot Instagram?

Quando facciamo riferimento ai bot per Instagram, intendiamo semplicemente dei software o delle app create appositamente per automatizzare determinate azioni.

Infatti, possiamo parlare di bot anche per le operazioni di aumento like, commenti, posting e invio di direct message.

Da quello che avrai notato anche tu, i bot non vengono utilizzati esclusivamente per automatizzare le operazioni di follow ma tutte quelle attività che un utente può fare manualmente ogni giorno.

Ma come mai se ne parla così tanto in giro, soprattutto nell’ultimo periodo?

I bot per Instagram sono stati una vera e propria rivoluzione perché hanno cambiato completamente l’utilizzo di un social come Instagram per un gran numero di utenti e di conseguenza, il lavoro di molte agenzie e professionisti.

Ma cerchiamo di approfondire ancora di più i motivi per cui si utilizzano questi bot.

A cosa serve un bot Instagram?

Come accennato qualche riga sopra, i bot svolgono in modo automatico le medesime operazioni che si possono fare manualmente.

Ma allora perché così tanti utenti e imprese li utilizzano?

Il motivo è sempre lo stesso: risparmiare tempo.

bot-instagram-1

Quando siamo consapevoli che il nostro progetto online può davvero prendere il volo e trasformarsi in successo, non possiamo commettere l’errore di poter fare sempre tutto da soli.

Così decidiamo di delegare parte del nostro lavoro a qualcuno e il più delle volte questo “qualcuno” è meno reale di quello che pensiamo.

Proprio per questo utenti e imprenditori si affidano a sistemi di automazione che una volta impostati secondo un preciso obiettivo, lavorano ogni giorno 24 ore su 24.

Il tempo è una variabile che non possiamo controllare ma che possiamo senza dubbio gestire.

Quindi è naturale pensare che in un contesto del genere, investire il nostro tempo verso un singolo canale tralasciando il resto sarebbe molto rischioso.

Così i bot per Instagram hanno “rimpiazzato” il nostro lavoro manuale, permettendoci di focalizzarci su altri step del nostro progetto online.

Questo concetto non riguarda soltanto gli influencer ma anche le agenzie.

Infatti, poter seguire più clienti utilizzando un software di automazione come un bot Instagram permette alle agenzie di poter acquisire ogni giorno nuovi clienti e lavorare in modo preciso nella fase di start per poi controllare in modo costante e ciclico l’andamento dei lavori.

Quindi a differenza di quello che si possa pensare, i bot Instagram non vengono utilizzati esclusivamente perché gli utenti vogliono lavorare meno, ma semplicemente perché vogliono lavorare meglio.

Ma attenzione!

Non è tutto oro quello che luccica e proprio per questo occorre fare alcune precisazioni che approfondiremo nel corso di questo post.

Per adesso, mi limito a dirti che i bot sono degli strumenti e non delle intelligenze artificiali che possono davvero lavorare meglio di noi.

Possiamo certamente impostare il loro lavoro in modo preciso e curato ma ciò che conta è che servizi di questo tipo servono a replicare l’attività umana e non a sostituirla.

Ma adesso cerchiamo di capire quali siano i migliori bot per Instagram presenti attualmente sul mercato.

Quali sono i migliori bot per Instagram?

Come succede il più delle volte, quando arriva un’onda da cavalcare tutti prendono la loro tavola da surf fingendosi dei professionisti.

Anche nel mondo dei bot Instagram è la stessa cosa.

Quindi in questa sezione troverai esclusivamente dei software validi che possano certamente offrirti dei servizi più che notevoli.

Followliker

Followliker è uno dei primi servizi ad essere stato lanciato sul mercato ed attualmente rappresenta ancora una valida proposta soprattutto per chi sta iniziando a muoversi all’interno del mondo delle automazioni Instagram.

La sua particolarità risiede soprattutto nell’unico acquisto che dovrai fare qualora dovessi scegliere questo bot.

Infatti in questo caso acquisterai esclusivamente la licenza a vita del software e quindi potrai utilizzarlo a costo zero a partire dal secondo mese in poi.

Ma quali sono le funzionalità di questo bot?

Molte, soprattutto se non hai mai utilizzato servizi di questo genere.

Difatti, oltre alla funzione di follow automatica sulla base di profili simili a quello che vuoi far crescere o in base alla ricerca per hashtag, location o lingua.

Followliker ti permette di interagire anche con una lista di utenti che potrai caricare direttamente all’interno della sua dashboard.

Ma Followliker non si ferma qui.

Per quanto la sua stessa dashboard non sia delle migliori sotto il punto di vista della user exeperience, potrai utilizzare svariati servizi accessori come l’invio di direct message automatici, commentare in automatico determinate foto sulla base di commenti che potrai caricare direttamente all’interno del software e far girare in modo randomico.

Ti consiglio di visitare il sito ufficiale per scoprire gli altri servizi a cui potrai avere accesso.

Massplanner

Massplanner è un servizio più completo rispetto a Followliker e sicuramente più accurato e preciso.

