HomeWeb marketingSocial Media MarketingAnalytics for Instagram: misura gli Insight del tuo profilo con gli strumenti giusti

Analytics for Instagram: misura gli Insight del tuo profilo con gli strumenti giusti

Analizzare, analizzare ed ancora analizzare. Il tuo Profilo Instagram è soprattutto un contenitore di dati e quindi, dobbiamo capire come leggerli, non trovi?

Analytics for Instagram: misura gli Insight del tuo profilo con gli strumenti giusti

Quick links

Trasformare i dati in una rampa di lancio: gli Analytics for Instagram

Instagram analytics ovunque e comunque!

È questa la prima frase con cui voglio iniziare questo articolo.

Le righe che stai per leggere saranno determinanti per il tuo successo all’interno del social network più utilizzato di sempre. Leggendo questo articolo, impararai ad utilizzare a tuo esclusivo vantaggio gli Analytics for Instagram, riuscendo così a capire come si sta sviluppando il tuo lavoro all’interno di questo determinato e determinante social.

Non avere la minima idea dell’utilizzo e dell’importanza dei dati legati al tuo Profilo Instagram ti porterà a fare le scelte sbagliate anche se la tua strategia Marketing sui Social sembra essere la migliore di sempre.

Conoscere il funzionamento di determinate piattaforme online, nate appositamente per controllare i tuoi Insight è un passo più che obbligatorio se vuoi iniziare a capire qualcosa di dati e numeri, usandoli a tuo esclusivo vantaggio.

Quindi occhi aperti: qui si parla di dati in modo preciso!


Statistiche Instagram: cosa sono e a cosa servono

Tracciare il comportamento del nostro Profilo Instagram e quindi studiare in profondità il significato delle Statistiche Instagram è la prima cosa con cui dobbiamo avere a che fare se vogliamo realmente sfondare in modo concreto e soprattutto longevo.

Quando si parla di dati, non possiamo mettere da parte le KPI.

Per KPI intendiamo le Key Performance Indicator, che in parole povere sono tutte quelle variabili che indicano in modo pressoché perfetto il rendimento della tua performance professionale e quindi del tuo business.

Questi indicatori chiave sono legate a degli obiettivi precisi e definiti in anticipo.

Inoltre, saranno alla base della tua vittoria o del tuo fallimento sul web.

Qui vogliamo fare riferimento a piattaforme legate alla KPI del tuo profilo Instagram.

Pensare alle statistiche Instagram come a semplici numeri è una scelta più che sensata se il tuo profilo Instagram non fa parte della tua strategia di marketing.

Ma se stai leggendo questo articolo, sappiamo già che le cose non stanno realmente così, no?

Quindi prendi carta e penna e scrivi: le statistiche Instagram sono le note musicali della tua personale sinfonia.

Nessuno può suonare nulla senza le note giuste.

Iniziamo.

Sei pronto?

I Tools per tracciare gli Analytics for Instagram

Sul web esistono davvero una miriade di Tools nati appositamente per gestire ed analizzare gli analytics del tuo profilo Instagram.

Ne ho provati davvero a centinaia, ma spesso, molte di queste piattaforme non hanno mai mantenuto le promesse fatte all’inizio.

Quindi da qui in poi leggerai soltanto di piattaforme che io per primo ho provato e collaudato e che posso assicurarti funzionino al massimo.

Insight Instagram

Partiamo dalle basi ed iniziamo a parlare degli Insight Instagram ovvero i dati che lo stesso social network ti da ogni volta che vuoi.

In paricolare, potrai sempre rispondere a domande specifiche in merito al tuo profilo, quali:

  • Chi visita il mio profilo?
  • Quanti anni ha?
  • Uomo o donna?

e molte altre ancora.

Precisiamo che solo un profilo business potrà beneficiare di insight più approfonditi ed accurati.

Se non hai ancora un profilo business, hai solo perso il tuo tempo.

Per crearne uno, ti basterà semplicemente associarlo alla pagina Facebook relativa al profilo.

Per dare vita ad un profilo del genere, dovrai cliccare su Modifica Profilo, completare tutti i passaggi ed associare la pagina corrispondente.

In questo modo avrai accesso agli insight legati alle azioni che gli utenti compiono sul tuo profilo ed all’efficacia dei tuoi post.

Ad esempio:

Sapere quante volte altri utenti hanno visitato il tuo profilo, cliccato sul link in Bio (a proposito, hai un link in Bio, VERO?), mandato una mail.

Inoltre, avrai accesso a due voci che io ritengo fondamentali: la copertura e le impression.

La prima voce, si risponde alla prima domanda “chi visita il mio profilo?” a quanto vasto sia il tuo pubblico e quanto il tuo post sia visibile all’interno di Instagram, la seconda invece, si riferisce al numero di persone (anche coloro che non sono ancora tuoi follower) hanno visto il tuo ultimo post.

instagram analytics

Gli Insight Instagram si rivelano inoltre fondamentali perché riescono a darti dopo solo una settimana, la possibilità di avere ben chiaro quale sia il tuo pubblico.

