HomeProduttività3 consigli su come gestire i soldi derivati da un’attività online

3 consigli su come gestire i soldi derivati da un’attività online

In questa guida ti mostrerò come capire se le tue spese hanno bisogno di una regolata, e come gestire al meglio il tuo budget e i tuoi risparmi accumulati con l’attività.

3 consigli su come gestire i soldi derivati da un’attività online

Quick links

In questa guida ti mostrerò come capire se le tue spese hanno bisogno di una regolata, e come gestire al meglio il tuo budget e i tuoi risparmi accumulati con l’attività.

 La gestione del tempo è uno dei topic più toccati nelle discussioni tra Marketers perchè come dice un vecchio detto,

“il tempo è denaro”.

 Quando si è all’inizio, ma forse ancora di più quando si è già intrapresa un’attività online, il rischio più grande è quello di farsi prendere dalla foga e lasciarsi andare con le spese.

La voglia di sperimentare può prendere il sopravvento e spingerti a spendere molto in test, acquisti, formazione sopra il tuo budget ma soprattutto sopra a quanto potrebbe esserti utile.

La vita da Marketer è costellata di informazioni da acquisire, assimilare e mettere in pratica.

gruppo facebok marketersSono così tante le nozioni, le tecniche e le strategie (e di sicuro alcune tra le migliori sono racchiuse nel Know-how di questo gruppo) che ti può capitare di perdere la bussola e dimenticarti di tutto quello che c’è al di fuori del digitale e del tuo computer.

Questo atteggiamento col tempo  può portarti a perdere innumerevoli occasioni di miglioramento e, perché no purtroppo, anche i tuoi soldi.

Una delle leve che spinge a imparare, studiare e mettere in pratica sono i soldi.

Diciamocelo, alla fine della fiera nella maggior parte delle situazioni sono ciò che fa muovere le persone ed il mondo, non sei d’accordo?

Il problema nasce proprio dal loro utilizzo in una attività: quando sei all’inizio cadi nella tentazione di sforare il budget che ti eri prefissato per cercare di accelerare i tempi.

Quando sei arrivato ad un risultato e cominci a vedere i primi guadagni rischi di farti prendere la mano e di sperperarli, dovendo ricominciare poi tutto da capo.

I soldi sono l’inizio e soprattutto uno degli arrivi di questa attività, ma se si gestiscono in modo sbagliato si rischia di allungare di molto i tempi per ottenere dei risultati.

Se hai fretta di arrivare potresti cominciare a spendere più di quanto dovresti, più di quanto ti potresti permettere all’inizio.

Nel mio lavoro mi occupo soprattutto di mettere in pratica una pianificazione di come dovrà essere usato il denaro. L’errore che commette la maggior parte delle persone, e forse anche tu, è quello di non avere ben chiaro cosa pianificare.

Si va avanti nell’attività senza una linea guida senza una traccia che ti possa aiutare a stare entro certi limiti.

Se ti poni un obiettivo, ma soprattutto una linea guida su come utilizzare i tuoi soldi all’inizio dell’attività, potrai riuscire a risparmiare davvero tanto denaro da poter spendere per altri ambiti di lavoro, o perché no nuovi business.

Eviterai di esaurire il budget in men che non si dica e di utilizzare tutto il tuo denaro in una sola attività senza mettere in atto una minima diversificazione.

Concentrare tutte le tue risorse in una singola operazione della tua attività non è la soluzione, anzi ti allontana dal raggiungere l’obiettivo.

Come puoi quindi avere una idea meno confusa di come utilizzare e gestire i tuoi soldi?

1° consiglio : il tool del risparmio

definire il budget da investireDefinendo il budget. ATTENZIONE. Non ho scritto un budget. Ma il budget.

Siamo abituati a pensare al budget come una pratica noiosa di un ufficio amministrativo di una azienda

Ma è prima di tutto l’operazione che distingue un imprenditore (digitale e non) che arriva ad un risultato consapevole da uno che improvvisa.

Il budget è una riflessione sulla tua situazione attuale: la tua disponibilità economica, il tuo obiettivo e la linea che unisce questi due elementi.

Più la rendi definita, più questo percorso sarà agevole da percorrere.

