HomeNewsAmazon aumenta gli stipendi. Dal 1 Novembre il salario minimo a 15 dollari l’ora
  • News
  • 07 Nov 2018 (Aggiornamento)

Amazon aumenta gli stipendi. Dal 1 Novembre il salario minimo a 15 dollari l’ora

Lo ha detto Jeff Bezos, l’uomo più ricco del mondo. Dall’1 novembre Amazon aumenterà il salario minimo a tutti…

Amazon aumenta gli stipendi. Dal 1 Novembre il salario minimo a 15 dollari l’ora

Lo ha detto Jeff Bezos, l’uomo più ricco del mondo. Dall’1 novembre Amazon aumenterà il salario minimo a tutti i dipendenti. Quelli a tempo pieno, part-time, temporanei e stagionali. 

I dipendenti coinvolti sono più di 250.000, oltre ai 100.000 impiegati stagionali via via assunti da Amazon nei periodi di vacanze.

Ma Jeff Bezos, fondatore e CEO di Amazon, non si è fermato qui e ha incoraggiato anche i concorrenti e colleghi CEO ad aumentare gli stipendi dei loro dipendenti.

Secondo il Financial Time, però, l’aumento è imposto per fronte alla difficoltà riscontate dalle aziende americane nella ricerca di personale.

Forse per questo l’invito ad alzare il salario minimo è stato esteso anche al Congresso. Amazon ha infatti intenzione di esercitare pressioni con le sue lobby per far aumentare il salario minimo federale. Il tasso attuale di $ 7,25 è stato fissato quasi un decennio fa. 

E almeno in questa occasione sono d’accordo con Amazon sia Bernie Sanders, senatore e democratico e già candidato alle primarie per le presidenziali del 2016, che aveva accusato Amazon di pagare così poco i suoi dipendenti da «costringerli all’assistenza pubblica», sia l’amministrazione Trump, che non ha mai risparmiato duri attacchi a Bezos.” La notizia dell’aumento dei salari è buona” – ha detto il consulente economico della Casa Bianca Larry Kudlow. Da quelle parti, infatti, sono convinti che la revisione al rialzo degli stipendi non creerà pressioni inflazionistiche.

L’aumento delle retribuzioni di Amazon e l’invito a fare altrettanto rivolto ai concorrenti è però imposto, almeno in parte, dalla nuova situazione occupazionale americana che richiede alle grandi aziende di offrire stipendi competitivi, per attrarre e trattenere i dipendenti. E Amazon non può sfuggire alla prospettiva di acquisire prima degli altri un margine di vantaggio. Non per nulla anche Walmart ha annunciato che a gennaio aumenterà gli stipendi a 11 dollari l’ora, mentre Target offre 12 dollari l’ora da settembre e prevede di salire a 15 entro il 2020.