HomeWeb marketingContent MarketingBlocco dello scrittore: come superarlo per sempre, secondo chi scrive davvero

Blocco dello scrittore: come superarlo per sempre, secondo chi scrive davvero

In questo post andiamo a vedere come superare il blocco dello scrittore con consigli pratici che derivano dall'esperienza di tutti i giorni.

Blocco dello scrittore: come superarlo per sempre, secondo chi scrive davvero

Quick links

La maggior parte delle cose che hai sentito sul blocco dello scrittore sono una cazzata.

Lasciatelo dire.

Tutta la mitologia che si è sviluppata intorno alla pagina bianca ha davvero stancato.

Ho letto decine di post sulla questione e praticamente nessuno dice davvero le cose come stanno.

Il blocco dello scrittore è una situazione in cui ti stai cacciando con le tue mani.

Per fortuna, così come ti ci sei cacciato, te ne puoi tirare fuori in modo abbastanza semplice e veloce.

Sei pronto a scoprire come?

In questo post andiamo a conoscere cosa ti impedisce di scrivere anche una sola riga e come fare a diventare molto più produttivo.

Partiamo!

Cosa NON è il blocco dello scrittore: 3 falsi miti da sfatare subito

Dando uno sguardo a titoli e contenuti delle guide su come superare il blocco dello scrittore sembra che tu stia partendo per una guerra.

In realtà la scrittura non è nient’altro che una forma di comunicazione.

Cosa vuol dire?

Si tratta di un talento che, tuttavia, va coltivato e allenato.

Nessuno, per quanto possa scrivere bene, nessuno può diventare uno scrittore per folgorazione.

Per questo motivo mettiti subito in testa di cosa NON stiamo parlando:

1. Un nemico

Non si tratta di affrontarlo.

Quando non riesci a buttare giù nemmeno una riga ci possono essere diverse cause:

  • non conosci abbastanza l’argomento
  • sei davvero troppo perfezionista
  • hai troppa paura di fallire.

Capisci, no?

Una volta che avrai capito cos’è che non va hai tutto ciò che ti serve per risolvere il problema.

2. Un ostacolo insormontabile

Non farti scoraggiare.

Come ti ho appena detto, c’è sempre un perché dietro allo scoglio che si crea tra te e il foglio vuoto da riempire.

Pensaci.

C’è sempre un modo per aggirare qualunque scoglio, anche quello che ti sembra troppo grosso.

Continua a leggere: tra poco andremo a vedere delle tecniche che possono svoltare la tua vita da scrittore.

3. Una malattia

Non si “guarisce” dal blocco dello scrittore.

Si tratta di costruire delle abitudini che ti permettano di scrivere di qualunque argomento, mantenendo la qualità alta.

Anche gli scrittori famosi hanno i loro piccoli segreti.

Il punto è che devi trovare ciò che funziona per te e ciò che torna utile nel tuo lavoro quotidiano.

Stiamo per andare a vedere insieme 12 piccoli trucchi per scrivere di più che funzionano per me.

Ci sei?

Continuiamo 😎.

Come superare il blocco dello scrittore: 12 consigli testati sulla mia pelle

1. Silenzio (oppure no?)

Dipende.

Alcune volte lasciarsi circondare dal silenzio aiuta a ordinare i pensieri. Altre volte della musica è il miglior modo per attivare il processo creativo.

Su YouTube trovi diverse video e playlist di musica per scrivere.

Si tratta, di solito, di musica classica o comunque di canzoni rilassanti che possono aiutarti a trovare la giusta concentrazione.

In alternativa, se proprio non funzionasse, prova a chiudere tutto per un po’.

Prenditi del tempo.

Un’idea può essere abituarti alla meditazione:

2. Libera la mente

Farlo, anche se non vuoi meditare, ti aiuta tantissimo:

  • Fai una passeggiata.
  • Lava i piatti.
  • Fai una telefonata a un amico.

Insomma, distraiti per qualche minuto dalla scrittura.

A volte sembra di avere tutte le parole lì, a portata di mano, ma per qualche strano motivo non riesci a metterle in ordine.

Lasciare che il cervello lavori “in background” può essere la soluzione.

3. Allenamento dello scrittore

Un musicista deve studiare e suonare allo sfinimento prima di un concerto. Un calciatore deve allenarsi al massimo prima di una partita importante.

Ogni testo che scrivi è il tuo concerto, la tua partita della vita.

Per questo motivo hai bisogno di preparati per dare il massimo.

“Sì, tutto bello.

Ma in cosa consiste questo allenamento dello scrittore?”.

Te lo avranno detto migliaia di volte: leggi.

Io, più che altro, ti consiglio di scoprire: guarda film, ascolta musica, esplora altri tipi di arte.

La contaminazione ti permette di migliorare la scrittura in molto meno tempo di quanto tu possa pensare.

L’unica cosa che funziona davvero per scrivere meglio è avere idee davvero interessanti.

Dove puoi trovarle?

Chieditelo.

4. Sai di non sapere?

Cerca, ma non troppo.

Dico davvero.

È importante essere consapevoli che, anche nel campo dove ti senti più esperti, ci sarà sempre qualcosa che non saprai.

Quando te ne rendi conto mettiti alla ricerca delle informazioni che ti mancano:

  • consulta un’enciclopedia
  • leggi altri articoli
  • dai un’occhiata a riassunti di libri sull’argomento.