Il budget ti serve per avere nero su bianco esattamente ciò che stai spendendo.

E’ un elemento fondamentale sia per la continuità della attività, sia per quando comincerai a vedere i primi risultati.

Definire ogni singola spesa ti permette di avere una visione dall’alto di dove sta andando la tua attività, dove stai spendendo troppo, dove troppo poco, e cosa non hai ancora fatto.

E questo non riguarda solo il campo lavorativo, ma può davvero migliorare anche la tua vita quotidiana.

 (Quante volte ti è capitato di pianificare la vacanza dei sogni e arrivare al punto di voler prenotare senza però avere i soldi necessari? Non ti eri prefissato un budget ed un piano di risparmio preciso!)

Se cominci a segnare ogni singola spesa che fai durante il giorno (e non parlo solamente delle spese per l’attività digitale o per il tuo lavoro), avrai esattamente chiaro quanto ti rimarrà a disposizione a fine giornata, settimana e/o mese.

Semplicemente perché ti sei posto un obiettivo, che in questo caso è il budget.

Per fare questo ci sono numerosi tools, ti presento quelli che secondo la mia esperienza è utile avere sempre a disposizione sul tuo smartphone.

Queste app ti salveranno dal pericolo di dimenticarti di segnare le spese: lo smartphone è lo strumento che usiamo di più durante la giornata, quindi ti basterà darti un ritmo e ricordarti di  aprire l’app per gestire al meglio il tuo budget.

app per gestire soldi

Ne ho provate molte, tutte con caratteristiche diverse, ma alla fine quelle con cui mi trovo meglio sono:

MoneyPro per IoS: la trovi qui

Moneyfy per Android: la trovi qui

 Con queste applicazioni potrai mettere in pratica subito ciò che ti ho detto: riflettere e definire il tuo budget.

Prendiamo  ad esempio quello mensile, ovvero le spese che sosterrai nel prossimo mese.

Ogni giorno ti impegni a segnare qualsiasi tipo di spesa (e di entrata, sarebbe ancora meglio) sull’applicazione.

La cosa è resa più facile dalla presenza di diverse categorie di spesa/entrata come pasti, auto, lavoro, ecc.

Terminato il mese sono sicuro avrai la stessa reazione che ho avuto io la prima volta che ho usato questo metodo:

ma che figata!

 Potresti accorgerti, come molto spesso accade, di spendere molto di più di quanto pensavi in cose che nemmeno immaginavi.

Ma da ora in poi potrai regolarti e mettere ordine nelle tue spese.

Una volta che avrai rodato questo metodo e avrai regolarizzato le tue spese, ti rimarranno molti più soldi da investire sull’attività.

 E te ne accorgerai immediatamente, dal mese successivo!

Come gestire i soldi quando arrivano i primi guadagni?

Uno dei problemi che capitano più spesso a chi ha accumulato una certa somma di denaro, è quello di trovarsi spaesato sul come utilizzarla.

La buona norma, ma soprattutto l’essere un imprenditore digitale ,dovrebbe suggeriti di toccare diversi ambiti, non solo lavorativi, che possano garantire una certa tranquillità economica.

Se dal lato lavorativo sei in grado di produrre un reddito che ti permette di vivere, dall’altro lato ti può sorgere una domanda:

qual è l’utilizzo migliore del denaro che riesco a risparmiare?

La risposta a questa domanda non è ovviamente uguale per tutti: ogni persona, te compreso, ha delle esigenze diverse.

  • C’è chi preferisce re-investire tutto nell’attività per cercare di velocizzare la crescita del proprio business,
  • chi si lancia in una attività imprenditoriale parallela per diversificare le entrate
  • chi prova a scontrarsi con il mondo delle banche.

Questo è per la maggior parte delle persone un mondo sconosciuto, e sopratutto qualcosa di cui si ha poca fiducia come prima impressione.

Questa sensazione di scarsa fiducia è dovuta al fatto che l’Italia è uno dei paesi con la più bassa preparazione su temi di gestione del risparmio, rapporti con le banche ed investimenti.

E se pensi che questo potrebbe portare i tuoi sudati guadagni in fumo, capirai che è una cosa da evitare assolutamente!