Quindi potrai rispondere anche alle seguenti domande “quanti anni ha?”, ed anche  “E’ un uomo o una donna?”.

Come puoi notare dalla foto, avrai uno specchio più che chiaro del tipo di pubblico che più ti è affine e sul quale quindi potrai e soprattutto dovrai investire.

Inoltre avrai la possibilità di capire da quale parte del mondo i tuoi utenti ti seguono e quindi strutturare dei contenuti fatti appositamente per loro.

Potrai anche notare in quali giorni ed a quale orario i tuoi follower sono più attivi, così da non dover sprecare tempo, programmando ogni tuo singolo istante su Instagram.

Sai cosa vuoi dire questo?

I tuoi Insight Instagram diventeranno il mirino dal quale prendere la mira per lanciare i post più precisi che tu possa mai immaginare, ottenendo risultati fuori dalla portata di comuni esseri umani.

Iconsquare

Iconsquare è sicuramente il tool più completo per quanto riguarda gli Insight Instagram.

Potrai utilizzarlo fin da subito grazie al trial che la piattaforma mette a disposizione, poi sarai tu a dover decidere se sottoscrivere un abbonamento o meno.

Ma analizziamolo nel dettaglio adesso.

La sezione più importante è senza dubbio Analytics.

Al suo interno troverai ben 9 voci pronte all’uso per riuscire ad ottenere tutti i dati più rilevanti del tuo profilo Instagram.

Dalla schermata principale, chiamata Overview presente all’interno del sotto menù, avrai una panoramica totale del tuo profilo in merito a follower totali, follower guadagnati, impression, reach e la percentuale del tuo engagement.

Tutto questo solo all’interno di una singola schermata.

Mica male, no?

Inoltre avrai accesso ad sezioni legate ai tuoi ultimi post, alle tue Instagram Stories, alla crescita del tuo profilo (attraverso un grafico ben dettagliato), ai commenti ed ai like del tuo ultimo post.

La sezione Community invece è connessa al tuo pubblico.

All’interno di questa sezione avrai accesso a dati molto più precisi rispetto a quelli che ti forniscono gli Insight di Instagram.

Avrai infatti accesso anche ad un grafico legato alla lingua dei tuoi utenti e ciò potrebbe realmente fare la differenza in merito alla qualità dei tuoi post.

Ovviamente dati del genere sono sempre dati da prendere un pò con le pinze perché solo un reale riscontro potrà darti la certezza matematica.

Però, aver accesso a dati così sensibili e precisi, è già un buon inizio, non credi?

La sezione Content invece, fa puramente riferimento ai tuoi contenuti.

In particolare, mi preme sottolineare la presenza di un grafico che ti mostra la quantità dei post in base al mese ed all’anno.

Sembra roba da poco, ma riuscire ad avere un quadro chiaro del proprio rendimento può risultare davvero utile per tirare le somme del proprio lavoro alla fine di un periodo ben definito.

Inoltre, avrai accesso ad una delle variabili più significative di tutto il social network: gli hashtag.

Iconsquare ti darà accesso a grafici come quelli che hai appena visto, dove potrai valutare in modo specifico la qualità degli hashtag che usi così da renderli maggiormente performanti.

Insomma, hai davvero tutto a portata di mano.

La voce Reach è certamente una fra le più importanti.

Al suo interno, come puoi vedere, troverai la media del reach dei tuoi post e del tuo profilo, ed inoltre, un nuovo grafico nel quale capire in quale giorno ed in quale orario i tuoi utenti sono più svegli.

Ci metterai davvero poco a conoscere il tuo giorno ed orario ideale , una volta analizzato questo grafico.

Passiamo alla sezione Engagement.

Al suo interno troverai tutte le informazioni legate al tasso di engagement del tuo profilo.

Anche in questo caso, il grafico che più ha colpito la mia attenzione, è legato al rendimento degli hashtag.

Questo è un dato fondamentale perché con un semplice colpo d’occhio potrai riuscire a capire quale hashtag funziona meglio rispetto ad un altro.

Ultima sezione di cui ti parlerò in questo post è quella definita con Profile activity.

Questa è essenziale per capire in quale direzione stai andando e se il lavoro che stai facendo attraverso il tuo profilo sia degno di nota o meno.

Qui troverai tutti i dati legati al rendimento del tuo profilo, in modo più preciso e soprattutto tutti i click connessi alle call to action presenti all’interno della tua Bio.

Particolare attenzione al grafico che segna quante volte gli utenti hanno cliccato sul tuo link durante le prime ore di analisi.

Per quanto riguarda Iconsquare mi fermo qui, il resto lo lascio scoprire a te.

Onlypult

Onlypult è nato esclusivamente come piattaforma per il posting e reposting automatico, quindi non potrai aspettarti molto come quantità di Analytics.

