Seleziona una pagina

In questo post scoprirai come aumentare vendite e conversioni con l'A/B testing. Vediamo come funziona questa tecnica e quando è utile applicarla all’interno del tuo progetto, senza dover scrivere una riga di codice.

Cosa è l’A/B Test

Immagina di aver creato la tua prima campagna Facebook, di aver fatto realizzare il tuo bel banner pubblicitario ad un grafico di prima scelta, con un testo accattivante che nemmeno Dante Alighieri, ed una Landing Page che sembra uscita dal miglior corso di Marketing e Comunicazione.

Eppure, nonostante tutta l’attenzione che hai messo in questo lavoro, l’annuncio non converte e non riesci a capire dove sia il problema.

Ecco, l’A/B test serve a capire dove il processo di conversione presenta delle problematiche e ti aiuta a risolverle velocemente senza costosi software di analisi.

Come funziona

Il procedimento è molto semplice, devi creare una copia dell’elemento di cui vuoi migliorare o verificare le prestazioni (banner, testi, Landing Page…) apportando delle modifiche fra la prima e la seconda versione, per poi misurare quale ottiene risultati migliori.

AB-Test-–-L’arte-della-correzione-per-risparmiare-denaro-web-2

È meglio l’immagine a destra o a sinistra all’interno della Landing Page? Il banner lo uso di colore rosso o verde? Utilizzo la parola “gratis” o “in regalo”?

Con un A/B test è possibile capire quali sono le migliori modifiche da fare ed adeguare i tuoi annunci e le tue pagine di conseguenza.

Come realizzare un A/B test in Facebook

L’A/B Test può essere utilizzato in moltissimi contesti. Oggi ti spiegherò come impostarlo in una campagna Facebook, ma questo non vuol dire che non puoi utilizzarlo anche altrove.

All’interno del pannello “Crea Inserzioni” seleziona l’opzione “Indirizza le persone al tuo sito Web”, indicando l’indirizzo della Landing Page che hai creato. Seleziona, se necessario, il Facebook Pixel, di cui abbiamo parlato anche in questo articolo “Facebook Pixel: cos'è, come funziona e come lo si utilizza”, ed imposta il tuo pubblico.

Una volta arrivato all’interno della sezione “Inserzione: contenuti multimediali” seleziona “Solo un’immagine [..]” e carica fino a 6 immagini.

Concludi poi l’inserzione.

In questo modo Facebook visualizza a rotazione tutte le immagini che hai caricato e, controllando dal tuo pannello le statistiche, potrai eliminare quelle che convertono meno e costano di più.

Utilizzare con attenzione

Adesso che hai capito come funziona puoi sbizzarrirti a creare diverse versioni della tua campagna, ma stai attento ad utilizzare l’A/B test con attenzione, c’è infatti un piccolo accorgimento da rispettare:

Cambia un elemento alla volta

La fretta di ottenere risultati può indurti a commettere degli errori che, facendo le cose con calma, eviteresti molto facilmente. Guarda per esempio questi semplici banner:

Banner-1 Banner-2

Ipotizziamo ora che il Banner1 converta il 2% degli utenti, mentre il Banner2 ne converta il 4%. Per quale motivo? Saresti in grado di capirlo?

Cerca di non mischiare troppi cambiamenti alla volta, procedi analiticamente e con ordine, sviluppa una tua strategia ed applicala alle tue campagne.

E tu che metodo utilizzi? Preferisci un approccio moderato, due banner alla volta, oppure pubblicando 20 inserzioni diverse ottimizzandole man mano? Lascia un commento e facci sapere la tua opinione.

Roberto Tarzia

Nato fotografo, cresciuto informatico, inizio a pensare che morirò sul web ;) ! Aiuto aziende e professionisti a sviluppare la strategia più efficace per promuoversi in internet.

Share This