La difficoltà nel capire come gestire al meglio i propri risparmi una volta accumulati porta confusione, e molto spesso, a scelte azzardate.

Basterebbe conoscere alcune piccole nozioni di economia e di finanza per avere la famosa linea guida (quella che ti spiegavo nella prima parte) che ti può portare a salvaguardare i tuoi risparmi e farli crescere nel tempo.

Facciamo un esempio:

tra le nozioni meno conosciute in Italia c’è l’inflazione.

inflazioneIl 47% delle persone che sono state recentemente intervistate per capire il livello di preparazione economica non hanno saputo dare una risposta a questo termine.

Questo significa che queste persone non hanno assolutamente idea che i risparmi se non gestiti in una certa maniera, perdono valore nel tempo.

E questo spiega perché un Cornetto (uno tra i gelati più famosi in Italia) è passato dal costare pochissimi centesimi, a 1,5 € in meno di 40 anni.

Capisci che non conoscere un’informazione fondamentale come l’importanza dell’inflazione può far perdere denaro nel corso del tempo?

Pigrizia, poco interesse e poca comprensione dell’importanza di temi come questo sono alla base del fatto di essere uno dei paesi meno preparati su questi argomenti.

Voglio darti dei consigli su come apprendere informazioni fondamentali per la gestione dei tuoi risparmi, senza annoiarti.

Perché diciamocelo, io lavoro in questo campo da tempo, ma non nascondo che alcune informazioni sono davvero noiose da imparare anche se fondamentali.

2° consiglio del post: siti di apprendimento.

come risparmiare denaroSe mastichi l’inglese non puoi perderti il sito napkinfinance.com dove ti vengono mostrate proprio queste informazioni spiegate su dei fazzoletti di carta.

 Esatto, dei fazzoletti di carta.

La grafica aiuta molto a rendere leggero l’apprendimento, è come se qualcuno ti stesse spiegando un concetto con dei disegni.

E’ un sito americano che ha addirittura collaborato con la ex first lady Michelle Obama, ma ovviamente non essendo italiano dà delle informazioni riguardo l’economia che sono in vigore solo negli Stati Uniti.

Per esempio tutto ciò che riguarda la pensione è completamente diverso rispetto a quello che succede in Italia.

Ecco perché se vuoi approfondire le informazioni fondamentali per la gestione del risparmio in Italia, e sopratutto in italiano, lo puoi fare sul mio blog finanzaefficace.it dove ti spiego questi concetti nel modo più semplice e più rapido possibile.

In TV non fanno altro che parlare in modo complicato di tutto ciò che riguarda la finanza, e praticamente non si fa mai cenno a tutto quello che è necessario per avere consapevolezza nella gestione dei propri soldi.

Quello che ho potuto constatare nel mio lavoro, è che manca completamente la cultura del budget.

 L’italiano medio vede il budget come qualcosa di negativo, forse perché influenzato da quello che solitamente viene richiesto di raggiungere in molti ambienti lavorativi, con pressioni e stress connessi.

Ma il budget inteso come gestione finanziaria delle proprie risorse è necessario per qualsiasi attività tu voglia svolgere.

Le cose da fare per intraprendere la strada della gestione consapevole dei propri soldi è:

  • rifletti
  • definisci un budget diviso per categorie di spesa (così come ti ho suggerito nella prima parte)
  • agisci nel rispetto del budget
  • gestisci in modo ottimale ciò che avanza

Sì perché una volta rodato il metodo del budget ti accorgerai di poter risparmiare più denaro di quello che pensi.

 Le strade qui sono molteplici: come ti dicevo prima ognuno ha il proprio pensiero su come spendere soldi risparmiati.

C’è chi li spende tutti per piacere personale appunto, chi vuole focalizzarsi sull’investimento per la  propria attività, e chi cerca di

“mettere via qualcosa”.

 Questa frase sembra un detto di qualche decina di anni fa, ma è usato tantissimo anche tra i giovani di oggi.

Mettere via qualcosa per il proprio futuro, per un obiettivo di studio, per un viaggio, per una casa, o in alcuni casi estremi, per la pensione.