Ha però tutto quello che serve, soprattutto per chi è alle prime armi.

All’interno della sezione dedicata, potrai infatti analizzare i tuoi Insight all’interno di tre macro aree principali: pubblico; coinvolgimento; ottimizzazione.

La prima macro area fa riferimento alla crescita del tuo profilo, dandoti accesso al numero di follower totali, con una particolarità: potrai anche conoscere il numero di follower giornalieri che hai guadagnato.


Questo aspetto è molto utile ai social media manager novizi che hanno bisogno di una piccola quantità di dati per iniziare a navigare in modo spedito nel mondo delle statistiche Instagram.

La sezione Coinvolgimento ti mostrerà il numero di interazioni ottenute dal tuo profilo e dai tuoi post.

Interessante in questo caso, è senza dubbio la media fra commenti e like.

L’ultima sezione degli analytics di Onlypult è chiamata Ottimizzazione.

All’interno di questa sezione troverai i dati relativi appunto all’ottimizzazione dei tuoi post.

Con ciò intendo dati legati ai migliori orari per la pubblicazione, il giorno in cui i tuoi follower sono più attivi ed il rendimento dei tuoi hashtag.

Squarelovin

Squrelovin è probabilmente la piattaforma più minimalista che troverai in giro per il web.

Ti darà accesso ai tuoi analytics for instagram in una singola pagina.

In particolare avrai la media dei like, dei commenti, dei follower e dei profili che segui.

Subito sotto avrai un grafico che ti mostrerà la crescita quotidiana del tuo profilo, il punteggio degli ultimi 4 post e la media degli ultimi 15.

L’aspetto particolare di questa piattaforma è la facoltà di avere, all’interno del proprio menù degli analytics, la voce Monthly Analytics.

Un’area del genere è certamente utile se devi stilare un report mensile dei profili che segui o semplicemente, farti un’idea del rendimento del tuo profilo nel breve periodo.

Avrai a disposizione anche delle gallerie che racchiudono i post con più likes e quelli con più commenti.

Gallery del genere sono davvero utili se vorrai aggiustare il tiro in tempi brevissimi.

Fanne buon uso.

La sezione Posting invece racchiude i dati di cui abbiamo già parlato: tempi di pubblicazione; giorni ideali e tag performanti.

Ciò che mi ha colpito di più è il grafico che mostra la crescita annuale e mensile del tuo profilo.

Grafici del genere sono molto utili quando vogliamo utilizzarli come prova da far pervenire ai nostri clienti.

Perché lo sanno tutti: i dati non mentono mai.

Engagement invece, ti mostrerà in modo più ampio l’andamento dei tuoi post in merito ai commenti ed ai like ricevuti.

Lascio a te la curiosità di scoprire le voci rimanenti.

Later

Later è da tutti conosciuta per essere essenzialmente la piattaforma free per eccellenza quando si parla di posting automatico.

Grazie anche al recente aggiornamento, non avrai più neanche l’obbligo delle notifiche per postare effettivamente il tuo ultimo post.

Quindi, un gran pollice in alto per Later.

Per quanto riguarda gli analytics di Instagram, Later soffre un pò, almeno nella sua versione free.

L’unica schermata con cui avrai a che fare sarà questa:

Dati molto risicati quindi, ma che, anche in questo caso, vanno benissimo per chi è agli inizi e non vuoi spendere più del dovuto in costosi abbonamenti pieni di dati che spesso non riusciamo a leggere ed a comprendere fin da subito.

Conclusioni

Siamo giunti alla fine di questo articolo.

Com’è andata?

Fammi sapere che ne pensi lasciando commentando qui sotto!

Abbiamo messo davvero parecchia carne sul fuoco e adesso sarà tuo compito capire quale “bistecca” scegliere.

Hai visto in modo chiaro e preciso quali sono le migliori piattaforme per le Analytics per Instagram ed hai brevemente capito come funzionano e quali vantaggi e svantaggi portano.

Inoltre, abbiamo analizzato quanto gli Analytics for Instagram siano determinanti per sviluppare un lavoro longevo e stabile all’interno del social network più utilizzato del momento.

Fossi in te, lascerei sempre questa pagina aperta in futuro, perché sono certo tornerai a leggere questo post più e più volte.

L’avventura inizia adesso quindi!

Ma come ogni buona avventura che si rispetti, ti consiglio di lasciare la tua mail nel form qui sotto per restare sempre aggiornato sui prossimi articoli legati ad Instagram.

Diciamolo chiaramente: non hai idea di cosa abbiamo in serbo per te nei prossimi articoli.

Al tuo posto, non mi perderei niente davvero.

Ovviamente, se non lo avessi ancora fatto, ti invito ad iscriverti all’interno del nostro Gruppo Facebook di Instagram on Fire & Instadvanced

Ci leggiamo alla prossima!