Occhio, però, a non esagerare – è davvero un attimo!

Una ricerca di Google può aprirti il mondo, ma spesso ti serve giusto un piccolo spicchio di cielo.

Hai mai sentito parlare di ignoranza selettiva?

Possiamo applicare questo principio alle ricerche che fai per approfondire un tema sul quale devi scrivere un articolo:

  • Hai individuato le fonti più autorevoli in quel settore?
  • Quali sono le informazioni che si ripetono più spesso?
  • Cosa interessa davvero al target al quale ti rivolgi?

5. Diventa un ladro

Il segreto per essere creativi è rubare.

La parte migliore è che non ti serve nessun passamontagna: tutto ciò di cui hai bisogno è qualcosa per prendere appunti.

Gli artisti in gamba si rendono conto che non esiste qualcosa che arrivi dal nulla: tutte le opere creative si fondano su ciò che è venuto prima, senza che niente possa essere completamente originale.

La citazione è di Austin Kleon, autore del bestseller Ruba come un artista.

Ciò non vuol dire che devi copiare i testi degli altri così come sono – è completamente illegale, se ti venisse mai in mente.

Semplicemente, devi capire, il processo creativo è una macchina che va alimentata.

La migliore benzina è prendere ispirazione da altri lavori simili a quello che devi fare: inizia, per esempio, col capirne la struttura.

6. Vattene via!

(Ma prima finisci di leggere questo post).

Scherzi a parte, a volte cambiare aria aiuta davvero a scrivere.

Non ti sto dicendo di prendere un volo intercontinentale ogni volta che devi preparare un post per il tuo blog.

Ma se seduto nello stesso posto da 3 o 4 ore spostarti può stimolare molto la tua mente.

Prendi computer, block notes e forza di volontà: vai al parco oppure chiuditi in biblioteca.

7. Segui questa semplice regola

Non ci sono regole.

  • Cominciare dall’introduzione.
  • Usare mappe mentali.
  • Costruire prima la struttura del testo.

Davvero, non c’è nessuna regola che tenga.

In molte guide troverai dei metodi da applicare per scrivere un libro – e, molto spesso, sono piene zeppe di spunti interessanti.

Ma la realtà è che devi trovare ciò che fa al caso tuo.

Io ho diverse abitudini: quando si tratta di un articolo per un blog, per esempio, preferisco iniziare dalla parte centrale del post (ciò che stai leggendo ora).

8. Parla a qualcuno (che non esiste).

Non sto impazzendo, forse.

Pensaci.

Il lavoro del copywriter consiste, per la maggior parte, nella ricerca:

  • individua il tuo target di riferimento
  • capisci quali sono gli argomenti a cui sono interessanti
  • studia il loro linguaggio.

Entrare nella mente del tuo pubblico ideale è uno stimolo perfetto per scrivere quando non hai idee.

Ti basterà semplicemente pensare ai dubbi che il tuo lettore potrebbe avere e rispondere alle domande che nasceranno in lui.

9. Non bloccare il flusso

Quando hai cominciato a buttare giù parole a ripetizione arriva fino alla fine.

Non ti fermare per nessuna ragione al mondo.

  • Sei poco convinto di qualche passaggio?
  • Ti mancano le idee per continuare in qualche punto?
  • Credi di dover correggere qualcosa?

Ci sarà tempo per fare tutto quando andrai a fare l’editing.

Ma una volta che hai iniziato un testo cerca a tutti i costi di arrivare a quella che dovrebbe essere una conclusione logica.

Puoi lasciare qualche parte incompleta, la finirai dopo.

10. Creati una deadline

Avere tanto tempo è come non averne.

Quasi tutti tendiamo a procrastinare all’infinito. Finché possiamo farlo.

Il punto è proprio questo.

Moltissime persone tendono a dare il massimo quando sono vicine a una scadenza o comunque si sentono sotto pressione.

Ciò vale tanto di più per uno scrittore o un copywriter.

Per questo motivo, se proprio non riesci a superare questo maledetto blocco dello scrittore, datti delle scadenze strette.

Se sai che dovrai consegnare un articolo a fine mese, sforzati a finirlo entro 3 giorni prima.

In questo modo avrai tutto il tempo necessario per ricontrollarlo e correggerlo.

11. Vattene via, davvero

Questa volta puoi iniziare a prenotare, abbiamo quasi finito.

Viaggiare è un incredibile attivatore di forza creativa:

  • vedere nuovi posti,
  • conoscere gente diversa,
  • entrare in contatto con culture sconosciute.

Questo cocktail esplosivo fa sgommare il tuo cervello e la tua immaginazione in quinta con il turbo innescato.

Specialmente se hai un obiettivo impegnativo, come può essere scrivere un ebook, concederti un viaggetto può essere la scelta ideale.

12. Questa non la indovinerai mai (ma mai, mai, mai…)

Ma mai, mai, mai.

Per vincere il blocco dello scrittore devi scrivere come un dannato.

Lasciati trasportare dalle parole.

Quando ti senti “bloccato” vai avanti: salta alla riga dopo, al paragrafo successivo, all’altro testo che hai da completare.

Una volta che avrai preso l’abitudine a scrivere tanto sarai inarrestabile.

Assicurato.