HomeGuadagnare OnlineConsulenza FiscaleAprire partita IVA come digital strategist: previsioni di spesa

Aprire partita IVA come digital strategist: previsioni di spesa

Aprire partita IVA nel 2019 è semplice, gratuito e le tue tasse sono solo al 5%. Non sto scherzando.

Aprire partita IVA come digital strategist: previsioni di spesa

Quick links

Con l’avvento delle professioni digitali sono in tanti che decidono di vivere da freelance e lavorare come digital strategist. Ma quante tasse pagano e come possono aprire partita IVA? Scopriamolo.

Aprire partita IVA e fare prestazione occasionale

Aprire partita IVA nel 2019 è semplice e anche gratuito. Tutti coloro che, infatti, decidono di avviare un’attività in proprio come freelance digitali possono seguire due strade.

Se sono alle prime armi e non cercano attivamente lavoro online, possono seguire la fiscalità della prestazione occasionale e pagare le tasse tramite il committente.

La prestazione occasionale prevede una ritenuta d’acconto del 20% sui tuoi guadagni. Questo significa “regalare” allo stato il 20% del proprio guadagno, senza assicurarsi neppure una contribuzione previdenziale che andrebbe automaticamente nella tua pensione.

La tassa viene pagata direttamente dal committente che la trattiene dal tuo compenso versandola nelle casse dello Stato tramite la propria partita IVA. A te resta una ricevuta, una decurtazione del compenso del 20% e un CUD che ti viene inviato dal committente.

La prestazione occasionale è conveniente?

Quando mi chiedono se la prestazione occasionale è conveniente, io che l’ho usata in passato, dico sempre di no. Per alcuni semplici motivi che ti elenco per comodità:

  • non puoi pubblicizzarti
  • non puoi superare i 5000€ di incassi
  • non puoi superare i 30 giorni di collaborazione

E non puoi fare tante altre cose come per esempio versarti i contributi che rimpinguano le casse della tua pensione. Perché sì, certo, devi pensare già da ora alla tua pensione.

Non posso davvero pubblicizzarmi

Quando dico che la prestazione occasionale non ti permette di pubblicizzarti, non scherzo. Non lo fa fare davvero. Diciamo che tutti i professionisti che vogliono così farsi chiamare, devono aprire partita IVA per poter pubblicizzare la propria attività.

Altrimenti devono restare nel proprio e attendere che qualcuno li chiami. Vuoi davvero muoverti così? Io sono certa di no e quindi ti dico di aprire partita IVA. È conveniente e davvero molto semplice.

No, la partita IVA costa troppo

Ma sei davvero sicuro? Io ti dico di no, anzi, la partita iva potrebbe essere davvero la migliore soluzione per te.

Sono sicura al 100% che starai pensando ai compensi che potresti chiedere per le attività da digital strategist. Forse hai delle consulenze dal compenso troppo basso per poter anche solo pensare di aprire partita IVA.

Sbagli. Devi pensare più in grande.

Continua a leggere.

Pensa in grande, cerca il tuo lavoro

Avere partita IVA per colore che effettuano consulenze di digital marketing come lavoro costa solo il 5% di tasse per i primi cinque anni e il 25,72% di contributi previdenziali.

Come puoi notare aprendo partita iva pagherai leggermente di più di tasse ma avrai anche i contributi che formeranno la tua pensione. Una percentuale, quella del 5%, di cui potranno godere tutti i liberi professionisti che decidono di aprire partita IVA con il regime forfettario e possono usufruire della agevolazione fiscale.

Ne abbiamo già parlato in uno scorso articolo. È vero che questa percentuale potrebbe sembrarti alta per dei piccoli compensi ma tu devi pensare che quello che fai nei primi periodi, sarà la base di lavoro per il futuro.

Avrai la possibilità di fare tutta la pubblicità che vuoi e quindi cercare sempre più clienti per aumentare il tuo fatturato e quindi migliorare anche i tuoi guadagni.

In conclusione

Ti lascio con questa riflessione.

Sai quanto paga di tasse un consulente digital strategist che ha fatturato, nel suo secondo anno di attività 12.000€? Pagherà solo 3.513 € circa (dipende anche da altri fattori che si definiscono in dichiarazione dei redditi).

Quindi come puoi notare non si tratta di una cifra esageratamente alta per un’attività che grazie alla partita IVA puoi far crescere quanto vuoi!