HomeNewsL’attenzione dei Social per il Benessere digitale degli utenti e quello della Borsa
  • News
  • 01 Feb 2019 (Aggiornamento)

L’attenzione dei Social per il Benessere digitale degli utenti e quello della Borsa

L’app principale di YouTube sta per aggiungere nuove opzioni per gli utenti, orientate a migliorare la qualità del loro…

L’attenzione dei Social per il Benessere digitale degli utenti e quello della Borsa

L’app principale di YouTube sta per aggiungere nuove opzioni per gli utenti, orientate a migliorare la qualità del loro tempo di navigazione. Tra le nuove opzioni c’è quella dell’introduzione di un timer, per consentire all’utente di misurare il tempo che ha trascorso navigando e prevedere una pausa programmata. Un’altra è stata introdotta per ridurre il numero di notifiche che gli utenti ricevono dall’app e un’altra ancora che permette agli utenti di ricevere le notifiche entro determinati periodi.

Le funzioni sul controllo del tempo di navigazione sui social e il Benessere digitale in Italia

Questo genere di nuove funzioni sono state adottate anche da Facebook e Instagram. Sono funzioni studiate per aumentare il benessere digitale e per aiutare l’utente ad avere la percezione del tempo di navigazione trascorso sui 2 social. Anche Google ed Apple hanno in programma nuove opzioni di questo tipo per le loro App.

Anche in Italia il principio del Benessere digitale sta avendo un suo sviluppo e incremento. Grazie a un finanziamento congiunto dell’Università degli studi di Milano-Bicocca e Fastweb s.p.a., il gruppo di ricerca di Benessere Digitale ha messo a punto un intervento formativo sul tema dell’educazione ai nuovi media, rivolto agli insegnanti e agli studenti delle classi seconde della scuola secondaria di secondo grado. L’efficacia dell’intervento è in corso di verifica tramite una sperimentazione con randomizzazione.

Questo genere di funzioni servono per migliorare la qualità del tempo di navigazione e permanenza degli utenti sulle piattaforme social e per scoraggiare la dipendenza da Internet. Ma in questo modo, il tempo di navigazione degli utenti sui Social potrebbe diminuire. Un aspetto per preoccupa i marketers per l’influenza negativa che potrebbe avere sulle campagne pubblicitarie. Tuttavia, l’esperienza fin qui dimostra il contrario.

Le piattaforme attualmente più navigate sono YouTube, Instagram, Snapchat. Facebook si piazza solo al quarto posto. E gli inserzionisti ne hanno finora tratto beneficio, dal momento che hanno puntato le campagne su Instagram con un più basso costo ad inserzione. Perché il tempo di navigazione non è solo una variabile per il benessere digitale, ma anche del valore delle azioni in borsa dei giganti del web.