HomeNewsAudio strategy. Il suono è la nuova frontiera del marketing digitale 
  • News
  • 04 Feb 2019 (Aggiornamento)

Audio strategy. Il suono è la nuova frontiera del marketing digitale 

Chi non ha ancora pensato al suono come mezzo da integrare nella propria strategia di marketing digitale, può cominciare…

Audio strategy. Il suono è la nuova frontiera del marketing digitale 

Chi non ha ancora pensato al suono come mezzo da integrare nella propria strategia di marketing digitale, può cominciare a farlo. Infatti il suono, come le immagini, è parte integrante dei nostri sensi, quindi si rivela un valido strumento per colpire l’immaginazione dei tuoi clienti. Del resto, streaming musicale, podcast, audiolibri, altoparlanti intelligenti, auto connesse e assistenti vocali sono già parte integrante della nostra realtà digitale. Per aiutare le aziende, ecco 5 utili consigli per integrare la strategia di marketing digitale e creare il proprio brand audio con il suono.

Pensa in generale

Forse non c’hai mai pensato, ma i brand hanno sempre emesso suoni. Il tono di una voce, il rumore di una racchetta che colpisce la palla da tennis, il rombo del motore delle moto Harley Davidson o delle Ferrari sono tutte esperienze sensoriali iconiche, riconducibili ad un brand ben identificato. Per esempio, qual è il suono iconico che utilizzi mentre i tuoi clienti sono in attesa di collegarsi con il tuo numero di servizio? Quale suono utilizzi nei tuoi video promozionali o nei pop-up sul tuo sito web? O forse non ne hai nessuno? Anche il silenzio è una scelta di brand. Ma dev’essere, appunto, una scelta.

L’insieme dell’impronta audio di un brand forma un concetto chiamato identità audio, e sì, ce l’hai anche tu.

Poiché i clienti sperimentano il brand con più sensi, è logico includere anche il suono nelle scelte strategiche di web marketing. Il branding audio è molto più di una musica accessibile e piacevole. È una strategia ampia che oggettivizza la musica o la voce, per creare linee guida per la costruzione del suono del brand. Allo stesso modo delle linee guida visive, un brand audio è un mezzo per una strategia coerente a rappresentare i valori e la mission di un’azienda. Il suono è parte integrante del processo che crea l’interpretazione visiva e mentale del brand, nell’esperienza sensoriale dell’utente cliente.

Personalizza il tuo tema audio

Invece di selezionare la musica che accompagna la tua strategia di marketing a caso, puoi sfruttare il suono per generare un’impronta audio unica e individuale del tuo Brand. Ciò non significa che il suono dei tuoi prodotti di marketing digitale dev’essere sempre uguale. Le campagne visive dei grandi brand non si ripetono sempre uguali. Ogni prodotto utilizza caratteri, colori, funzionalità diverse e in evoluzione. Tuttavia questi sono aspetti che riguardano il lifting del prodotto. Il risultato finale incarna sempre l’anima, l’impronta, del Brand. Un’efficace strategia audio gioca con le note, poiché anche il tema audio deve evolversi nel tempo, adattarsi ai cambiamenti dei consumi e dei desideri dei clienti. Ad esempio, il logo audio di McDonalds si è evoluto nel corso del tempo, è stato riprodotto con diversi stili ma non ha mai perso la sua identità audio, che rispecchia quella dell’azienda.

Inizia dall’obiettivo

Interpretare gli attributi del brand in musica e suoni non è facile, dato che la musica è un’esperienza soggettiva. Alcune persone apprezzano l’intimità del cantautore, mentre altri sono molto coinvolti dalla musica pop o dal jazz. Inoltre, la gamma delle preferenze individuali condiziona qualsiasi processo decisionale. Ma in ogni caso l’individuazione del brand audio deve sforzarsi di rimuovere la difficoltà di scelta oggettivando il suono, la musica e la voce e allineando il loro uso e posizionamento alla rappresentazione dei valori del Brand. Una volta che gli elementi originali di un suono di Brand sono stati individuati attraverso le analisi contingenti, le preferenze personali dei clienti sono sempre rilevanti, ma meno importanti.

Riempi il nuovo spazio audio-friendly

I metodi di visual branding si sviluppano insieme ai nuovi player dell’era digitale. Proprio com’è successo con i video, lo sviluppo di smartphone e dei canali video come YouTube hanno generato un nuovo spazio che le aziende hanno saputo riempire egregiamente. Lo stesso fenomeno si sta ripetendo con l’audio branding  e strumenti come Alexa ed Echo di Amazon, o Google Assistant, stanno spingendo l’audio marketing verso nuovi territori inesplorati generando nei clienti nuove esperienze sensoriali. Di fatto, la tecnologia offre sempre di più ogni giorno nuove app, dispositivi e servizi guidati dalla voce e dal suono. L’audio sarà sempre di più in prima linea e diventa sempre di più parte integrante della nostra vita quotidiana digitale. Di conseguenza, creare una strategia audio branding può essere la chiave per interagire meglio con i tuoi clienti nel prossimo futuro.