Sono concetti così noiosi, quando hai una attività da portare avanti, che il rischio è poi quello di diventare davvero un paese “ignorante” su tutto ciò che riguarda la finanza e la gestione del risparmio.

Ed oltre alla noia puoi aver constatato come ci sia moltissima diffidenza nei confronti di chi ha il “monopolio” della gestione del risparmio, ovvero le banche.

Sicuramente, chi non si è comportato in modo etico e lecito ha sporcato l’intero sistema.

Nonostante questo la quasi totalità di persone, e soprattutto di aziende, necessita del servizio di una banca.

Sia per gestire denaro, sia per chiederne in prestito.

E se si vogliono mettere via dei soldi c’è poco da fare: o ci si mette di impegno a imparare da autodidatta le regole per poter “investire” questo denaro da mettere nel salvadanaio, oppure volenti o nolenti si dovrà passare da una banca che offre questo servizio.

Il tutto sta nel capire come comportarsi con la banca, non considerarle tutte uguali, e soprattutto non farsi prendere dall’onda di “lasciare fare” senza essere consapevoli di cosa viene fatto con i propri soldi.

E’ già successo e potrebbe succedere ancora di vedersi sfumare anni di sacrifici lavorativi per la poca attenzione che si dedica al proprio risparmio.

 Se pensi di essere in grado di sostenere la mole di informazioni che la gestione dei propri soldi richiede allora sei pronto per il passo successivo.

Ovvero gestirli attraverso investimenti:

 mettere via i soldi risparmiati per la propria attività può non essere solamente inteso come metterli nel conto corrente e non utilizzarli.

Ma potresti voler creare un percorso che duri qualche anno in cui alimentare questo “fondo” e farlo crescere.

3° consiglio: come approcciare gli investimenti.

app per gestire i soldiLe strade che puoi percorrere in questo caso sono due:

  1. Deleghi una banca

Siamo nel 2017, è impensabile delegare ad un ufficio aperto solamente negli orari canonici degli uffici, senza flessibilità e senza possibilità di una interazione di lungo periodo.

Ci sono modi diversi di avere contatti con una banca, c’è tutto il servizio online oppure puoi scegliere un professionista che segua tutte le tue scelte economiche con flessibilità di orari e di luoghi, e con un servizio che si allontana dalla banca stampo anni ’70

  1. Fai da te.

Scegli una piattaforma per investire online, con i rischi del mestiere, perché se non sei preparato a quello che può succedere puoi rimanere deluso e scottato.

Se decidi di iniziare a prendere questa strada posso consigliarti un “un percorso guidato”: si chiama moneyfarm, è una delle startup di fintech più premiate in Europa ed è totalmente italiana.

Grazie a questa piattaforma potrai avere un rapporto “virtuale” con un consulente finanziario che ti aiuterà a scegliere la strada migliore per investire i tuoi soldi.

Il tutto online, nella maniera più digital possibile, a misura di Marketer.

In conclusione

 Che tu sia alle prime armi o che sia già “arrivato” con la tua attività, qualsiasi essa sia, dovrai scontrarti con la gestione del denaro.

Quando si parla di denaro non si ammette ignoranza, perché l’ ignoranza può realmente costare del denaro.

Ecco cosa puoi fare

Hai bisogno di conoscere le informazioni di base su come funzionano le banche, come si gestisce il risparmio e come si può risparmiare, e lo puoi fare su:

napkinfinance.com

finanzaefficace.it

  1. Hai bisogno di entrare nella mentalità da budget: basta improvvisare e spendere senza un fine e un obiettivo. Diventa consapevole di quante risorse economiche dedichi al lavoro, quante al piacere, e quanto puoi risparmiare.

Ecco le app che ti possono essere utili:

MoneyPro per Ios: la trovi qui

Moneyfy per Android: la trovi qui

  1. Se decidi di voler gestire il risparmio che hai accumulato scegli quale strada percorrere:
  • con una banca 2.0: scegli un professionista che sappia cosa significhi gestire risparmio nel lungo periodo e che ti aiuti a definire un budget
  • investi in autonomia con moltissime piattaforme disponibili, la mia preferita rimane MoneyFarm.