Anche in questo caso la dashboard non è molto intuitiva ma con la pratica e con numerosi test è uno scoglio facilmente superabile.

La particolarità di Massplanner risiede nelle numerose voci presenti all’interno del pannello di impostazioni per singolo account.

A differenza di Followliker che non permette un setting preciso al millimetro, Massplanner propone svariate funzioni differenti che permetto di impostare le automazioni del profilo Instagram che stai gestendo nel modo migliore possibile.

Unica nota negativa: attualmente Massplanner non è più online.

Jarvee

Ultimo bot che propongo in questo articolo è Jarvee.

Una replica fedele e per certi versi più semplice da utilizzare di Massplanner.

Jarvee presenta un pricing differente a seconda del numero di account gestiti e quindi è accessibile ad ogni tipo di utente.

Inoltre, anche in questo caso, ci troveremo davanti ad un pannello di controllo molto sviluppato ed aperto ad ogni tipo di automazione.

Interessante inoltre la presenza di servizi aggiuntivi e molto utili come la funzione di story viewer unita a quelle di cui ti ho già parlato.

Qualora volessi maggiori informazioni, ti consiglio di visitare il sito ufficiale di Jarvee.

Pro e contro dei bot Instagram

Non possiamo dare tutto per scontato e soprattutto non possiamo definire i bot con una vera miniera d’oro ma occorre fare delle precisazioni.

bot-instagram-2

Quindi vediamo di analizzare i pro e i contro che stanno dietro l’utilizzo dei bot Instagram.

Pro

Tra i pro c’è sicuramente la possibilità di poter risparmiare del tempo, affidando determinate operazioni a un bot che lavorerà per noi in automatico sulla base delle nostre impostazioni.

Altro pro è certamente rivolto alle agenzie che attraverso strumenti del genere potranno dedicarsi allo sviluppo di contenuti originali per i loro clienti.

Inoltre, elemento da non trascurare, utilizzare i bot permette sicuramente una crescita più rapida e più in target del nostro profilo rispetto a quella manuale.

Ma allora dove stanno i contro?

Contro

Sembra tutto bellissimo ma il primo aspetto negativo che dovrebbe farti riflettere sul corretto utilizzo dei bot è legato proprio a Instagram.

Le linee guida sono molto chiare in merito e Instagram non ama l’utilizzo di software di automazione all’interno del suo ecosistema e le azioni degli ultimi mesi non fanno altro che sottolinearle.

Basta solo notare quanti profili di influencer e brand online, si ritrovino dal giorno alla notte con milioni di follower in meno acquisiti tramite un uso massiccio di bot o di quanti profili vengano bannati da Instagram per un utilizzo improprio delle automazioni.

Altro contro riguarda il trust del tuo profilo.

Parliamoci chiaro, nessuno prende mai positivamente una tecnica ripetuta di follow o di like.

Inoltre, aspetto da non sottovalutare, ricorda sempre che se il bot lavora al posto tuo sarà comunque un tuo dovere controllarne la qualità e l’efficacia perché i bot fanno ciò che gli chiedi e non ciò che vuoi e questo potrebbe influire sulla qualità delle operazioni svolte.

Bot per Instagram Vs. Crescita organica

Ma allora cosa bisogna fare?

Scegliere un bot e risparmiare il nostro tempo o rifarci ad un lavoro sano ma più stressante?

Dipende.

Determinate scelte devono essere fatte con consapevolezza.

Magari, utilizzare i bot in una fase di starting potrebbe essere la scelta più saggia in vista di un lavoro manuale in futuro.

Magari potresti lavorare esclusivamente sulla crescita organica con la quale selezionare appositamente i profili con cui intendi interagire e ripetere determinate azioni su base quotidiana, ottenendo un pubblico selezionato a discapito del molto tempo speso su Instagram.

Una cosa è certa però: l’utilizzo smodato dei bot comporta un rischio non indifferente che la crescita organica non ha.

Cosa voglio dirti con questa frase?

Semplicemente che il bot Instagram è semplicemente uno strumento che va imparato e gestito in modo consapevole ed intelligente e non va visto come una scorciatoia verso il successo e la creazione di un profilo con milioni di follower.

Allo stesso modo, anche la crescita organica è un percorso che sul lungo periodo premia.

Quindi la scelta spetta solo a te ed a quelli che sono i tuoi obiettivi di breve e lungo periodo.

Conclusione

Siamo giunti alla fine di questo post sui bot Instagram.

Spero di aver fatto luce su determinati aspetti che molto spesso vengono messi in secondo piano a favore di una comunicazione non sempre rosea e cristallina.

Inoltre, vorrei specificare che i bot non sono una nuova peste digitale ma (lo ripeto ancora una volta) dei semplici strumenti che dobbiamo imparare ad utilizzare in modo corretto, nel rispetto dei nostri clienti, dei nostri profili, degli altri utenti e soprattutto di Instagram.

Tu utilizzi bot Instagram? Raccontaci la tua esperienza nei commenti!