HomeNewsAmazon annuncia Project Zero per combattere i prodotti non originali

Amazon annuncia Project Zero per combattere i prodotti non originali

Amazon annuncia la nascita di Project Zero e dichiara guerra alla merce contraffatta.

Amazon annuncia Project Zero per combattere i prodotti non originali

Quick links

Da tempo Amazon sta lavorando per contrastare la diffusione, all’interno dei suoi marketplace, di prodotti contraffatti.

Secondo quanto annunciato sul blog ufficiale nelle scorse ore, sembrerebbe che l’azienda di Jeff Bezos sia riuscita a trovare una soluzione al problema.

Come?

Sfruttando la tecnologia avanzata di Amazon, sistemi di machine learning e richiedendo aiuto ai brand che fanno uso della piattaforma per vendere i propri prodotti.

Nasce Project Zero

Con questo nome viene presentato il progetto che promette l’eliminazione di merce contraffatta dalla piattaforma, a tutela dei brand originali. Vediamo nel dettaglio come funziona.

Protezione automatizzata

Grazie al machine learning, Amazon riesce ad analizzare costantemente i prodotti presenti sulla sua piattaforma. In questo modo, l’azienda dovrebbe poter riconoscere e rimuovere – in maniera automatizzata – i prodotti falsi.

Tool di rimozione prodotti contraffatti “self-service”

Project Zero prevede anche la partecipazione di alcuni brand, i quali – solo su invito – potranno utilizzare autonomamente uno strumento pensato per riconoscere e rimuovere la merce contraffatta da Amazon.

In questo modo, le aziende potranno difendersi dalle copie dei loro stessi prodotti che – chiaramente – costituiscono un danno per i loro affari.

Serializzazione del prodotto

Al fine di garantire l’autenticità dei prodotti e dei marchi presenti sull’e-commerce, Amazon verificherà e confermerà singolarmente l’originalità di ciascun brand.

Attraverso questo processo, verrà assegnato un numero di serie per ogni unità di merce prodotta. Non appena un determinato prodotto verrà ordinato da un utente, Amazon potrà controllare velocemente se il numero di serie corrisponde ad un prodotto autentico.

Prima di continuare, lo sapevi che che Amazon ha lanciato un servizio di live-streaming per gli e-commerce?

Conclusioni

Con questa mossa, Amazon sta ufficialmente dichiarando guerra a chiunque faccia uso dell’e-commerce per rivendere prodotti non originali.

Mettendo sul campo la sua avanzata tecnologia e l’imponente capacità di calcolo per automatizzare la quasi totalità dei processi, i prodotti contraffatti difficilmente avranno vita lunga.

Sicuramente, la mossa di Amazon può essere letta sotto due punti di vista.

In primis, si tratta di un modo per rendere Amazon un ambiente più brand-friendly, assicurando a tutti i business – anche i più piccoli – una tutela maggiore dei loro brand e prodotti.

Non solo: Amazon vuole eliminare il rischio per i suoi utenti di ricevere prodotti diversi da quello che si aspettavano al momento dell’acquisto. Decisione, quindi, che nel medio-lungo periodo dovrebbe incrementare il trust di Amazon agli occhi del consumatore medio.

Cosa ne pensi di questo progetto? Sarà la fine per i prodotti non originali su Amazon? Aspetto un tuo commento!